Utente 137XXX
Egr.

Sono un ragazzo di 23 anni, l'anno scorso ho scoperto di avere varicocele sx di terzo grado non presente sicuramente due anni fa in quanto controllato da visita per concorso pilota aeronautica militare. dopo aver fatto uno spermiogramma già allora pessimo mi sono operato a settembre '05 con tecnica scleroembolizzazione. Ora ho rieffettuato lo spermiogramma con esito che riporto. Vorrei avere informazioni su cosa siano di preciso queste malformazioni, a cosa possano essere dovute, se comportano sterilità e come possano essere curate.
Vi ringrazio per la disponibilità,

Distinti saluti.

Aspetto: torbido
Colore: normale
Volume: 3,2ml
pH. 7,7
Fluidificazione: completa
Viscosità: aumentata

N°nemaspermi: 69 milioni/ml
N°nemaspermi totali: 221 milioni
Motilità totale (a 60minuti): 49%
N° nemaspermi mobil.tot.: 108 milioni
Motilità rapidamente progressiva: 37%
Motilità lentamente progressiva: 12%
Motilità discinetica: /
Motilità agitatoria in loco: /

Forme vitali: /
Forme tipiche e fisiologiche: 8%
Forme giovani: /
Forme ipermature: /
Forme germinali rotonde: 9%
Atipie testa: 92%
Atipie pz. intermedio: 19%
Atipie coda: 6%
Varianti atipiche prevalenti: /
TZI: 1,27
SDI: 1,17
Leucociti: 2,0 milioni/ml
Spermioagglutinazioni: presenti

Giudizio: teratozoospermia

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
innanzitutto sarebbe interessante sapere com'era la qualità seminale pre intervento.
Dal referto che riporta emerge un numero di spermatozoi più che buono; la motilità, stando ai parametri dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, è praticamente nella norma (progressiva rapida + lenta ≥50%)
la morfologia in effetti è piuttosto alterata.
Non è facile rispondere alla sua domanda circa le cause di teratozoospermia; escludendo patologie come il varicocele e le infezioni delle vie seminali purtroppo non abbiamo grandi spazi terapeutici per il miglioramento della morfologia spermatozoaria. Spesso la forma degli spermatozoi è legata ad una anomalia nelle fasi di evoluzione maturativa dai progenitori a spermatozoo maturo per cui chiaramente non rimediabile.
Visto che dallo spermiogramma emerge un numero di leucociti alto (2 milioni/ml) io tenterei una valutazione microbiologica delle vie seminali (spermiocoltura)per escludere appunto un infezione.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
condivido il parere del Collega BENAGLIA.
Occorrerebbe conoscere i parametri del Suo liquido seminale prima del trattamento del varicocele, ed a 3 e 6 mesi dopo. Poi occorrerebbe vedere l'esito degli esami ecocolorDoppler di conrollo a 6 mesi dopo trattamento del varicocele. Quindi trarre le conclusioni. Fermo restando che vi sono trattamenti medici di supporto che, in assenza di patologie organiche (nel Suo caso di recidiva o persistenza del varicocele), possono in certa misura migliorare il quadro seminale.
Assolutamente da indagare, in ogni caso e prima di tutto,
le cause di quella elevata leucocitosi (aumento dei globuli bianchi). Ci tenga informati, e tenga soprattutto informato il Suo Andrologo.
Affettuosi auguri per tutto e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#3] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2006
Egr.

vi ringrazio per la gentilezza e interesse.
Il 02/01/2005 mi sono recato in pronto soccorso per dolori al testicolo destro. L'ecografia ha dato questo referto: Testicolo ed epidimio di destra lievemente aumentati rispetto ai controlaterali con vascolarizzazione arteriosa e venose conservate. L'epididimio destro presenta ecostruttura lievemente disomogenea e formazione cistica di 5mm. Si segnala varicocele sinistro con reflusso venoso durante manovra di Valsalva.
Terapia: cura antibiotica per 10gg. Al termine della quale ho eseguito spermiocoltura e antibiogramma.

Spermiogramma del 22/04/05:

Volume: 1ml
Tempo di fluidificazione: il campione non fluidifica
pH: 8
Colore: grigiastro
Viscosità: aumentata
Lunghezza filamento: 1cm
N°spermatozoi: 16,2 milioni/ml
N°spermatozoi nell'eiaculato: 16,2 milioni

Motilità dello sperma
Progressiva rettilinea a 60min: 4%
Progressiva non rettilinea a 60min: 21%
Progressiva totale(rettilinea/non ret.): 25%
"in situ" a 60min: 16%
Immobili a 60min: 59%
Motilità totale a 60min: 41%
Progressiva rettilinea a 120min: 0%
Progressiva non rettilinea a 120min: 19%
"in situ" a 120min: 17%
Immobili a 120min: 64%
Motilità totale a 120min: 36%

Cellule dello sperma.
Cellule rotonde: 2,65 milioni/ml
Leucociti: 848 migliaia/ml
Vitalità: 89%

morfologia.
Forme normali: 0%
Forme patologiche: 100%
CONCLUSIONI: oligozoospermia,astenozoospermia,teratozoospermia

microbiologia.
Esame microscopico: nulla da segnalare
Esame colturale: sviluppo di flora batterica mista,saprofita di probabile origine uretrale. Nessuno sviluppo di Neisseria o Candida.

ECOCOLORDOPPLER VASI SPERMATICI 12/05/05
eseguito in vista dell'operazione
conclusione del referto: varicocele di terzo grado al livello del testicolo di sinistra.

Dopodichè mi sono operato il 31/10/05.
A distanza di un mese il 12/12/05 ho effettuato il controllo ecocolordoppler con il seguente referto:
esame condotto con sonda ad alta risoluzione da 8Mhz, assenza di reflusso patologico a carico delle vene del plesso pampiniforme bilateralmente.conclusioni: assenza di varicocele bilateralmete.

Infine lo spermiogramma segnalato precedentemente del 19/05/06.

Vi ringrazio per l'attenzione,
cordiali saluti.

[#4] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
dalla visita in PS emergeva in effetti un epididimite che è stata correttamente trattata con antibioticoterapia. La presenza di numerosi leucociti nell'eiaculato potrebbe essere segno di prostatite cronca non batterica. Comunque ripeterei ancora la spermiocoltura per essere certo che non vi siano batteri.
Ad ogni modo la qualità dello sperma rispetto al contollo pre intervento è davvero notevolmente migliorata.

Un cordiale saluto
[#5] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2006
Grazie per la risposta faro' la spermiocoltura prima della visita dall'urologo in modo da fornirgli un quadro completo e non ritardare ulteriormente con altre prenotazioni la soluzione al problema. E' stato molto utile.

Cordiali saluti.