Utente 455XXX
Salve a tutti gentili dottori,
Ho 25 anni e ho questa domanda da porvi, poiché mio padre l'ho perduto per via di questa malattia, a 38 anni. Questa cosa non mi lascia sereno, giacché ho scoperto che pure un mio zio (di secondo grado, è il figlio della sorella di mia nonna paterna) ha contratto una forma di leucemia.
Nella mia famiglia, fino ai miei bisnonni, questi sono gli unici casi di tumore di cui ho notizia. Anzi, i miei nonni sia materni che paterni hanno sempre goduto di ottima salute. Ho ancora una nonna di 86 anni, che gode di una buona salute.
Questi casi isolati potrebbero essere in qualche modo mutazioni che si sono avute nel singolo soggetto, o potrebbero essere ereditarie?
Aggiungo che ogni due anni mi sottopongo ad eco addome ed analisi del sangue/ urine proprio per questa preoccupazione.
Grazie per le risposte.
[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda
28% attività
12% attualità
16% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signore la forma ereditaria del cancro al pancreas viene definito quando la neoplasia si riscontra in almeno due parenti stretti con insorgenza prima dei 50 anni. Nel suo caso suo padre è morto a 35 anni e uno zio è morto di leucemia (altra malattia che non centra niente con il cancro al pancreas). Quindi al momento si può definire esclusivamente un evento casuale, ma sicuramente può essere utile eseguire ogni anno una ecografia addominale e il dosaggio del Ca 19.9 e del CEA. Ma ovviamente non c'è alcuna dimostrazione che vi debba essere una relazione. Semplice opportunità.
cari saluti
Gerunda
[#2] dopo  
Utente 455XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio per la pronta risposta dottore.
Aggiungo inoltre che seguo un'alimentazione povera di grassi, non bevo alcolici né ho mai fumato.