nervo  
 
Utente 491XXX
Buongiorno,
Un mese fa ho avuto un infortunio sul lavoro, dopo l’operazione la diagnosi è stata rottura nervo radiale, arteria radile e sezione completa del tendine abduttore ed estensore breve.
Mercoledì due maggio mi scadrà l’infortunio e avrò quindi la visita dal medico del INAIL.
In ospedale dopo la rimozione della stacca gessata non mi han detto di fare riabilitazione mentre invece un fisioterapista mi ha detto che devo farla per forza altrimenti nemmeno dopo 1anno riesco a muovere il dito .
La domanda è l inail può rimborsarmi la fisioterapia che devo fare?
Che punteggio di infortunio può essermi assegnato ?
E mercoledì io ovviamente non sarò guarito del tutto..ma è possibile chiedere un inserimento al lavoro con delle limitazione senza proseguire l’infortunio ?
Grazie e mi scuso per le tante domande
[#1] dopo  
Dr. Domenico Spinoso
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2018
Gentile Utente,
Tutti i lavoratori che hanno subito un infortunio hanno diritto alla fornitura gratuita di tutte le cure necessarie per giungere al più preso a guarigione e quindi anche la fisioterapia. Naturalmente circa la necessità di tale prestazione deve essere prescritta dai sanitari dell'INAIL e deve essere eseguita presso proprie strutture o strutture convenzionate con l'istituto.
Relativamente alla percentuale di invalidità non mi sento di poterLe fare delle previsioni.
Riguardo al rientro in servizio, sarà sempre l'INAIL a decidere se l'iter sanitario dell'infortunio si è chiuso e quindi potrà rientrare in servizio demandando al medico competente dell'azienda la valutazione, in termini di eventuali limitazioni nella mansione, degli esiti, temporanei o permanenti dell'infortunio subito.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 491XXX

Iscritto dal 2018
GraZie per la risposta.
Ma in internet ho trovato delle tabelle riguardo i punti che assegNa l’inail in base ai danni subiti.
Da quelle non è possibile capire circa a quanto potrei arrivare ?
Comunque oggi ho fatto la visita e mi fanno fare riabilitazione presso una struttura convenzionata.
Per ora non mi hanno concesso il rientro al lavoro ma ancora due settimane di infortunio.
Ma se la riabilitazione dovesse durare per un mese l’infortunio non può chiudersi fino alla fine ? O possono concedermi il rientro al lavoro e nel frattempo faccio la riabilitazione.?
[#3] dopo  
Dr. Domenico Spinoso
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2018
Gentile Utente,
certamente esistono delle tabelle di orientamento riguardo il punteggio di invalidità INAIL ma, come Le dicevo, non mi sento di fare una valutazione che necessiterebbe una visita medica per quantificare non soltanto il danno in sè, ma anche il deficit funzionale permanente che ne è scaturito.
Riguardo al suo rientro al lavoro l'INAIL lo concederà, come giusto, quando avrà completato l'iter terapeutico prescritto decretando la fine della malattia (in separata sede quantificherà in termini di percentuale di invalidità gli esiti permanenti) e affidandolo al medico competente dell'azienda per esprimere il giudizio di idoneità alla mansione specifica.
Cordiali saluti