Utente 452XXX
salve,da circa un paio di mesi,sto notando alcune cose:1)che ogni volta che mi alzo,da posizione seduta,circa 6-10 sec dopo,avverso una sensazione di sbandamento(diversa da quella comune del cambio di pressione),oppressione al centro petto,tachicardia improssiva,difficolta respiratoria(cose se me ne servisse di più in quel preciso momento) e debolezza agli arti e schiena improvvisa,e cardiopalma.
2)Un'altra cosa che ho notato,è che quando sono allungato,in momenti di concentrazione e in brevi apenee dopo aver buttato fuori l'aria,mi capitano delle extrasistoli.
3)la mia digestione richiede più tempo del normale,e percepisco la formazioni di gas,soprattutto per via di molte eruttazioni,e a volta ho delle crisi cui sento formicolii dai miei testicoli e altre zone come dita,nuca,come se il sangue venga risucchiato via che sfocia in forti tremori,oppressione tempie e petto e tachicardia fino a quando non emetto fuori aria.
Visto che queste cose si accostano con del dolore al petto simmetrico localizzato vicino al capezzolo,spesso a sinistra,ma mi accade anche a destra,di tipo non continuo e brevi,ma abbastanza forti da farmi allarmare,la mia concentrazione è andata appunto verso il cuore,ho fatto diverse analisi(ECG,ECGsforzo,Ecodoppler,a breve farò l'holter),tuttavia è risultato nullo.
il mio medico curante mi ha proposto analisi VES,Cervicale-gola per forte sensazione di gozzo alla gola che anche queste non hanno rilevato nulla.
Per lui quindi non è un qualcosa di allarmante,tuttavia i sintomi sono forti,brutti e dolorosi(anche se non continui)...e lo diventano sempre di più
Ora visto che sto cercando di fare il medico di me stesso,mi sono indirizzato verso lo stomaco:è possibile che io abbia talmente tanto gas allo stomaco-intestino da causarmi questa sensazione forte di oppressione e che quando passo da seduto a su il movimento dell'aria causi tachicardia o extrasistoli facendo toccare lo stomaco con il cuore?In caso non riuscirei a spiegarmi del perchè di queste crisi,come di panico(brevi ed improssivi)che mi capitano durante l'emissione o lo spostamento di gas interno,è possibile che mi capiti come succede per la congestione(nonostante io non beva bevande ghiacciate e prendi freddo dopo aver mangiato)?Anche se il cuore secondo i cardioligi è ok,potrei rischiare un collasso cardiaco causato da altro?

Ps:non fumo,non bevo,mangio sano.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
l'errore di fondo che sta compiendo è proprio cercare di fare il medico su se stesso.
Non lo fanno nemmeno i Medici che quando necessitano si rivolgono a colleghi.
Mi pare che lei abbia una forte componente ansiosa e che questa sia il perno di tutta la sua sintomatologia: se lo è va curata adeguatamente dallo specialista dell'ansia che è lo psichiatra.
L'extrasistolia è un fenomeno presente in tutti i cuori: piuttosto il suo medico le ha fatto fare gli esami degli ormoni tiroidei e una ecografia della tiroide, piuttosto che una inutile radiografia del rachide cervicale che alla sua età non ha alcun valore se non quello di irradiare inutilmente la tiroide?
Questo è tutto quello che posso dirle a distanza: le sue supposisioni fisiopatologiche necessitano di una valutazione clinica non telematica come questa: eventualemente si faccia valutare da un ottimo gastroenterologo che potrà fare chiarezza sui suoi disturbi gastrici.
Saluti cordiali,
Dott. Caldarola.