Utente 917XXX
Buonasera, mia madre è affetta da piastrinosi e per questo problema è curata con vercite25 e cardioaspirina. Da un mese ha sospeso la cardioaspirina a seguito di un sanguinamento di un mioma uterino, il 23 dicembre deve fare una biopsia per vedere la natura di questa neoformazione. Il suo medico le ha detto di non riprendere la cardioaspirina finchè non si ha un quadro completo della situazione, per questo pero' potrebbero passare ancora 2 mesi. Vorrei sapere, per cortesia, se ci potrebbero essere dei problemi a livello trombotico o altro? Aggiungo, che asssumendo il vercite 25 tutti i giorni il valore delle piastrine è di 500.000 ed ha un colesterolo tot. di 202. Grazie anticipatamente..

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, il valore piastrinico risulta ancora ai limiti alti della norma, e sebbene l'iperviscosità sanguigna risulti fattore di rischio trombotico è anche vero che nel caso di sua madre molto probabilmente la funzionalità piastrinica non sarà ottimale e quindi allo stato il rischio trombotico, anche se presente non risulta particolarmente elevato. E' ovvio che a distanza tale situazione va comunque monitorata.
Saluti