Utente 105XXX
Salve sono un ragazzo di 20 anni e credo di avere una disfunzione erettile.
Prima di consultare una specialista avrei bisogno di un vostro parere.
Premetto che non ho avuto fino ad ora dei rapporti sessuali, ma circa 1 mese fa la mia prima volta si è rivelata un disastro. Faccio uso di di ansiolitici (Tavor) e antidepressivi (lorazepam) e attualmente sono in psicoterapia.
Veniamo ai dettagli; credo che oltre ai fattori psicologici che una prima volta possa avere, ci siano anche dei fattori organici. In pratica durante il rapporto non riesco a mantenere l'erezione e quindi mi risulta difficile arrivare ad una penetrazione e di conseguenza ottenere una prestazione e un risultato soddisfaciente o per lo meno sufficiente.
Dopo una stimolazione manuale del mio partner in pochi secondi perdo l'erezione;la stessa cosa succede quando mi masturbo.
Sottolineo ulteriolmente che questa situazione mi preoccupa molto visto che ho molte domande senza risposta.
Dovrei rivolgermi ad un andrologo? O magari è solo un fattore psicologico? E' normale che il pene perda facilmente l'erezione quando non viene stimolato?
Non ho mai fatto analisi al riguardo, dovrei farle?
Aspetto una risposta.
Grazie e distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
che la componente psicologica possa giopcare un ruolo importante nel suo problema sembra eestremamente bpossibile vista l' età ed i farmaci usati, ma un consulto da un collega è comunque necessario per escludere altre cause: ormonali, metaboliche e circolatorie.