Utente
Salve, fra pochi giorni mi sottoporrò a una circoncisione e frenuloplastica in day-hospital e ho un paio di dubbi che mi mettono un po' in ansia. Da sempre ho avuto difficoltà a scoprire il glande in erezione pur senza aver mai avuto problemi nei rapporti sessuali. Da qualche settimana però ho grandissime difficoltà (e dolore) a scoprire il glande anche quando non è in erezione, in quanto se ci provo la pelle del prepuzio si spacca creando forte dolore e delle lacerazioni al bordo, un po' come la pelle delle labbra quando fa freddo e sono screpolate. Inoltre una volta scoperto il glande all'attaccatura del frenulo si è formata una specie di patina di colore biancastro e tutta la pelle attorno è abbastanza rossa e gonfia. Inoltre ci sono una specie di granuli biancastri attaccati alla pelle come se ci fosse qualcosa di infettivo o batterico.

Attualmente sto usando un semplice sapone intimo (Saugella per uomo) ma appunto per le lacerazioni del prepuzio faccio davvero fatica a farmi l'igiene ogni volta per il dolore. La mia domanda è: devo usare anche una pomata (es. Aureomicina) per evitare l'insorgere di infezioni o addirittura per togliere quelle eventualmente già presenti?

Inoltre vorrei sapere, la circoncisione più frenuloplastica è molto dolorosa? è rischiosa? mi hanno detto che durerà una ventina di minuti e poi posso andare tranquillamente a casa. Con questo tipo di infiammazione le cose possono essere più complicate?

Grazie in anticipo e vi prego di darmi una risposta al più presto. Grazie!

[#1]  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
BENEVENTO (BN)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,a questo punto solo il chirurgo operatore puo' rispondere compiutamente ai quesiti posti.Non prenda iniziative personali perche' potrebbe complicare il quadro clinico e complicare un intervento che,nella sua "semplicita'" e routinarieta' ,puo' nascondere delle insidie facilmente evitabili dal preventivo controllo di uno specialista.Cordialita'.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2]  
Caro signore,
non si spaventi, se fra pochi giorni risolveà in maniera per lei cruenta e per chi la opera facilemente il suo problema.
Qualche doloretto nel post operatorio lo metta in conto, passa con borsa del ghiaccio ed anti-infiammatori comuni, quelli che si usano per mal di testa. I tempi operatori sono 20-30 minuti, al massimo.
Per quanto si tratta di medicamenti si attenga alle prescrizioni ricevute: variano da paziente a paziente.
Se tiene il problema le cose potrebbero complicarsi fino ad impedire un rapporto sessuale. Dopo intervento vanno tutti a casa in poche ore.
Faccia saperee come vanno le cose. E tranquillo

[#3] dopo  
Utente
Vi ringrazio per le risposte così veloci. Ho però un paio di domande:

-al dr.Izzo: l'intervento sarà fra una quindicina di giorni per l'esattezza. Secondo lei quindi è meglio che io non faccia nulla? nè pomata nè visite mediche ulteriori?

-al dr.Cavallini: le faccio la stessa domanda che ho fatto al collega. Per il resto la ringrazio per le rassicurazioni, sono sicuro andrà tutto bene.

[#4]  
Faccia come le è sato prescritto, di qui non so. In ogni caso visto che l' intervento è vicini, mi sbilancio a dire che sbaglia fa errore da nulla. Tranquillissimo

[#5] dopo  
Utente
Chiedo scusa in anticipo per la mia domanda che andrò a fare adesso, anche perchè si capisce che sono molto preoccupato per questa situazione, forse troppo: volevo sapere, ma visto che questa situazione di gonfiore e grande difficoltà nello scoprire il glande anche a riposo si verifica solo da un paio di settimane, mentre prima avevo difficoltà più che altro quando il pene era in erezione, non sto rischiando la cosiddetta parafimosi? Ho letto da varie parti che è qualcosa di grave e da curare subito per via chirurgica. Una volta scoperto il glande, anche se con un certo dolore e creando delle lacerazioni sui bordi del prepuzio, riesco comunque a far tornare coperto il glande, ma fino a qualche settimana fa l'operazione era decisamente più semplice.
Grazie e scusate ancora l'ansia che immagino trasparirà dalla mia domanda.

[#6]  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
MANCIANO (GR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

dalla sua descrizione si evince la necessità di procedere alla circoncisione, semplice,m indolore, ambulatoriale, con rapido ritorno alla normalità
Non insista a scoprire il glande ed attenda serenamente la soluzione chirurgica. I rischi di parafimosi non ci sono
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#7]  
Caro signore,
non potendola visitare mi attengo a quanto detto dal suo urolo, sono d' accordo nell' interpretare quest' ultima sua frase come attacco di fifa: normale prima di ogni chirurgia, ma le assicuro ingiustificato visto la tipologia di intervento

[#8]  
Gentile Lettore,
riguardo al suo timore di parafimosi precisiamo innanzitutto (per lei e per chi ci leggesse) che cosa è: la parafimosi è la impossibilità a ricoprire il glande con il prepuzio dopo che questo è stato retratto, il prepuzio retratto stringe il glande e rende difficoltosa la circolazione sanguigna. La parafimosi non può ovviamente verificarsi se il prepuzio viene lasciato in sede

Se TEME quindi la PARAFIMOSI, EVITI DI RETRARRE IL PREPUZIO sotto il glande. Per l'igiene intima è sufficiente che scopra appena il glande.

Cordiali saluti

[#9] dopo  
Utente
Salve, oggi finalmente mi sono sottoposto alla circoncisione + frenuloplastica, è andato tutto bene a parte un po' di paura e di dolore durante l'intervento.

Ho adesso una domanda: siamo al primo giorno dall'operazione, è normale che il mio pene sia parecchio gonfio sia attorno al glande che alla base? diciamo che adesso assomiglia a un salsicciotto gonfio...

Inoltre stasera cambiando la benda (non so se lo sto facendo correttamente) si era attaccata al punto che si trova sul buchino per urinare e si è aperta un po' la ferita facendo uscire qualche goccia di sangue... è tutto normale o devo preoccuparmi?

Sto usando betadine gel due volte al giorno e il chirurgo mi ha detto di non coprire il glande e il buchino per la pipi' con la garza ma di lasciarlo scoperto per poter urinare...ma come faccio se perdo sangue?? non credo sia igienico lasciarlo a diretto contatto con le mutande...

Grazie

[#10]  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
BENEVENTO (BN)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...tutto procede bene!Quanto al meato uretrale,il punto non può coincidere con esso,per cui,con un pò di attenzione,segua i consigli del chirurgo operatore.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#11]  
Caro signore,
prima che spariscano tutti gonfiori ci vuole un mese, e prima di decigdere se è venuta bene o male sotto il profilo estetico almeno 1 anno. Lasci pure scoperto, non succede nulla.

[#12] dopo  
Utente
Grazie per le risposte. Stamattina (a 2 gg. dall'intervento) ho fatto la visita di controllo e mi hanno detto che tutto procede bene.

Stasera ho messo nuovamente il Betadine Gel e forse ho un po' esagerato con la quantità perchè stavolta ho usato la garza per applicarla invece delle dita come consigliatomi dal chirurgo oggi. Adesso ho un certo bruciore tutto attorno al glande e ho paura di aver fatto qualcosa di sbagliato...può essere pericoloso il Betadine? Consideriamo anche che fra visita di controllo e stasera in totale è stata applicata 3 volte oggi. Mi devo preoccupare?

Il gonfiore è comunque un po' diminuito e anche il dolore, prima di stasera.

Grazie in anticipo per le risposte e scusate la preoccupazione forse eccessiva.

[#13]  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
BENEVENTO (BN)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...tutto continua a procedere nel migliore dei modi,come previsto e auspicato!Cordialità
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#14] dopo  
Utente
Dottore, abuso del suo parere un altro po' per un dubbio che mi ha messo non poco in ansia:
al controllo di ieri il chirurgo mi ha raccomandato di mettere la pomata sulla ferita attorno alla base del glande, e poi di "richiuderlo" spingendo la pelle verso l'alto, in modo da evitare che si gonfi, mi ha detto... Ma nel mio caso la pelle "finisce" per così dire dove ci sono i punti! e non posso fare altro che ricoprire con la stessa pelle (che però non scorre, ma si piega su sè stessa!) una parte del glande lasciando comunque scoperta una buona parte, visto che la pelle non c'è più... E il glande continua ad essere abbastanza gonfio. Devo preoccuparmi per parafimosi, che ho letto essere frequente dopo una circoncisione, o posso continuare come dice Lei a stare tranquillo e sereno?

Grazie ancora.

[#15]  
Non c'è nessun rischio di parafimosi dal momento che la pelle non ricopre più il glande.
Il gonfiore del glande è compatibile con uno stato post-chirurgico.

Cordiali saluti

[#16]  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
BENEVENTO (BN)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...segua serenamente i consigli del chirurgo operatore che ha il privilegio di visitarLa.Cordialita'.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#17]  
Caro signore,
i gonfiori spariscono del tutto dopo un mesetto. Per cui tranquillo.

[#18] dopo  
Utente
Grazie per i consigli. Adesso, a 6 gg. dall'intervento (sabato scorso) ho ancora un dolore continuo (non forte) e un certo gonfiore sia su dove prima c'è il frenulo, sia attorno a dove sono i punti, cioè alla base del glande. Tengo a specificare che mi è stata praticata una circoncisione parziale, vale a dire che la pelle adesso riesce comunque a ricoprire tutta la base del glande (cioè i dove ci sono tutto attorno i punti) e una parte del glande stesso, lasciandone scopertà all'incirca metà.

Sto mettendo betadine gel tutti i gg. due volte al giorno tutto attorno ai punti, che poi vado a ricoprire subito con la pelle come mi è stato indicato dal medico. Inoltre poi applico una garza tutta attorno al pene, che però appunto non va a diretto contatto con i punti.

Oggi sono stato fuori tutto il giorno con i jeans e forse a causa di questo, o per un peggioramento della situazione, si è gonfiato ulteriormente la parte del dorso del pene, con un gonfiore quasi "duro" e lasciando più profondamente all'interno della pelle i punti che ora sembrano come "incarniti". Inoltre esce una piccola quantità di sangue sia da lì che da un altro punto, ma è davvero una piccola quantità più che altro di sangue che ristagna, forse dovuto a qualche punto saltato.

Che devo fare? Mi sta venendo un infezione? Devo tornare di corsa in ospedale?

Ulteriore precisazione: i punti sono del tipo che si scioglie con l'acqua, pertanto il chirurgo mi ha raccomandato di non lavare mai dove sono i punti. Infatti sto usando esclusivamente il gel due volte al giorno.

Grazie e scusate per la lunghezza

[#19]  
Ha imparato sulla sua pelle ad usare pantaloni comodi e larghi. Tenga il pene alto contro la pancia, magari fissato con cerotto e non sipreoccupi.

[#20] dopo  
Utente
Al controllo effettuato venerdì dal chirurgo hanno rilevato un certo gonfiore e mi hanno prescritto antibiotici orali e antinfiammatori per 5 giorni, e in più oltre al Betadine dovrò usare anche il Gentalyn Beta.
Stanotte improvvisamente ho iniziato a sanguinare abbastanza copiosamente da dove ho i punti, la garza era per una buona parte inbevuta di sangue e sono stato molto in ansia tutta la notte. E' normale? Da cosa può dipendere?

Stamattina le cose sembrerebbero andare un po' meglio, non sanguino più, sono riuscito a pulire tutto e a mettere la pomata, lasciando solo un piccolo coagulo che non ho voluto togliere per evitare di far riaprire la ferita...è un problema o posso fare in questo modo fino al prossimo controllo che sarà fra un paio di giorni?

Grazie.

[#21]  
Può essere legato al fatto che è stato molto fuori, se può faccia un'attività meno intensa ancora per qualche giorno. Non si allarmi comunque.

Cordiali saluti

[#22]  
Nessun problema, come detto dal collega.

[#23] dopo  
Utente
A dieci giorni dall'intervento il gonfiore è diminuito anche se ancora presente...non si è più verificato alcun sanguinamento e al controllo ospedaliero mi hanno prescritto di continuare almeno fino a domani pomate e antibiotici. Sento comunque un certo fastidio nel contatto del glande con la garza, fastidio che immagino aumenterà quando sarà a contatto degli slip.

Ho una domanda: devo preoccuparmi per il gonfiore che ancora è presente sul dorso del pene? non è molto però c'è ancora. Inoltre, fra quanto secondo voi potrò tornare a farmi la doccia liberamente? E fra quanto poter riprendere l'attività sessuale? Tengo a precisare che i punti mi sembrano ancora tutti in sede.

Per il resto ho seguito finora i vostri consigli, cioè stare il più possibile a riposo e senza stancarmi. Grazie!

Infine un'altra domanda: sono stato operato presso una struttura pubblica, è normale che ad oggi non sia stato mai visto nemmeno una volta dal chirurgo che mi ha operato? mi sto rivolgendo all'ambulatorio dell'ospedale dove ci sono medici e specializzandi molto validi, ma non il chirurgo in questione. Secondo voi sarebbe utile prima o poi una visita con lui?

[#24]  
Copia incolla, così vien meglio.
Ho una domanda: devo preoccuparmi per il gonfiore che ancora è presente sul dorso del pene?
NO ci mette un mese già detto.

Inoltre, fra quanto secondo voi potrò tornare a farmi la doccia liberamente?
Subito.

E fra quanto poter riprendere l'attività sessuale? Un mesetto

Infine un'altra domanda: sono stato operato presso una struttura pubblica, è normale che ad oggi non sia stato mai visto nemmeno una volta dal chirurgo che mi ha operato? SI

mi sto rivolgendo all'ambulatorio dell'ospedale dove ci sono medici e specializzandi molto validi, ma non il chirurgo in questione. Secondo voi sarebbe utile prima o poi una visita con lui? Come vuole lei.

[#25] dopo  
Utente
Dottore la ringrazio per le sue risposte. Ho effettuato mercoledì l'ultimo controllo in ospedale dove mi hanno detto di sospendere antibiotici e qualsiasi tipo di pomata, e lasciare la parte libera da garze. Mi hanno vietato però di bagnare la parte ancora per 4-5 giorni per evitare lo scioglimento dei punti, che sono ancora presenti e di tipo auto-assorbente.

Ora avrei bisogno di un consiglio. Sto facendo comunque delle semplici applicazioni quotidiane di betadine liquido (subito asciugato con garza) e per il resto tengo la parte libera nei boxer. C'è la possibilità di applicare qualche pomata o olio o sostanza emolliente e benefica per il normale fastidio che c'è in questi casi nell'avere il glande a diretto contatto con gli slip? A volte sento proprio un bruciore che mi da non poco fastidio, e temo che la parte si possa un po' irritare. Ovviamente dev'essere una pomata o sostanza che non faccia sciogliere i punti.

Grazie ancora!

[#26]  
Non c' è problema, quegli oli o creme ce ne sono quante ne vuole e male non fanno.

[#27] dopo  
Utente
Ha qualche nome di prodotto da consigliarmi? Grazie

[#28]  
VEA, Fisian, pomata all' ossido di zinco.

[#29] dopo  
Utente
Un'altra domanda: sul punto dove prima c'era il frenulo si è formata una leggera patina biancastra appiccicosa...ma non riesco a capire se siano i punti intrisi di qualche liquido, oppure se si tratta di pus. C'è qualche modo per capirlo?
Gli altri punti sono tutti di colore scuro, mentre lì c'è appunto questa sostanza biancastra.
Grazie

[#30]  
Basta lavare

[#31] dopo  
Utente
Grazie per i consigli. Lo so che ho già fatto una domanda simile, ma vorrei delle delucidazioni "tecniche" riguardo all'attività sessuale post-circoncisione, e in particolare sulla masturbazione.

Premetto che sono passati 20 giorni dall'operazione, i punti ci sono ancora ma cominciano a staccarsi e alcuni mi sembrano già caduti. Da qualche giorno ho ripreso a lavarmi tranquillamente (i punti sono riassorbibili) e disinfetto una o due volte al giorno con betadine liquido o sapone per igiene intima maschile, per il resto lascio il pene libero negli slip durante il giorno. C'è ancora del gonfiore e del liquido biancastro in corrispondenza dei punti ma meno rispetto a giorni fa.

La mia domanda è questa. Quali controindicazioni ci sono alla masturbazione, a questo punto? Oggi ho provato per la prima volta una masturbazione dolce e sono riuscito a portarla a termine ma sia durante l'erezione che nel momento dell'eiaculazione ho provato un po' di dolore tutto attorno alla ferita e alla base del glande. Dopo non c'è stato nessun altro problema, nè sangue nè altro. Posso riprovarci? Oppure è consigliabile comunque aspettare altri giorni, e se sì, perchè?

Grazie e mi scuso per la lunghezza ma volevo specificare bene la situazione e capire bene i motivi.

[#32]  
Aspetti 6 settimane da intervento che si solidifichi la cicatrice prima di passare alla attività sessuale anche masturbatoria e cauta.

[#33] dopo  
Utente
D'accordo, seguirò il suo consiglio.

C'è un'altra cosa che mi preoccupa un po' e che non capisco: a 20 giorni dall'operazione continuo ad avere una specie di liquido giallastro che fuoriesce, a piccola quantità, da alcuni punti della ferita, in particolare dove prima c'era il frenulo e dall'altra parte, dove c'è il gonfiore. Di cosa può trattarsi? E' normale o devo farmi vedere dal medico per individuare un'eventuale infezione?
Grazie

[#34]  
Caro signore,
tranquillo, si faccia vedere dal medico se la cosa la tranquillizza, ma in assenza di dolore direi che potrebbe essere semplice siero. Aspetti qualche giorno magari, fino a martedì prioma di andare dal medico di base.

[#35] dopo  
Utente
Gentile dottore,
a 4 settimane e mezza dall'intervento il liquido (pus o siero che fosse) non c'è più, i punti mi sembrano tutti caduti e rimangono soltanto alcuni piccoli "salsicciotti" in alcuni punti tutto intorno a dove c'era la ferita e un gonfiore in (lentissima) diminuzione ma che è ancora un po' presente sul dorso del pene.

Ho provato qualche leggera masturbazione senza particolari problemi, ma sento che forse è ancora un po' presto...la mia domanda è: quanto devo aspettare ancora secondo lei, e sopratutto esattamente "cosa" devo aspettare? deve sparire del tutto il gonfiore oppure ci vorranno settimane e quindi posso ricominciare piano piano anche prima?

Preciso soltanto che la sensibilità c'è e da un po' di fastidio ma è qualcosa di sopportabile.

Grazie mille

[#36]  
Ho detto qualche decina di post fa 6 settimane di attesa.