Utente 984XXX
Buongiorno.Sono un uomo di 49 anni, operato di ernia inguinale bilaterale il 20 gennaio 2009 in laparoscopia e anestesia totale. Rappresento e rivolgo di seguito alcune mie perplessità e domande che spero trovino spiegazione scientifica tale da rassicurarmi:
- persistente dolore al lato dx che si irradia su tutto l'addome e che a volte interessa anche la spalla;
- particolare sofferenza dopo avere assunto e mantenuto per un determinato periodo di tempo (alcune ore) la posizione eretta?
- da circa 2 giorni, intensi, ripetuti ma brevi,dolori al testicolo dx;
- uso lo scooter per recarmi al lavoro (sedentario) e percorro circa 50 Km al giorno (andata e ritorno), spesso le strade sono sconnesse e confesso che la sella mi provoca dolore. Devo evitare di farlo? se si fino a quando?
- sono un podista amatoriale e vorrei tornare a correre la maratona.Quando posso cominciare ad allenarmi? (anche intensamente: ripetute in piano (lunghe) ed in salita (brevi),interval training......etc).
Vi ringrazio per la gentile disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Il dolore alla spalla destra e' descritto con una certa frequenza dopo un intervento in laparoscopia: e' causato dal gas residuo che non e' stato completamente riassorbito, ma non e' pericoloso e passa presto.
Anche gli altri piccoli disturbi la accompagneranno per un pochino, ma stia tranquillo che tutto si risolvera' in tempi brevi: se l'intervento non e' stato complicato da altri fattori penso che potra' tornare ad allenarsi nel giro di pochissime settimane. Naturalmente sempre a giudizio del Chirurgo che l'ha operata.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentile signore
non è facile rispondere non avendo partecipato al suo intervento e non avendo avuto la possibilità di visitarla nè prima e nè dopo l'intervento. Per tale motivo consideri le mie risposte in senso molto generico.
Oltre a quanto riportato dal collega vorrei aggiungere che il posizionamento della protesi, stimolando una reazione fibroblastica dei tessuti, può intrappolare alcune strutture nervose che possono determinare la sintomatologia da lei descritta.
Sempre la stessa protesi può comprimere il funicolo spermatico con risentimento al testicolo.
Nella maggior parte dei casi il quadro si risolve spontaneamente.
Sicuramente a distanza di così poco tempo dall'intervento l'uso dello scooter non è particolarmente consigliabile. Personalmente consiglio la ripresa completa dell'attività, fisica e sportiva, dopo almeno un mese.
Per maggiori delucidazioni tuttavia le consiglio una visita dal collega chirurgo che l'ha operata.

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
sono passati meno di venti giorni
che tipo di intervento è stato eseguito?perchè per via laparoscopica possono essere realizzati almeno due diversi tipi di intervento. sono stati utilizzati punti metallici? se affermativo che tipo?
che tipo di ernie erano? oblique esterne, dirette o tutte e due?
con questo tipo di intervento proprio definito mininvasivo il dolore dovrebbe essere ridotto. sta di fatto che lei riferisce di andare con lo scooter a lavoro su strade sconnesse e non dice da quanto tempo!
il dolore alla spalla destra potrebbe essere in relazione al pneumoperitoneo, di solito però e è un dolore precoce e non così tardivo.
detto questo la ripresa deve essere moderata, progressiva, le posso dire che ho saputo da una mia paziente, solo dopo(!!) però, che dieci giorni dopo l'intervento è andata in settimana bianca!! (non ci furono problemi) non le avrei però mai consigliato di farlo. direi che la prudenza in questi casi sia la regola.
mi faccia sapere