Utente 458XXX
Salve a tutti.

La metà di marzo mentre ero in palestra ad allenarmi, ho sentito la mia spalla sinistra cedere ed uscire dalla sua posizione naturale, salvo poi rientrarci pochi attimi dopo,il problema è che io navigo e quindi prima della metà di giugno non ho potuto farmi visitare da uno specialista.
Tuttavia i dolori alla spalla erano quasi del tutto spariti, salvo alcuni movimenti, per esempio non riesco a distendere completamete il braccio in alto e portarlo indietro, oppure se piego il braccio a 90° e lo pongo dietro la schiena non sono in grado di sollevare il gomito senza provare un forte dolore.
Da circa un mese e mezzo ho iniziato delle terapie con un osteopata e devo dire la verità ho acquisito molta più mobilità ma comunque da come dice lui la spalla non è tornata nella sua posizione corretta a suo tempo e quindi dobbiami fare in modo che ritorni in posizione, e con queste terapie dovrei sentire proprio come uno scatto nel momento in cui la spalla ritorni nella sua posizione naturale.
Il problema è che lui dice che forse le terapie non saranno sufficienti, anche perchè ho fatto passare alcuni mesi prima di prendere provvedimenti.
Le mie domande sono : potreste spiegarmi cosa mi è successo? Cosa fare se la spalla con le terapie non ritorna in posizione? Rimarrò con la spalla non perfettamente funzionante in tutti i suoi movimenti??

Grazie in anticipo

Saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Marina Faccio
24% attività
8% attualità
0% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2017
Caro signore,
la lussazione ha provocato uno stiramento più o meno grave di capsula articolare e di legamenti che, quindi, a seconda di diversi fattori, tra cui il trauma stesso, può avere diverse conseguenze sulla biomeccanica della spalla.
Per effettuare, quindi, una diagnosi precisa e di conseguenza un trattamento adeguato, è necessaria una visita specialistica per valutare la spalla con test clinici specifici ed eventualmente, di esami strumentali, che lo specialista le prescriverà se riterrà necessario.
Ci faccia sapere,
Saluti
[#2] dopo  
Utente 458XXX

Iscritto dal 2017
Dr.ssa Faccio,

la ringrazio per la sua risposta.
Potrebbe dirmi a che tipo di specialista dovrei rivolgermi?
Conosce qualcuno in zona Penisola Sorrentina??

Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr.ssa Marina Faccio
24% attività
8% attualità
0% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2017
Lo specialista di riferimento è un ortopedico dedicato all'arto superiore.
Saluti
[#4] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
La collega ha ben espresso il concetto che in questi casi è fondamentale rivolgersi allo specialista specifico della patologia che in questo caso è il Chirurgo della Spalla.
Prime di effettuare la visita le consiglio di produrre una radiografia standard + assiale (per la glena della scapola) + intra ed extrarotazione ed una ecografia semplice di spalla.
Sarà poi cura del medico richiedere, dopo la visita clinica, indagini supplementari come ad esempio la Risonanza Magnetica (se necessaria).
Auguri
[#5] dopo  
Utente 458XXX

Iscritto dal 2017
Dr Grosso,

la ringrazio per la sua consulenza.
Volevo chiederle una cosa nel caso in cui faccia tutti gli accertamenti da lei suggeriti è possibile prenotare una visita da lei?
Io abito a Sorrento