Utente 424XXX
Gentili dottori di Medicitalia,

sono un ragazzo di 27 anni e da diversi mesi ho iniziato a sentire uno strano dolore toracico.
La presenza del dolore non è costante e non lo sento precisamente localizzato.

Alla nascita del problema mi trovavo in una fase della mia vita altamente stressante.
Lo stress genera nella mia persona uno stato di forte ansia di carattere prevalentemente sociale.
Ho deciso di consultare il mio medico di base spiegando la situazione.
Senza indugiare troppo mi ha prescritto un ansiolitico (benzodiazepine) da prendere due volte al giorno (a bassi dosaggi).
Mi ha comunque consigliato di effettuare un elettrocardiogramma ed una radiografia al torace.
Il farmaco non ha alleviato i sintomi (né avuto azione ansiolitica) dopo un paio di mesi di assunzione (a dire il vero non costante).
Ho deciso quindi di fare la radiografia al torace e l'elettrocardiogramma: entrambi sono risultati negativi.

Oggi la mia vita è più tranquilla, eppure il dolore al torace rimane.
Le caratteristiche del dolore sono:
- bassa intensità, presenza altalenante
- localizzato sulla destra all'altezza del pettorale (a volta mi sembra che il dolore si propaghi dietro la schiena)
- presenza più accentuata nel tardo pomeriggio e sera

Faccio attività fisica (corsa, palestra) irregolarmente ma non sento particolari problemi di affaticamento.
La domanda è: l'avere una personalità ansiosa può generare una simile sintomatologia o sarebbe opportuno effettuare altre tipologie di esami (quali?) per escludere altre possibile patologie?
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
avere una personalità ansiosa non genera nessun dolore toracico che a me pare di origine muscolo - scheletrica e certamente non cardiaca.
Sarebbe interessante una valutazione diretta con la digitopressione ma il suo curante da 7000 eur al mese pagati dai contribuenti ha fatto la cosa più studipa che si possa fare: darle un ansiolitico che è una terapia che, come dicevano prima le Professoresse di italiano per i temi riusciti male, non ha nè capo nè coda.
Piuttosto poichè lei è uno sportivo, dolore o meno, deve fare ogni anno un ecocardiogramma color doppler e una prova da sforzo massimale al cicloergometro o al tapis roulant.
Noto con grande preoccupazione che le RX del torace si prescrivono con la stessa leggerezza delle ecografie: una RX del torace comporta una irradiazione mediastinica e va fatta se l'auscultazione o altri dati clinici ne suggeriscano l'esecuzione.
In quanto all'ECG basale la sua normalità, data la breve durata del tracciato, non è di grande aiuto nei casi come i suoi.
Si faccia prescrivere gli esami consigliati: sarà sufficiente digitare sulla tastiera le richieste e prelevare dalla stampante le impegative.
Tutto il resto verrà delegato ad altri. Nessuna fatica per il suo medico.
Nel frattempo si tranquillizzi e se vorrà mi faccia sapere.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.