Utente 437XXX

Salve,

nell'aprile del 2015 durante una partita di calcio tra scuole (ho smesso di giocare a calcio in una squadra dal 2012-2013), sono stato spinto, sono caduto e ho sbattuto la caviglia sinistra che é subito diventata gonfia e piena di liquido.
Sono uscito dal campo e ho messo del ghiaccio, incosciemente e visto che non avvertivo ancora il dolore sono rientrato dopo circa mezz'ora e ho corso altri 10 minuti.

Nei giorni successivi pensavo di risolvere la cosa con pomate e ghiaccio, cosa che fece sgonfiare la caviglia ma non fece passare il dolore, infatti avevo una sensazione per cui sentivo il polpaccio tirare tutti i giorni, giocando a calcio ho avuto diverse piccole botte passate in poco tempo e così preso anche da impegni di studio sono andato dal medico circa dopo due mesi lamendo questo dolore al polpaccio che aumentava qualora camminavo molto o anche guidando la macchina.
Ho fatto radiografia, ecografia e risonanza e hanno trovato solo un po di liquido dove avevo sbattuto ma a livello muscolare e osseo era tutto a posto e ho fatto anche una visita fisiatrica ma niente.

Il medico mi ha detto cosi che dovevo far passare del tempo e non forzare la gamba anche perché andavo in palestra dal novembre 2014 e così feci evitando di fare esercizi sulle gambe. Finche circa 2 mesi fa, feci presente di nuovo il problema al medico e visto che facevo fisioterapia per problemi di cervicalgia (problema per cui ho smesso di fare palestra da marzo 2016), allora ho parlato col fisiatra che non trovando niente toccando il polpaccio mi ha fatto fare 8 sedute di laser al polpaccio "per prova" ma ancora niente.

Adesso sono quasi passati gia due anni e non ho più il dolore acuto di una volta ma ho una pesantezza e affaticamento al polpaccio tutto il giorno, specie se guido la macchina e la sera e a volte, se ad esempio a letto muovo la caviglia o se sto in piedi e poggiato sulla gamba sinistra, le ossa della caviglia scricchiolano e avverto un dolore acuto istantaneo dovuto allo scricchiolio ma passa immediatamente.

Sono quasi due anni che ho questo problema e non si è trovata una soluzione, ho solo 20 anni e idopo due anni di sopportare ed evitare di fare diverse cose per non aggravre, il problema sta diventando davvero fastidioso, consigli?

Grazie mille in anticipo

</p>

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. V Scipione
24% attività
16% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2016
Penso sia necessario rivolgersi ad uno Specialista Ortopedico per rivisitare tutta la Sua situazione che,data la Sua giovane età,merita di essere riconsiderata e da un punto vista diagnostico strumentale e da un punto di vista Clinico.
Mi affiderei ad un Ortopedico che settorialmente si occupa abitualmente di questa articolazione (caviglia),quindi con una vasta esperienza maturata nella Traumatologia Sportiva.
Ritengo che il Professionista "più adeguato" possa nel Suo caso riuscire a risolvere la sua problematica,ormai datata da alcuni anni.
Un cordiale saluto