Utente 984XXX
Salve sono un ragazzo di venti anni
di ritorno dalle vacanze ho incominciato ad accusare un arrossamento delle vene del pene, scarsa sensibilità, l'inscurirsi della pelle del pene e l'impossibilità di erezione.
Succesivamente, all'assenza di erezione si è sostituita una parziale erezione con tempi di molto bassi ed eiaculazione molto precoce (5 min), senza la possibilità di poter ripetere l'atto sessuale. Inoltre da agosto 2008 ad oggi noto la totale assenza di libido.
Insieme a questo disturbo si è assiociata un'inspiegabile perdita continua di capelli (non so se siano collegati i fatti).
Esposto questa serie di problemi al mio medico di famiglia mi ha rassicurato sul fatto di non dover procedere a nessun accertamento, ma vista l'età e il fatto che il problema inizia (dopo 6 mesi) a crearmi anche qualche problema di fiducia in me stesso e nei rapporti con l'altro sesso, chiedo a voi quali siano i possibili rimedi alla mia situazione.
Vi ringrazio per le vostre risposte
Arrivederci

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
gli elementi che ci fornisce non ritengo siano sufficienti per formulare una ipotesi diagnostica.
Penso sia imprescindibile che lei esegua una accurata valutazione andrologica che, alla luce di colloquio clinico, visita, dosaggi ormonali ed altri eventuali ulteriori accertamenti diagnostici possa definire il suo problema e le più opportune strategie terapeutiche.
[#2] dopo  
Utente 984XXX

Iscritto dal 2009
volevo ringraziarla per il suo consiglio e per la velocità nella risposta
grazie mille ancora
arrivederci
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Pescatori che mi ha preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.

ed anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=27950.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#4] dopo  
Utente 984XXX

Iscritto dal 2009
Salve ancora
ringraziandovi per le vostre risposte già fornitemi, volevo aggiornare il mio quadro clinico. A seguito di una visita andrologica ho eseguito un dosaggio ormonale da cui è emerso che:
FT3 3,6
FT4 1,3
TSH 1,12
anticorpi-anti-TPO 11,9
anticorpi-anti-TG 10,0
LH 3,5
FSH 2,1
PRL 229
Testosterone 847

il mio andrologo mi ha allora consigliato di attendere imputando la cosa ad un adeguamento ormonale visto che da un anno e mezzo a questa parte ho perso circa 20 kg, ma ormai è un anno che attendo e non noto nessun miglioramento nelle erezioni e nelle eiaculazioni, mentre continuo a vedere aumentare la quantità di vene arrossate sul mio pene
attendo risposte grazie mille
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Credo che forse sarebbe il caso di accelerare i tempi di una rivaluutazione andrologica, che più il tempo passa più la sua ansia aumenta.