rene  
 
Utente 432XXX
Salve dottore, sono il padre di un bambino di tre mesi al quale dopo una scintigrafia DMSA e' stata diagnosticata una fusione renale e precisamente: il polo inferiore del rene destro risulta in contiguità con il polo superiore del sinistro, quest'ultimo pressoché in posizione orizzontale, risulta anteriorizzato e medializzato. Buona la captazione parenchimale globale del tracciante del rene destro, sebbene con area di ridotta concentrazione al polo superiore compatibile con piccolo scar e disomogenea distribuzione nella metà inferiore.
Il rene sinistro, risulta di dimensioni ridotte e con captazione globale inferiore rispetto al rene destro.
Poi ha fatto l'ecografia e la cistosonografia per escludere il reflusso ed è risultato quanto segue:

Rene destro:
Ecostruttura nella norma, sede normale, forma regolare, calicopilectasia 4mm
Rene sinistro:
Dimensioni ridotte, fuso con il rene destro, scarsa differenziazione corticomidollare
Assenza di reflusso in entrambi i reni.

Vescica:
Discretamente riempita, pareti regolari, residuo post minzionale non significativo.
Con questo quadro vorrei sapere:
1) la presenza di scar nel rene destro cosa comporta sulla funzionalità?
2) come comportarsi con la calicopilectasia di 4 mm del destro?
3) il rene sinistro ha una maggiore possibilità di infiammazione rispetto al destro? E potrebbe trasferirla al sinistro? Converrebbe toglierlo visto che funziona poco?
4) quali sono i passi che dobbiamo fare? (Esami, ecc)
Il medico ci ha detto che dobbiamo fare una ecografia fra un anno, ma non è troppo tardi?
Scusi per questi tanti dubbi e la ringrazio.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
0% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentilissimo,
i quesiti che lei pone sono tutti ragionevoli, ma difficilmente possono ottenere una risposta attraverso un consulto telematico.
Ciò che pare di capire è che esista una asimmetria morfologica e *probabilmente* funzionale tra il rene sinistro e il rene destro.
Quest'ultimo presenta una modesta dilatazione delle vie urinarie al suo interno; non è stato documentato reflusso ma un modestissimo residuo post-minzionale. Inoltre, è presente una possibile cicatrice (cioè un'area non funzionante) sul rene destro. In genere essa consegue a processi infiammatori infettivi renali (pielonefriti), di cui però non sappiamo se via siano state evidenze cliniche.
Non conosco il contesto in cui gli esami siano stati condotti. Il mio unico suggerimento è quello di rivolgersi a un centro con esperienza specifica in nefro-urologia pediatrica.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 432XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio infinitamente. Farò come lei mi ha consigliato.