bacio  
 
Utente 438XXX
Salve a tutti, è la prima volta che scrivo in questo sito poiché ho riscontrato un problema che non riesce a farmi stare tranquilla. Circa due giorni fa ho avuto un rapporto sessuale protetto con il mio fidanzato e un rapporto orale per poi accorgermi che il mio fidanzato aveva sull' ano gli ossiuri. Il medico ha prescritto a lui il vermox e a me per precauzione ma non ha ben specificato come è possibile contagiarsi. Io non ho mai sofferto con questo problema e mi chiedevo, come è possibile trasmettersi l'infezione. Tramite bacio?Rapporto sessuale e orale? Mangiando dalla stessa forchetta???Sono rimasta abbastanza impressionata e spero possiate aiutarmi a capire meglio . Nonostante non ho mai sofferto con il problema ho anche io assunto il vermox da due giorni (e mangiato aglio non so se possa servire) dopo quanto fa effetto???Specifico che io non convivo con il mio ragazzo , ma abbiamo qualche volta dormito insieme . Vi ringrazio in anticipo per le risposte
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
12% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Salve,
la trasmissione dell'Enterobiasi od ossiuriasi, avviene per trasmissione oro - fecale diretta e indiretta.
Vi è quindi un'alta probabilità che lei si sia infettata.
La dose di Vermox che è stata assunta deve essere ripetuta dopo 2 settimane: sia da lei che dal suo ragazzo ed entrambi dovrete poi sottoporvi ad un esame parassitologico delle feci e ad uno scotch test.
Tutti gli effetti personali di entrambi e le lenzuola vanno lavati in lavatrice a 90°C.
L'ossiuriasi non è pericolosa ma è facile reinfettarsi. Sarebbe interessante capire il suo ragazzo come l'ha contratta: se per esempio nella sua famiglia c'è qualcuno inconsapevolmente affetto..
L'aglio se le piace se lo mangi ma non le serve allo scopo.
Cordialità,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio Dottore per la risposta. Per capire meglio, quindi non avviene il contagio tramite bacio?
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
12% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
No, non avviene.
cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Ho capito, grazie mille dottore.
[#5] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Dott. Caldarola le chiedo un'ultima domanda data la sua disponibilità e gentilezza nel rispondermi. Non avendoli mai avuti fino ad oggi, non li ho mai trovati personalmente e assumendo già il vermox , eventualmente si trovassero già nell'intestino da tempo, ad oggi facendo la cura li ho già "eliminati"??? Oppure potrebbe sempre esserci il rischio che anche io me li ritrovi?? Nonostante la cura.
La ringrazio per la disponibilità
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
12% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Se non li aveva ha preso il Vermox in via profilattica, come si deve fare.
Se li aveva con il vermox li ha uccisi ed eliminati.
Le ho già risposto che il Vermox va ripetuto, sia per lei che per il suo partner, dopo 2 settimane e come trattare la biancheria e le lenzuola sue e del suo compagno soprattutto.
Sarebbe, ripeto anche questo, opportuno verificare come il suo partner li ha presi, se per esempio nella sua famiglia ci siano bambini o altri componenti che possano essere affetti ed ignari della loro endoparassitosi.
Una buona pratica sarebbe di trattare tutti i componenti della sua famiglia e di quella del suo partner con Vermox.
O consigliare il trattamento. perchè non si può imporre a nessuno una terapia.
ne parli con il curante.
cari sauti,
Dott. Caldarola.
[#7] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Gentilissimo Dottore, seguiremo le sue indicazioni. Grazie.
[#8] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
12% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Prego.
Buon week - end.
Dott. Caldarola.