Utente 100XXX
Salve, sono un ragazzo di 24 anni e pratico come attività sportiva spinning e ciclismo (tre volte a settimana spinning e la domenica vado in bici da corsa facendo uscite da max 100 km). Mi è successo ultimamente, quando faccio spinng, nelle fasi di recupero, di avere un accellerazione breve dei battiti che riesco ad gestire con una respirazione diaframmatica. Ho eseguito nel mese di dicembre la visita mediga agonistica e mi hanno riscontrato un buon battito ma un recupero lento. Ho eseguito, sempre nel mese di dicembre, le analisi del sangue ed anche qui tutto nella norma. Qquesta accellerazione dei battiti può dipendere dal fatto di essere un ragazzo emotivo e premuroso (infatti a volte ho un pò di ansia)poichè ormai parto prevenuto?
P.S. quando vado in bici non mi è mai capitata una cosa del genere.
Aspettando il Vostro riscontro, Vi porgo i miei cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, la ricca innervazione di cui è dotato il cuore, fa sì che l'attività cardiaca risenta spesso di stati ansiosi/emotivi, manifestati dal'insorgenza di tachicardia o extrasistoli. Si tratta, spesso, di manifestazioni benigne, che non meritano approcci terapeutici particolari eccetto nei casi in cui si dovessero aumentare per durata e frequenza. In tali circostanze sarebbe utile eseguire un Holter ECG, prelievo venoso per valutazione della funzionalità tiroidea e test da sforzo al treadmill.
Cordialmente,