Utente 464XXX
Buongiorno gentili e preziosissimi dottori,ho avuto un'esperienza con una sex worker il 22 ed il 29 luglio,nella prima questa ragazza aveva un erpes intorno alle labbra e mi ha praticato del sesso orale senza preservativo,nella seconda esperienza non presentava più questo herpes e la pratica sessuale è stata la stessa,a fronte dell'ultima volta(29luglio)dopo mezz'ora ho niziato ad avvertire uno strano bruciore all'interno del labbro inferiore,che con i giorni si è trasformato in uno strano mal di gola(difficoltà leggera ad deglutire e sensazione di immbobilità e secchezza delle fauci),sudorazione notturna per una settimana,con annesse mucose orali gonfie,e un'afta ancora oggi persistente ad altezza del dente del giudizio,più qualche ulceradi poca durata qui e li nella bocca.Il medico di base ha sbagliato diagnosi consigliandomi degli antibiotici che ho preso per 12 giorni,facendo forse anche aumentare l'afta e le ulcere sul labbro,faccio il tampone faringeo ed esce negativo,vista la persistenza di questo strano mal di gola vado da un bravo otorino che mi dice che ho avuto una nevralgia al nervoglosso faringeo e che con probabilità,l'infezione iniziale era di natura virale,dice nulla di grave come anche per le afte e l'ugola leggermente gonfia,Io perscrupolo ho fatto untest dell'hiv a 40giorni precisi di quarta generazione,anche se ho letto dappertutto e mi è stato anche riferito da un medico del ministero della salute che era impossibile si trattasse di hiv,il risultato è stato infatti negativo,ora(23settembre)il mal di gola è quasi del tutto passato eccetto brevi momenti di dolore,l'afta è più lievee le ulcere sono meno frequenti,siccome sò di aver fatto comunque un grosso sbaglio e che altre mst non sono da trascurare volevo chiedervi,visto il mio caso,di cosa si potrebbe trattare?Questa ragazza l'ho anche baciata a stampo
Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
stendiamo un velo pietoso su tutto il resto e concentriamoci sull'afta, essendo ormai certo che lei definitivamente non è HIV sieropositivo.
Se lei dopo l'insorgenza ha ancora la stessa afta potrebbe trattarsi di un Sifiloma Primario .
Pertanto è necessario che la veda un medico capace di fare una giusta diagnosi.
E' necessario che lei faccia anche lo screening per la Sifilide (VDRL/TPHA).
E che si accerti di non aver contratto una faringite da patogeni intracellulari uro - genitali (Chlamydia spp - Mycoplasma Spp - Ureaplasma Urealyticum).
La nevralgia del nervo glosso faringeo mi pare una grande stupidaggine. Ma tant'è.
Si ricordi caro signore che Sex Worker è semplicemente un modo eufemistico per definire una prostituta: se l'abito non fa il monaco la definizione inglese non cambia la sostanza e i rischi connessi.
In quanto al bacio a stampo non è che questo sia a chiusura stagna ma consente lo scambio di saliva, nè è dato di sapere, anche perchè sono faccende intime sue proprie, quanto sia stato a stampo e quanto le labbra si siano aperte.
Io le consiglio di rivolgersi ad un buon centro per MST della sua città, dove colleghi esperti esamineranno il suo raconto, le sue lesioni buccali e il suo persistente mal di gola, e dove potrà essere sottoposto a test per screenare le MST principali in pieno rispetto della sua privacy.
In alternativa può rivolgersi ad un infettivologo di sua fiducia.
In ogni caso esclusa l'infezione da HIV, tutto il resto è curabile e guaribile: perciò affronti la situazione senza panico e senza ansie inutili.
Mi faccia sapere se vorrà.
Cari saluti,
Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 464XXX

Iscritto dal 2017
Grazie dottore per la pronta risposta,lei ha parlato giustamente di Hiv scongiurato,la mia domanda è più di scrupolo che per altro,ho rischiato di prenderlo con un rapporto orale passivo?Non ho visto sangue ne prima e ne dopo,e comunque anche lei conferma che è definito un test ag/ab anticorpi antigene(chemiluminescenza)?Il resto del rapporto l'ho avuto col preservativo.Siccome io sento di stare meglio,tutto è scomparso tranne l'afta che si è attenuata,potrei già essere in via di guarigione?Io sono sempre stato benissimo fino a giugno che ho contratto il morbillo,da lì in poi ogni scusa è buona per avere qualche problema,potrebbe essere in qualche modo collegato?I giorni prima o vicini al rapporto ho preso anche molto freddo,lei dal canto della sua esperienza esclude le altre cose e crede si tratti più probabilmente di una Mst?
Grazie per l'attenzione
Cordiali saluti,la terrò sicuramente aggiornato
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
veda un rapporto oro - genitale insertivo o passivo o in cui, per dirla chiaro, la bocca ce la mette l'altro/a, se non è protetto è a rischio per tutte le malattie sessualmente trasmissibili.
Compreso l'HIV il cui rischio è basso, infimo ma non è zero.
E lasci stare quello che si dice in giro: la prova del nove è che nessun medico le metterebbe per iscritto dopo la fellatio recettiva che lei non necessita di fare un test HIV! Se ne trovasse uno che lo faccesse me lo comunichi....
Quindi le fellatio dalle prostitute o sex workers se le faccia fare con il profilattico data ampia scelta la scelta di condom aromatizzati che offre l'industria.
Le ho già detto che dopo un bacio, a stampo o quello che fu, un'afta che è persisistita per tanto tempo merita una valutazione sierologica per la Sifilide e una valutazione clinica: nella Lue, sempre che di questa si tratti, la lesione primaria guarisce da sola clinicamente ma con la persistenza del Treponema in corpo.
Lei adesso sta bene ma potrebbe poi manifestare una sifilide secondaria, entrare in uno stato di latenza e infine incorrere nel danno multiorgano che dopo decenni, se non curata, questa malattia comporta. Specie a livello di SNC.
Mi pare che la replica #1 sia molto chiara e questa #3 serva di conferma: nella #1 ci sono dei consigli dati in scienza e coscienza: lei non è ovviamente obbligato a seguirli ma io ho il dovere etico e deontologico di fornirglieli.
E infatti sono stati forniti.
Per il resto è libero di fare come crede.
Mi aggiorni pure quando vorrà.
Buona domenica,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 464XXX

Iscritto dal 2017
Grazie mille per questo consulto per me molto prezioso,assolutamente non mi permetterei mai di non crederla come a lei ne a nessun altro di professione,è forse anche per questo che fino ad ora mi sono fatto guardare da persone che non si sono dimostrate competenti nel mio caso,sò il mio errore ed ha perfettamente ragione.Le chiedo l'ultima cosa(anche se mi ha già risposto forse prima in maniera sotto intesa),almeno per quanto riguarda l'hiv,dopo 45 giorni dal rapporto in cui presentava questo herpes,e da 40 dall' ultimo con un test ag/ab anticorpi antigene(chemiluminescenza),posso stare tranquillo?
Cordiali saluti
Le riscriverò in futuro dopo gli esami da lei consigliati
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
che per l'HIV possa stare tranquillo definitivamente sarà stato ripetuto 5 o 6 volte.
Le conti lei.
Passi una buona serata.
Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 464XXX

Iscritto dal 2017
Dottore salve,avevo intenzione domani di sottopormi ai test da lei consigliati,ho letto che la sifilide primaria potrebbe essere difficile da riconoscere se si sono assunti antibiotici nel periodo precedente(nel mio caso ho avutoi l rapporto il 29 di luglio)e ho preso antibiotici come consigliato dal mio medico dal 3 di agosto fino al 15,questo potrebbe aver decapitato la fase primaria della sifilide comportando un falso esito negativo del test?
Grazie e buonaserata
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
la terapia antibiotica può avere decapitato la Lue clinicamente, ma stia tranquillo che se si è infettato con il Treponema Pallidum le indagini sierologiche specifiche (TPHA per esempio) restano positive a vita.
Quindi le conviene effettuare sia il test reaginico (VDRL/RPR) che il TPHA. Per il momento.
Un cordiale saluto,
Dott. Caldarola.
[#8] dopo  
Utente 464XXX

Iscritto dal 2017
Salve dottore,per problemi logistici(sono a 70km dal centro Mst più vicino)ho dovuto rimandare quegli esami a questo lunedi,nel frattempo mi sono arrivati i risultati delle analisi del sangue generiche ma complete,nelle quali ho trovato tre valori sballati tra cui:albumina,gamma e neutrofili,lei che è un esperto,da questi riesce ad evincere eventuali indizi per le malattie infettive sopracitate?Glielo chiedo anche per una quesione economica momentanea che non mi permette di fare indagini la dove non ce ne fosse bisogno(anche se immagino smentirà questo)
ALBUMINA 66.3 % 53 - 66
alfa 1 3.9 % 2 - 5
alfa 2 11.2 % 6.5 - 12.5
beta 1 5.9 % 4.5 - 8.5
beta 2 4.2 % 3.2 - 6.8
GAMMA 8.5 % 11.5 - 20

RAPP. A/G 1.97

NEUTROFILI 43.1% da 45 a 80
Cordiali saluti,grazie dell'attenzione
[#9] dopo  
Utente 464XXX

Iscritto dal 2017
Scusi dottore,ho letto che le igg basse non sono un buon segno addirittura parlano di Aids,il test mi scongiura da questo?sono molto preoccupato
[#10] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve.
Se il test HIV I-II di IV generazione è negativo lei non è HIV sieropositivo. Nel modo più assoluto.
L'EFP mostra ipogammaglobulinemia, che nella stragrande maggioranza dei casi è costituzionale.
Sarebbe interessante verificare questo tracciato, che io non posso vedere, con vecchi tracciati se li ha conservati.
Non è neppure possibile escludere l'errore tecnico: quindi la ripeta tra 10 gg ed insieme faccia il dosaggio di
IgA totali
IgM Totali
IgG totali
per verificare quale frazione eventualemnete sia carente.
In genere sono le IgA.
Ma stia pure tranquillo.
Un caro saluto,
Dott. Caldarola.
[#11] dopo  
Utente 464XXX

Iscritto dal 2017
Grazie dottore,è correlabile alle mst sopracitate?Purtroppo le ultime analisi che ho sono di tre anni fà e non ne ho più traccia
[#12] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Assolutamente no, caro Signore.
In genere , come le ho spiegato e ribadisco, si tratta di un fatto genetico che colpisce più spesso la frazione IgA.
Ovviamente ripercuotendosi su tutta la curva delle Gamma che diminuiscono.
Inizi a fare, se vorrà, le indagini che le ho consigliato.
Sempre se vorrà me le faccia conoscere.
Poi le darò delle dritte sul collega non virtuale a cui rivolgersi.
Sempre se vorrà.
Si ricordi che Lei ha anche da farmi conoscere il risultato dello screening per la Sifilide con un test Reaginico (VDRL/RPR) e un test specifico TPHA. Che avrebbe dovuto fare qualche giorno fa?
O sbaglio?
Quando e se vorrà potrà procedere.
Buona serata,
Dott. Caldarola.
[#13] dopo  
Utente 464XXX

Iscritto dal 2017
dottore buonasera! Finalmente mi sono arrivati gli esiti degli esami:sifilide negativa entrambi i test,clhamydia anche,ureaplasma invece positivo,precisamente:

MICOPLASMI UROGENITALI
Campione biologico d'origine :Tampone Uretrale

Esito:Sviluppo < 10.000 ucf/ml di
Ureaplasma Urealyticum

con il conseguente antibiogramma :

Pristinamicina Resistente
Minociclina Resistente
Josamicina Sensibile
Eritromicina Sensibile
Roxitromicina Sensibile
Clindamicina Intermedio
Ofloxacina Sensibile
Ciprofloxacina Resistente
Claritromicina Sensibile
Tetraciclina Resistente
Levofloxacina Sensibile
Doxiciclina Sensibile
0 Azitromicina Resistente
Il medico mi ha dato 4 giorni,per 2 volte al giorno :Claritromicina Eg (250
Lei,che per me merita molta più fiducia di chiunque mi abbia visitato ad oggi,che ne pensa? E' grave l'infezione?,E' giusto l'antibiotico e la modalità/durata d'uso?E' così spiegato il mal di gola,finalmente dopo mesi?Posso continuare ad andare a correre(unica cosa che mi stà facendo stare meglio da 5 giorni a questa parte)?E per ultimo:i valori delle igg sono correlabili a all'infezione?

Cordiali saluti
[#14] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
le rispondo per punti:
1) La Claritromicina va bene ma il dosaggio deve essere di 500 mg ogni 12 ore per ALMENO 10 gg. Associ dei probiotici.
2)Non è una infezione grave ma va curata bene e il suo medico non lo sta facendo.
3)Può essere spiegato il mal di gola dalla presenza di una infezione da Ureaplasma faringea.
4) Corra pure senza problemi.
5) Sarebbe possibile una immunosoppressione con ipogamma a seguito dell'infezione ma mi parrebbe una forzatura.
E' più facile che lei abbia una Ipogammaglobulinemia idiopatica.
Eradichi il microrganismo e poi ripeta gli esami della replica #10.
Buona guarigione e buon fine settimana.
Un cordiale saluto,
Caldarola.
[#15] dopo  
Utente 464XXX

Iscritto dal 2017
Dottore grazie perchè senza di lei non avrei scoperto questa infezione,non sò davvero come posso ringraziarla,che sia benedetto.Le mando un abbraccio virtuale.Le farò queste ultime domande poi prometto di rifarmi sentire solo dopo il ciclo antibiotico e dopo gli esami.
Premetto che la prima domanda che le sto per fare riguardo l'hiv, gliela faccio perchè nonostante sia lei,che il consulto del ministero della salute definite a 40 giorni un test definitivo,ma al centro analisi dove ho fatto questi ultimi esami mi hanno detto che l'hiv è definitivo dopo i 60 giorni e io sinceramente vado nel pallone con il mio stato d'ansia (sono un ragazzo che non vive di errori del genere ma ho sbagliato una sola settimana della mia vita,ho dei grandi rimorsi che somatizzo male con dubbi anche improbabili ).Può gentilmente spiegarmi perchè si definisce definitivo a 40 giorni ora?Dall'alto della sua esperienza e di quella di colleghi qualificati come lei che sicuro conoscerà,fino a che giorno è il limite per sieroconvertirsi ?Ha mai visto sieroconversioni dopo i tempi stimati a causa di altre patologie e l'ureaplasma potrebbe essere tra quelle infezioni che ritardano la comparsa di anticorpi?
Non ho letto da nessuna parte ad esempio che l'ureaplasma nella fase primaria dell'infezione porta afte ed ulcere orali,o rash cutanei (nel mio caso lievi ma puntuali dopo la doccia) può confermarmi che sono invece possibili?E per ultima,attraverso un rapporto orale ricevuto,è più facile essere contagiati dall'urea plasma vista la non necessaria presenza di sangue o di mucose non integre?(glielo chiedo così in base alla mia esperienza posso stare sicuro di non aver contratto altro oltre a questa infezione,non avendo visto alcuna traccia di sangue o ferite in me)
Grazie della pazienza dottore,le auguro un buon e felice fine settimana
[#16] dopo  
Utente 464XXX

Iscritto dal 2017
Tornando all'antibiotico per l'ureaplasma,me ne consiglia uno più efficace che si possa usare per meno tempo?E potrei sostituirlo a quello che ho già iniziato da due giorni?
[#17] dopo  
Utente 464XXX

Iscritto dal 2017
Dottore può rispondermi?Mi aiuti a capirci meglio per piacere