dente  
 
Utente 800XXX
Gentili signori,

sto vivendo un incubo perche' il chirurgo non e' riuscito ad estrarmi il dente del giudizio destro inferiore a causa del dolore che ho sentito mentre cercava di segarlo in due col trapano.

prima del tentativo avevo visto tre chirurghi. il primo mi ha detto che avrei rischiato la rottura della mandibola, il secondo (che mi ha operato a meta' il 7 di questo mese) ha detto che segandolo in pezzetti non ci sarebbero stati problemi, se non una remota possibilita' che il nervo facciale venga danneggiato. il terzo chirurgo mi ha detto di lasciar perdere perche' l'estrazione sarebbe stata infernale e di aspettare che un'infiammazione si faccia avanti in futuro per facilitarne la rimozione.

io ho 46 anni e certo so che l'eta' influisce sulla difficolta' delle estrazioni.
il mio dente del giudizio non mi ha mai dato problemi, infatti lo usavo come un molare per tutta la vita. purtroppo siccome solo la parte dietro e' leggermente coperta dalla gengiva questo non ne ha permesso la pulizia a fondo e mi si e' cariato anni fa. per anni ho portato piombatura ma di recente si e' rotto e di li tutti a dirmi di toglierlo.
il dente e' quindi tutto fuoriuscito. e' stretto tra attaccatura della mandibola e molare adiacente, le radici appaiono in ortopanoramica piuttosto dritte ma leggermente a uncino come se fossero a tenaglia.

purtroppo anche se mi comporto molto bene, sono una persona molto ansiosa e iperattiva. quando ho avuto interventi in anestesia locale , nei giorni successivi stavo malissimo con palpitazioni e vertigini. per questo mi raccomandarono di chiedere di non utilizzare anestetici contenenti adrenalina. da quando ho richiesto di non usarli non ho avuto piu' il fastidiosissimo inconveniente.

il 7 sono andata in ospedale per toglierlo ma dopo 50 minuti di scalpellate varie, una decina di iniezioni tutto intorno, a me faceva male quando e' arrivato in fondo col trapano, al che il chirurgo ha detto che doveva fermarsi e mi ha suggerito di rifare l'intervento in estrazione. premesso che il 50 minuti e' riuscito appena a farlo muovere un pochino... insomma questo dente pareva inchiodato ben bene.

ora sono in preda al panico perche' penso "e se qualcosa va storto? ma la sedazione me la danno giusta? sono stata sedata anni fa ed avevo come convulsioni per 20 minuti dopo essermi svegliata, anche se non ho perso coscienza.

premesso che dopo l'intervento del 7 oggi sto abbastanza bene e ho avuto un recupero molto buono, con nevralgie a tratti tamponabili con solo 200 mg di ibuprofen per la prima settimana e oggi a mala pena sento i punti, e' possibile avere un parere? perche' il mio dente non viene via? e' un errore del chirurgo o sono io una creatura difettosa?
grazie anticipate, sono molto in ansia circa il secondo intervento e mi chiedo se non dovrei cambiare ospedale?

cordiali saluti
ps: posso caricare l'ortopanoramica on line per visualizzazione
[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
1)senza poter visionare una panoramica on line è sempre difficile
dare un parere
2) a meno che non sia in "anchilosi" ,mi sembra strano che nessuno sia riuscito ad estrarlo
3) il problema delle radici uncinate è relativo
4)con la " piezochirurgia" oggi è molto più facile estrarre un dente del giudizio
5) in questi casi è opportuna una premedicazione con benzodiazepine oppure in sedazione.
Eventualmente si consulti con altri colleghi.
P.S. Un ottavo in genere lo si estrae anche in studio....con una normale anestesia tronculare.
P.S. Se lo ritiene opportuno la può inviare al mio indirizzo di posta elettronica che trovera' sul mio profilo.

Cordiali Saluti

https://it.linkedin.com/in/luigi-de-socio-9bb60343