Utente 933XXX
Salve sono un operaio e da qualche anno sono stato riconosciuto invalido per un problema di artrosi e dischi alla schiena.
L'altro giorno (ero in malattia da circa 10 giorni per un periodo totale di trenta con diagnosi di lomosciatalgia in fase acuta) è venuto il medico fiscale e dopo la visita mi ha chiuso la malattia dicendo che ero idoneo all'attività lavorativae poi mi ha fatto firmare.
Questo dottore non ha cambiato idea neache dopo che ho fatto vedere il certificato di attestazione della mia invalidità.
Ora io mi chiedo il medico con tutta la mia invalidità mi poteva chiudere la malattia?
[#1] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
Caro signore

Certo che può chiudere la malattia, lui lo può fare.
Evidentemente, dopo la visita lei non era più nella fase acuta della malattia e quindi l’ha dichiarato idoneo all’attività lavorativa.
Un conto è l’invalidità, altra cosa è l’essere idonei al lavoro.
Comunque Lei sentendosi leso con quel giudizio del MF non doveva firmare e nello spazio apposito del referto dichiarava la sua disapprovazione.
Il MF a questo punto rilasciava copia del referto e invito a presentarsi il giorno successivo utile alla sede INPS o ASL di appartenenza.
[#2] dopo  
Utente 933XXX

Iscritto dal 2008
Allora dottore non firmerò più e mi opporrò con forza.
[#3] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
Caro signore

Padronissimo di farlo, è un suo diritto.
Ma non significa che non firmando poi il medico della sede gli confermi la malattia.
Succede solo nei casi palesemente errati.
[#4] dopo  
Utente 933XXX

Iscritto dal 2008
Dottore ora la devo salutare,
la ringrazio di cuore per la gentilezza dimostrata e per le risposte velovi che mi ha dato.
Saluti
[#5] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
Caro Signore

Congedandomi,Le auguro una buona e felice notte.

A risentirci