Utente 596XXX
Salve,
svolgo da un po' di tempo un tirocinio per un laboratorio di analisi cliniche.
Qualche giorno fa mi è capitato un episodio a cui non so se devo dare peso o meno.
Nello svolgere le mie mansioni, mi è stato chiesto di spostare un portaprovette/cuvette vuoto, uno di quelli che si utilizzano negli analizzatori di chimica clinica. Senza pensarci troppo su, l’ho preso con le mani prive di guanti. Il giorno successivo, tuttavia, tornato in laboratorio, mi sono reso conto che i portaprovette non venivano mai puliti e, in particolare, quello che io avevo toccato era visibilmente sporco di siero incrostato.
Essendomi lavato le mani solo una volta tornato a casa, volevo chiedere se esiste la possibilità che io possa incorrere in qualche infezione o se mi sto preoccupando per un nonnulla.
Grazie in anticipo per l’attenzione.
Cordiali saluti
[#1] dopo  
Prof. Matteo Bassetti
24% attività
0% attualità
4% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2001
Gentile utente, le premetto che è bene sempre utilizzare i guanti per la manipolazione di qualunque materiale in labotorio. Ciò premesso se il materiale era "secco" come lei ha riferito non dovrebbe esseci alcun rischio infettivo
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 596XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dr. Bassetti La ringrazio per la risposta. Il materiale penso sia stato "secco" dato che sulle mani non ho riscontrato siero o altro materiale biologico in modo palese. Posso stare tranquillo o devo comunque eseguire qualche test? Le premetto che per quanto riguarda l'epatite B ho un titolo anticorpale (HBsAb) di 18,3 mIU/ml e quindi protettivo.
Attendendo una Sua gentile risposta Le porgo i miei più cordiali saluti.