Utente 901XXX
Ciao, scrivo in questa sezione per esporvi un problema che mi è sorto in questi giorni. Ho 18 anni, non ho mai avuto rapporti sessuali, ma solo preliminari. Ieri la mia ragazza mi ha masturbato, e fin lì nessun problema, tutto normale. Il problema è che, come mi era già capitato questa estate quando aveva fatto la stessa cosa, dopo poco tempo (si parla penso di minuti-ore) la parte posteriore del glande si è gonfiata parecchio, in corrispondenza del "frenulo". Questo non comporta dolore neanche durante la minzione, ma è cmq motivo di fastidio in quanto il rigonfiamento impedisce la copertura del glande dalla pelle, e lasciandolo esposto questo sfrega contro la biancheria provocando fastidio e dolore, oltre che al disagio visivo nella vista di questo rigonfiamento. Dato che potrebbe essere importante, preciso che l'atto di masturbazione è avvenuto completamente a glande scoperto e che entrambe le volte in cui lei lo ha fatto mi è capitata questa fastidiosa conseguenza, con la differenza che questa volta, al contrario di quella prima, il gonfiore è maggiore e non è sparito nell'arco di una giornata.
Innanzitutto, è grave? Come posso farlo passare? E come posso impedire che accada di nuovo?
Per favore aiutatemi, è una questione delicata e io sono imbarazzato ma soprattutto spaventato.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Moiso
28% attività
0% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
da quanto lei descrive potrebbe trattarsi di una parafimosi, ovvero la conseguenza di una fimosi (prepuzio, cioè la pelle che ricopre il glande, abbondante) che dopo l'erezione non riesce a retrarsi nella posizione normale e gonfia in quanto vi è un minimo strozzamento che non permette un adeguato reflusso venoso e linfatico.
E' opportuno che lei contatti un urologo od un andrologo con competenze chirurgiche per valutare il problema obiettivamente ed eventualmente, vista la sua giovane età, risolvere il tutto con una semplice circoncisione.
Mi tenga informato
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 901XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio. preciso che però non ho mai avuto problemi, nè tantomeno dolore. Preferirei evitare la circoncisione in quanto la cosa mi spaventa un po', più che altro perchè non voglio che i miei genitori vengano a sapere della cosa. Non è possibile tentare un approccio medico prima di quello chirurgico?
[#3] dopo  
Utente 901XXX

Iscritto dal 2008
Ah, preciso anche che sono sempre riuscito a scoprire interamente il glande, senza nessuna preoccupazione e senza nessun dolore. Potrebbe essere un particolare importante?
[#4] dopo  
Dr. Andrea Moiso
28% attività
0% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
gentile utente,
preciso che la soluzione mediante circoncisione è una delle possibili alternative, non l'unica. Per questo è importante che Lei consulti uno specialista: la prima cosa è la visita e la valutazione obiettiva, poi si deciderà in accordo come procedere (e le possibili alternative sono numerose). Non abbia però paura di affrontare il problema all'interno della sua famiglia, si tratta di problemi comuni ai ragazzi della sua età.
Cordialmente