Utente 984XXX
Buongiorno, ho 34 anni e circa 15 anni fa ho iniziato ad avvertire un click alla mandibola con deviazione verso sinistra. Ho portato vari bite e alla fine, non avendo disturbi particolari, ho deciso di non sottopormi a quello che mi era stato prospettato come unica soluzione : ortodonzia pre-chirurgica ed operazione finale. Attualmente avverto maggiore tensione nell'aprire la bocca che sembra bloccarsi ad un certo punto ed ho un'apertura limitata (3,2 cm.). Ho fatto una risonanza magnetica per sospetto locking cranico di cui riporto l'esito:

Regolare conformazione del condilo mandibolare e della attività glenoidea di dx. I rapporti articolari sono corretti ed il menisco appare normalmente interposto tra i capi ossei. A sn dismorfismo del condilo mandibolare che è appiattito. Vi è ispessimento della capsula articolare e sofferenza della cartilagine articolare del condilo. A bocca chiusa il menisco appare lussato anteriormente e lateralmente. All'apertura della bocca il movimento dei condili è lievemente asimmetrico: a sn si porta inferiormente e posteriormente alla tuberosità temporale con menisco correttamente interposto tra i capi ossei mentre a dx il condilo permane posteriore alla tuberosità temporale con menisco lussato in sede antero-laterale e compresso.

Mi è stato consigliato di fare un'artroscopia sia sinistra che destra perchè vi è un'inizio di artrosi cge potrebbe peggiorare con gli anni. Vorrei avere un Vostro parere in merito e se vi è urgenza di fare questo tipo di operazione.
Vi ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Filippo Martone
28% attività
0% attualità
16% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Non ne vedo una reale necessità. Come ha potuto notare la situazione è stata ampiamente appurata con la RMN. E' invece opportuno completare l'iter diagnostico, risalendo alle cause, ed istituire un opportuno percorso riabilitativo.
[#2] dopo  
Utente 984XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio Dottore per la disponibilità, ma cosa intende per percorso riabilitativo?
Grazie ancora,
Sonia
[#3] dopo  
Dr. Filippo Martone
28% attività
0% attualità
16% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
La base del corretto percorso di riabilitazione è una diagnosi chiara. Una volta che sia chiarito il suo problema il team multidisciplinare (odontoiatra gnatologo, neurologo, fisiatra, riabilitaore, psicologo) impostano un percorso generalmente compreso entro i sei mesi nel quale (attraverso dime occlusali, terapia manuale, riabilitazione a casa, eventuali farmaci di supporto) il problema viene risolto.
[#4] dopo  
Utente 984XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille!