Utente 105XXX
Buongiorno...mi chiamo enrico e ho 26 anni...a ottobre facendo una visita sportiva per il calcio il medico mi aveva detto che avevo una valvola del cuore che non si chiudeva bene ma che potevo comunque giocare a pallone..a me è venuto il dubbio e quindi sono andato a fare una visita cardiologica... il risultato è che ho una fibrillazione atriale parossistica...ho già effettuato un ecografia el cuore e esami del sangue ma è tutto nella norma.. solo che ogni tanto mi viene questa fibrillazione che tra l'altro non è comune perchè oltre a soffrire di questo problema io sono bradicardico ho una frequenza bassisima...quindi i medici non sanno come risolvere il mio problema perchè tutte le medicine rischierebbero di far abbassare ancora di più la frequenza cardiaca... premetto che io faccio una vita regolarissima, non fumo e non bevo...sono preoccupatissimo e non so più cosa fare..

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ercole Tagliamonte
24% attività
0% attualità
12% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
nelle notizie che ha descritto c'e un dato non chiaro, perché le hanno detto che c'e una valvola che non chiude bene mentre all'ecografia si parla di una situazione normale. Potrebbe trattarsi di una piccola insufficienza non rilevante, ma ci vorrebbero più notizie sulla morfologia e la funzione valvolare.
Per quanto riguarda gli episodi di fibrillazione atriale, questi sono mai documentati in un ECG? Potrebbero essere associati al problema valvolare solo se questi é di una certa entità. Andrebbero escluse patologie gastroesofagee e tiroidee (anche se quest'ultima è meno probabile vista la bassa risposta ventricolare). Solo se si è certi si tratti di fibrillazione atriale, ed escluse cause scatenanti, potrebbe essere utile ricorrere ad altri
esami.
Cordiali saluti


[#2] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
grazie per avermi risposto.. l'ecografia al cuore non ha evidenziato nessun tipo di problema nel mio cuore, e le valvole funzionano.. comunque la fibrillazione è stata documentata in un ECG ed è fibrillazione atriale... però essendo bradicardico anche se sono in fibrillazione la frequenza cardiaca non sale moltissimo.. faccia conto che la mia media è di 35-40 battiti al minuto quando sono sdraiato.. in alternativa mi hanno detto che potrei mettere il pace meker ma sono ancora molto giovane....
[#3] dopo  
Dr. Ercole Tagliamonte
24% attività
0% attualità
12% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
La situazione é delicata perché vanno dapprima escluse le possibili cause di fibrillazione atriale. Una volta fatto questo, se l'aritmia si associa a sintomì , potrebbe anche essere necessario il pacemaker ma questa eventualità deve essere attentamente valuta da un centro cardiologico di riferimento.
Cordiali saluti.