piede  
 
Utente 461XXX
Salve,
Mio padre (che ha 65 anni) soffre da diversi giorni di gonfiore del piede destro. Il piede è gonfio soprattuto su alluce e metatarso, è rosso e brucia, formicola e pulsa in modo molto doloroso. Durante la mattina il gonfiore si attenua appena ma subito dopo essersi alzato dal letto ricomincia ad infiammarsi. Per ora ha preso degli antidolorofici (aspirina e tachipirina) e fatto pediluvi con acqua, sale e bicarbonato, ma la situazione non è migliorata.
In passato lui ha sofferto di gotta, mentre io nei mesi freddi ho sofferto di raynaud alle dita delle mani con gonfiore e bruciore simile.
Cosa potrebbe essere? Quali esami consigliate di svolgere per capire quale sia il problema? C'è un modo per attenuare dolore e gonfiore aspettando le analisi?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Ambrogio Lazzari
20% attività
4% attualità
0% socialità
SAN CASSIANO (LE)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2012
Buongiorno, dalla descrizione dei sintomi un nuovo attacco di gotta sembra probabile
deve stare a riposo, e prendere Antiinfiammatori sino a che il quadro acuto sarà rientrato. dopodiché con il suo reumatologo di fiducia perfezionare la terapia dell' iperuricemia
[#2] dopo  
Utente 461XXX

Iscritto dal 2017
Dopo 10 giorni dall'inizio del gonfiore mio padre ha deciso di rivolgersi al pronto soccorso perchè la situazione non migliorava. Lì hanno confermato che si trattasse di gotta e gli hanno prescritto Colchicina.
Subito dopo l'inizio della terapia ha iniziato però a soffrire di problemi intestinali e (forse conseguente) debolezza,giramenti di testa, sensazione di cadere e apatia, così ha sospeso l'uso. Ci sono farmaci meno aggressivi? E una volta passato l'attacco acuto consigli da seguire per evitare che si ripeta? Deve apportare modifiche a dieta e\o stile di vita?