Utente 100XXX
Gentili Dottori,
la mia domanda è credo la più classica di tutte!
Quanto in teoria dovrebbe misurare un pene in erezione per potersi considerare normale?
Sarei proprio curioso di conoscere le dimensioni medie del pene in erezione sia in lunghezza che circonferenza.
Misure valide per un ragazzo italiano.

Mi dovete perdonare, ma su internet e riviste, alcuni di voi forniscono valori, ma ognuno diversi dall'altro.
Esiste un qualche accordo scientifico su quello che si può considerare normale?
Capisco che quando si chiedono numeri esatti ai medici...è come chiedere numeri esatti ai politici...
Visto che alcuni di voi o dei vostri colleghi "pubblicizzano" terapie per aumentare le dimensioni... poi se uno domanda quali sono le dimensioni medie o l'andamento di norma, iniziano discorsi più o meno "filofici" o giochi di parole riguardanti presunti concetti di media o normalità... ma i numeri quali sono?
Spero che qualcuno risponda.
Grazie
distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
premesso che una visita specialistica andrologica è assolutamente necessaria per tradurre in termini medici quelli che sono solo Suoi dubbi o perplessità sulle misure dell'organo, magari derivati da un confronto soggettivo con altri uomini o addirittura derivati da escursioni nell’universo di babele sull’argomento presente in Internet, vorrei chiarire che:

1) Occorre verificare se, sulla base di quanto riportato nella letteratura mondiale sull’argomento, le misure del Suo pene siano o meno comprese nel range di normalità. E’ una prova di fiducia che Le chiedo perché volutamente non darò come suol dirsi i numeri. Non voglio scatenare una discussione sulle dimensioni del pene in questo forum, non serve a niente. E’ come parlare del seno femminile, sappiamo che Monica Bellucci lo ha perfetto e beh? In ogni caso, quello delle dimensioni è un argomento delicato che deve essere valutato caso per caso, medico-paziente, dopo una accurata raccolta anamnestica di dati relativi alla vita sessuale di coppia e non.
2) Non ho esperienza di metodiche di allungamento o ingrandimento che non contemplino l'intervento chirurgico. Ma non ho mai consigliato interventi chirurgici di falloplastica additiva a pazienti che me l’abbiano richiesto puramente con lo scopo di adeguare le dimensioni del proprio pene a quelle ritenute ideali dopo un confronto con amici, colleghi, fotografie, film o per sentito dire... e non, invece, desunte da raffronti statistici con basi scientifiche solide.
Inizio a considerare l’opzione chirurgica quando alla base della richiesta vi sono obbiettivi problemi di ordine anatomico o funzionale tali da creare difficoltà nell’espletamento di una sessualità appagante o difficoltà ad esaudire un desiderio di concepimento. Gli interventi di falloplastica non sono una passeggiata, anche da un punto di vista economico, ma quello sarebbe il meno per alcuni pochi fortunati.
3) Voglio fare un esempio: VI SONO UOMINI CHE HANNO COME NUMERO DI PIEDE 37, 40, 45. TUTTI SONO OVVIAMENTE NELLA NORMALITA’ PIÙ ASSOLUTA. A NESSUNO VERREBBE IN MENTE DI CHIEDERE UN ALLUNGAMENTO DEL PIEDE DA 39 A 44. OPPURE, VI SONO UOMINI CON MANI N° 7, 8, 8 E MEZZO, TUTTI OVVIAMENTE NELLA NORMALITà PIÙ ASSOLUTA. MA A NESSUNO CHE HA UNA MANO 7 VERREBBE IN MENTE DI CHIEDERE DI ALLUNGARLA A 8. NON SO SE MI SPIEGO. Quello che voglio sottolineare è che le motivazioni devono essere ben altre e mai si deve sottovalutare un inevitabile aspetto psicopatologico.
5) ATTENZIONE: troverà su internet colleghi medici o presunti tali che Le proporranno pomate, creme e unguenti miracolosi; comprese strabilianti; che Le vorranno attaccare pesi e tiranti al pene per ore ogni giorno. Le dico solo di assicurarsi almeno della loro buona fede e della loro qualifica e di dare fondo a tutto il Suo buon senso.
AVRA' FATTO CASO AL FATTO CHE, VOLUTAMENTE, NON "HO DATO I NUMERI" COME SUOL DIRSI. QDI QUELLI DISCUTERA' CON IL SUO MEDICO DI FIDUCIA, MENTRE LA VISITA.
Affettuosi auguri per tutto e per la prossima Pasqua.
Cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#2] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Credo che la risposta del collega sia molto esauriente e pertinente al tipo di richiesta.
Complimenti!!
[#3] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

noto che Lei persevera nella richiesta in merito alle dimensioni pur avendo ottenuto una risposta esauriente dallo stesso collega nel mese di Febbraio.
Giustamente, tale condizioni probabilmente provoca in Lei una preoccupazione che pero' non trova riscontri clinici adeguati per poter effettuare interventi o per poter dare valutazioni a Lei sfavorevoli.
Se ritiene opportuno puo' farsi visitare ulteriormente ma credo che la risposta sia piu' o meno la stessa a meno che non cada in mani sbagliate di sedicenti medici che le prometteranno cose impossibili. Faccia attenzione!

Saluti
Dr. F.S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
[#4] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2006
Ringrazio per le gentili e cortesi risposte.
Avrei un appunto però da fare.
Per un paziente, stabilire quali siano le mani sbagliate e i medici sedicenti è spesso molto difficile se non impossibile.
Volevo aggiugere che io sono stato visitato da 2 specialisti, di cui ovviamente ometterò i nomi, ma entrambi soci della società italiana di andrologia.
Misure di normalità del pene indicate:
Primo specialista: lunghezza dai 13 ai 18 cm, circonferenza dai 10 ai 15 cm.
Secondo specialista: Lunghezza pene dai 16 ai 20 cm, circonferenza dai 13 ai 15 cm, con tanto di testo di urologia a dimostrare la validità di tali valori.
Entrambi hanno riferito che si trattava della fascia media e questo era comfermato dalla loro esperienza clinica.

A me sembrano valori nettamente diversi, specie per chi si trova nella mia condizione.
Dr. Francesco Saverio Ruggiero mi perdoni, ma non ho capito il senso della frase: "Giustamente, tale condizioni probabilmente provoca in Lei una preoccupazione che pero' non trova riscontri clinici adeguati per poter effettuare interventi o per poter dare valutazioni a Lei sfavorevoli."

Un andrologo, altamente qualificato, riferisce in internet che un pene inferiore agli 8cm in flacidità crei problemi funzionali nel rapporto.
Sottolineo che si parlava di pene in flacidità, NON STIRATO, cosa di cui ho chiesto conferma.
Vorrei tanto sapere come le misure di un pene in flacidità possano creare tali problemi funzionali.
Sto parlando di specialisti... che sono tra voi.
Uno dovrebbe dare indicazioni chiare e serie...
Sulle misure del pene ognuno dice cose diverse, questa è la sola cosa chiara!
Cordiali saluti a tutti.

BUONA PASQUA

[#5] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2006
Dimenticavo, scusate!
...desunte da raffronti statistici con basi scientifiche solide.
Io chiedevo solamente quello o in alternativa il testo, la pubblicazione dove trovare tali informazioni.
Grazie
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
accludo delle fiches bibliografiche, tanto per citare qualcuna delle migliaia di pubblicazioni in merito.

1: Spyropoulos E, Borousas D, Mavrikos S, Dellis A, Bourounis M, Athanasiadis S.
Size of external genital organs and somatometric parameters among physically
normal men younger than 40 years old.
Urology. 2002 Sep;60(3):485-9; discussion 490-1.
PMID: 12350491 [PubMed - indexed for MEDLINE]

2: Chen KK, Chou YH, Chang LS, Chen MT.
Sonographic measurement of penile erectile volume.
J Clin Ultrasound. 1992 May;20(4):247-53.
PMID: 1315798 [PubMed - indexed for MEDLINE]

3: Ajmani ML, Jain SP, Saxena SK.
Anthropometric study of male external genitalia of 320 healthy Nigerian adults.
Anthropol Anz. 1985 Jun;43(2):179-86.
PMID: 4026241 [PubMed - indexed for MEDLINE]

4: Vasudevan G, Manivarmane, Bhat BV, Bhatia BD, Kumar S.
Genital standards for south Indian male newborns.
Indian J Pediatr. 1995 Sep-Oct;62(5):593-6.
PMID: 10829928 [PubMed - indexed for MEDLINE]
Ancora affettuosi auguri di Buona Pasqua.
Cordialmente
Prof. Giovanni MARTINO

[#7] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

comprendo molto la sua preoccupazione e le ho solo dato uno spunto di riflessione in merito alla sua richiesta continua.
Rispondendo che si e' fatto visitare da due andrologi e controllato su internet una valutazione, ha solo confermato quanto io ho tentato di comunicarle con la mia risposta precedente.

Credo che continuera' a cercare in continuazione una risposta correndo il rischio di finire nelle mani di persone che, senza scrupoli, potrebbero sottoporla a trattamenti non adeguati.
La chiedo solo di porre attenzione a questo quando accadra'

Cordiali Saluti
Dr. F.S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
[#8] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
sono contento che una mia valutazione soggettiva ed empirica, dettata più che altro dall'esperienza sul campo, trovi consenso nel parere Specialistico del Collega RUGGIERO.
Le rinnovo affettuosi auguri ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO