Utente 957XXX
Egr.Dottore
Sono un ragazzo di 31 anni ansioso per natura con episodi di attacchi di panico e tutti i sintomi che ruotano intorno all'ansia(colite,gastrite,nausea,vertigini ecc..)attenuati con cura omeopatica...
l'unico problema che non riesco a risolvee sono l'extrasistole frequenti che si presentano a periodi...entrato in ua fase d'ipocondria ho fatto molti esami diagnostici:2 ECG nella norma(Novembre 08),ECG Holter(Settembre 08)nella norma con sporadiche extrasistole(80 circa)monomorfe ed isolate,Ecocardiogramma Color Doppler(Gennaio 09) nella norma e durante l'esame il cardiologo mi ha controllato la tiroide ed è ok ,Holter pressorio(Novembre 08)nella norma PA media 130/79,valore minimo 115/65 e massimo 156/85,esami del sangue (marzo 09)valori normali,solo un tenue velo di albumina nelle urine.il cardiologo mi ha detto che il cuore è sano e devo riprendere a fare sport (per scaricare la tensione nervosa),cosa che ho abbandonato per paura di queste extrasistole.
Grazie alle parole rassicuranti del cardiologo,per un periodo (Gennaio e Febbraio 09), ero riuscito a stare meglio e non dare più ascolto alle extrasistole...quando la settimana scorsa reduce da turni notturni e cattiva alimentazione,si sono ripresentate in maniera continua e fastidiosa...tornato dal cardiologo mi ha prescritto una compressa al mattino di sequacor,il gastro-interologo invecce mi ha detto di prendere Levobren perchè potrebbe essere gastrite nervosa,il psichiatra mi ha parlato di somatizzazioni e mi ha dato l'elopram gocce...Cortesemente potrebbe consigliarmi a chi devo dare retta?premetto che non ho ancora cominciato nessuna delle tre cure..ho tanta di quella confusione in testa che non ci capisco più nulla.
spero di essere stato quanto più chiaro possibile e scusandomi di possibili errori grammaticali,porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, la ricca innervazione di cui è dotato il cuore e la sua vicinanza allo stomaco fa sì che qualuqnque alterazione dello stato emotivo e/o dell'attività gastrica, come può accadere in periodi particolarmente stressanti o dopo lauti pasti, può determinare a livello cardiaco l'insorgenza delle extrasistoli che lei tanto (ingiustamente) teme. Le extrasistoli sono infatti battiti precoci anomali, ma quasi sempre benigni, che interrompono il normale ritmo cardiaco senza però causare alterazioni della funzionalità cardiaca. La soluzione al problemanon è difficile, in quanto se lei fosse in grado di aumentare il suo stato di "self control", magari non ha davvero bisogno di nessuna delle tre terapie consigliate.
Si distragga, effettui sport, abolisca caffè e fumo (se fuma) e c
vedrà che andrà meglio.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 957XXX

Iscritto dal 2009
Dr. Martino,grazie per la risposta.
quindi posso stare tranquillo,se corro,sforzi ecc.non innesco una serie di extrasistole incotrollate,giusto?
nel frattempo ascolterò il suo prezioso consiglio.
saluti.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Stai tranquillo e svolgi le tue quotidiane attività più sereno.