Utente 106XXX
Salve, vorrei sapere se usando un defibrillatore bifasico al posto di uno monofasico, scaricando 320 joule è possibile causare danni al paziente e che tipo di danni.

Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, un erronea stimolazione del defibrillatore quando non necessaria può senza alcun dubbio causare seri danni al paziente, finanche il decesso.
Saluti
[#2] dopo  
Dr. Ercole Tagliamonte
24% attività
0% attualità
12% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
se la scarica del defibrillatore è indicata (e questa è la cosa fondamentale, come riportato dal mio collega), la differenzatra tra il modello monofasico e bifasico è che quest'ultimo permette di ottenere lo stesso risultato erogando scariche di energia minore. Per fare un esempio una scarica a 360 J con defibrillatore monofasico equivale all'incirca ad una scarica a 200 J con defibrillatore bifasico.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Nello Danielli
20% attività
0% attualità
0% socialità
()
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,i nuovi algoritmi dell'American Heart Association prevedono 150-200j se la forma d'onda è bifasica esponenziale tronca,e 120jper quella bifasica rettilinea.Se l'onda è monofasica l'energia consigliata è 360j.Condivido quindi le risposte dei colleghi.Cordiali Saluti