Utente 108XXX
Salve,sono un ragazzo di 27 anni.Da ragazzo(20/23 anni)facevo uso occasionalmente SOLO di cannabis.Ormai ho smesso!!Tra qualche mese però andrò ad Amsterdam per tre giorni con degli amici,e lì sicuramente fumerò novamente spinelli.Vorrei sapere per quanto tempo potrebbero rimanere tracce nelle urine e in eventuali tamponi della saliva.Vorrei evitare problemi nelle settimane successive!!Vorrei sapere inoltre quali indicazioni alimentari potrei seguire per accelerare in processo di purificazione.
Le sottolineo che SICURAMENTE al ritorno tornerò nuovamente a non assumere più sostanze simili.
Sono alto 186 cm peso 84 Kg,faccio regolarmente attività fisica(palestra 3 volte alla settimana e piscina 2/3 volte al mese),non assumo farmaci per malattie o sostanze anabolizanti di nessun tipo,il mio quadro clinico fortunatamente è ottimo,seguo inoltre una alimentazione varia e regolare.Le ultime analisi di routine di pochi mesi fa sono risultate perfette.
La ringrazio per il consulto.
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile utente
per le caratteristiche fortemente lipofile del tetraidrocannabinolo, dopo uso regolare i metaboliti permangono nelle urine per ca 20-40 giorni a secondo della quantità assunta
[#2] dopo  
108040

dal 2009
per accelerare il processo di eliminazione delle tossin dai grassi cosa si può fare?Bere acqua,fare molto sport assumere vitamine b ecc...possono aiutare?Quali delle tante cose che si leggono su internet hanno in realtà un fondo di verità?
La permanenza di 20/40 giorni è sempre la stessa in tutti i soggetti o può variare in base ad alcuni parametri fisici?
Nel mio caso specifico avendo una massa magra e facendo sport potrei ridurre i tempi?In particolar modo non essendo un consumatore regolare ma occasionale(nel mio caso si parla solo di 3/4 giorni del viaggio)è possibile ridurre i tempi?In che modo?

Grazie
[#3] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
ovviamente i tempi di eliminazione sono individuali,in base a fattori metabolici,qualcosa per accellerare l'eliminazione non c'è niente;tutto quello che si sente in merito sono leggende metropolitane
[#4] dopo  
108040

dal 2009
Scusi ancora(le mie domande derivano dalla mia non-competenza in matera medica e soprattutto dalla scarsità e inesattezza delle notizie-leggende che si trovano su internet.),
ma quindi,visto che il THC presenta caratteristiche fortemente lipofile,che fanno sì che si annidi nei grassi a lungo,visto che io faccio normalmente molto sport non dovrebbero ridursi i tempi.Mi spiego,facendo attività aerobica e anaerobica almeno tre volte a settimana dovrei essere in grado di bruciare i grassi molto più velocemente rispetto a una persona normale.Quindi bruciando i grassi durante l'attività fisica andrei anche a espellere molto più facilemente le tossine del THC,giusto?Bruciando i grassi si va quindi ad accelerare anche il metabolismo fisico...

La ringrazio per la cortesia e la pazienza.
[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
ha postato anche un altro consulto con la stessa richiesta, in maniera più esplicita.
Lei sta chiedendo come fare a falsare (rispetto al risultato vero) un test a cui deve sottoporsi per motivi (presumo) lavorativi. Questo lo chiede in vista di un viaggio di piacere che deve fare e in cui ha in programma di usare cannabis.
Sta quindi chiedendo due cose che non possono avere risposta medica:
- come fare a sabotare un test alterando alcuni parametri corporei (cosa che comunque è inutile nei tempi che indica lei)
- come fare a trovarsi nella condizione di non essere identificato e quindi mettere a rischio anche altre persone potenzialmente nello svolgimento di attività per le quali non è ammessa la positività al THC

Si rende conto che un medico non può darle indicazioni di questo tipo ?

Faccio anche un altro commento. Questa urgenza di usare sostanze nonostante lei sappia che ci sono dei limiti sociali previsti esattamente a cosa si deve ? Anche il "sicuramente" non userò più non ha ragione di essere, nessuno "sicuramente" non userà più sostanze, quindi una dichiarazione del genere proprio prima di farlo, e con la preoccupazione di non doversene assumere le responsabilità sociali, non mi sembra un atteggiamento accettabile.
[#6] dopo  
108040

dal 2009
1.Non ho mai chiesto come sabotare un test in nessuno dei miei messaggi o di non essere identificato...legga bene prima di usare certe parole!!!Accelerare un processo metabolico non significa falsare...non le ho chiesto come falsare un test ma come eliminare più velocemente le tossine!!C'è molta differenza!!!Forse dovrebbe leggere più attentamente e capire bene il senso delle parole senza usare immaginazione!!
2.ho postato due messagi con lo stesso contenuto perchè non riuscivo a chiarirmi alcuni aspetti legati alla dinamica della eliminazioni corporee delle tossine...prima di fare assurde supposizioni, se avesse letto in maniera attenta i due messaggi, avrebbe notato che in entrambi i messaggi ho chiesto quale sia il processo legato alla eliminazioni delle tossine dal grasso corporeo e come questo fosse possibile attraverso una specifica attività fisica.Domanda a cui non ho avuto una risposta chiara nei post precedenti.Ho pensato quindi che un medico generico mi avrebbe risposto più chiaramente.
3.Ho chiesto se in farmacia vendono test delle urine affidabili...non vedo cosa ci sia di poco ammirevole in questo.
4.Credo che la sua "etica" che le impone di non dare simili consigli sia abbastanza contraddetta dal fatto che in tutti i post legati ai test delle urine parlate continuamente con chi vi scrive di acqua assunta a grandi dosi e medicinali che chi posta i messaggi dice di assumere per falsificare il test...io non ho mai chiesto nulla di simile!!
5.Nel posto dove vado non è reato,quindi non vedo il motivo per cui dovrei giustificarmi.
6.Io mi assumo tutte le mie responasibilità e non ho mai messo a rischio le persone che mi sono a fianco visto che non faccio uso di nessun tipo di droga se non in questi determinati viaggi...che lei lo voglia credere o no questo è un suo problema ma le vieto di fare assurde e pericolose insuazioni sulla mia "lucidità" sul posto di lavoro!!!!Sono risultato negativo a tutti i test che faccio periodicamentee...quindi eviti di fare della psicologia da quattro soldi!!!
7.Se volete chiarirmi gli aspetti legati alla eliminazione delle tossine in funzione di attività aerobica e anaerobica legata ai grassi,come chiesto in tutti i post,riuscirete sicuramente a chiarirmi i miei dubbi!!

Sicuro di una vostra risposta chiara in merito ai punti 2 e 3,visto che eticamente risultano perfetti,vi saluto e vi auguro buon lavoro!!!
[#7] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il punto eticamente non corretto è soltanto uno. Lei ha messo un consulto intitolato test urine PER MEDICINA DEL LAVORO.
Poi inserisce questa precisazione: "Le chiedo questo perchè andrò ad Amsterdam per tre giorni a festeggiare la laurea e quando tornerò al lavoro(indicativamente dopo 12 giorni dal ritorno del viaggio),vorrei essere pulito per eventuali test delle urine a sorpresa al lavoro."

Qui non esiste una finalità MEDICA di un consiglio in merito, perché lei non sta chiedendo di come eliminare le TOSSINE (siamo seri, se le vuole eliminare non le assuma). Lei sta chiedendo come fare a bypassare un test che è fatto apposta per identificare persone che fanno uso di cannabis e altro. Il test ha i suoi limiti standard, e lei sta chiedendo se qualcuno conosce un metodo per produrre un cosiddetto "FALSO NEGATIVO".

Ammettiamo che lei di lavoro guidi un mezzo pubblico. Secondo lei è eticamente utile che qualcuno le insegni un metodo per far risultare falsamente negative le urine alla cannabis.

Non aggiungo altro.

Esistono siti internet che si affannano per insegnare agli utilizzatori tecniche per far risultare negative le urine alla cannabis, ovviamente non sono di tipo medico.
Non è questione di moralismi inutili. Il problema non è medico e la risposta può darle (se esiste ma non mi risulta) uno strumento per lavorare sotto l'effetto (magari sfumato ma chi lo sa) di sostanze non ammesse nel suo lavoro.
[#8] dopo  
108040

dal 2009
"vorrei essere pulito per eventuali test delle urine a sorpresa al lavoro"....continuo a non vedere nella frase da Lei citata la parola "falsificare" che Lei continua a citare...!!!Dove vede la parola "falsificare"?
"e lei sta chiedendo se qualcuno conosce un metodo per produrre un cosiddetto "FALSO NEGATIVO"."..continuo a ribadire che queste sono solo sue considerazioni!!!
Io non le sto chiedendo questo!!Io sto solo chiedendo di spiegarmi il processo di eliminazioni di tossine dai tessuti grassi a seguito di attività fisica aerobica e anaerobica e Lei si ostina a chiamarlo "tentativi di falsificare un test"...sinceramente questa cosa mi spaventa...!!!La prego di evitare poi allusione e di evitare di dire che io voglio falsificare un test.IO NON VI HO MAI CHIESTO COME FALSIFICARE UN TEST,vi sto solo chiedendo la spiegazione di un processo biologico...
oralismi inutili.
"Il problema non è medico e la risposta può darle (se esiste ma non mi risulta) uno strumento per lavorare sotto l'effetto (magari sfumato ma chi lo sa) di sostanze non ammesse nel suo lavoro."
La prego (nuovamente) inoltre di evitare di fare allusioni e dire falsità simili,Lei sta insinuando che io lavori sotto effetto di droghe??Spero che lei si renda conto di certe affermazioni e accuse!!!Lei non mi conosce,non conosce il mio quadro clinico e insinua che io lavori sotto effetto di droga???Forse lei non tiene conto del peso legale delle sue affermazioni!!!
Le consiglio di tenersi per lei certe affermazioni!!!
IO NON FACCIO USO DI NESSUN TIPO DI DROGA in Italia perchè qui è illegale e soprattutto eticamente contrario al mio modo di affronare il lavoro e il modo di offrire un servizio!!!Io non sono un consumatore abituake di droghe,io non mi drogo!!!Se fosse il contrario lei avrebbe ragione a farne una "ragione etica"ma nel mio caso non ne vedo il motivo che non mi drogo!!
Spero che questo le entri bene in testa.Andrò ad Amsterdam e tornero al lavoro solo dopo 20 giorni al lavoro,il che significa che quando rientrerò in servzio non sarò certo sotto effetto di droghe!!!...quindi la prego evitare certe affermazioni...
Mi dispiace constare quindi la sua ostinazione nel non spiegarmi un processo biologico naturale legato all'eliminazioni delle tossine a seguito di attività fisica!!
Attendo ancora una risposta su:
1.se i test forniti in farmacia sono attendibili
2.se a seguito di attività fisica aerobica e anaerobica il processo di eliminazioni dei grassi e di conseguienza delle tossine sia più veloce o rimanga immutato.Se si perchè?
Grazie






[#9] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Senta:
la legge prevede che lei sia negativo al test che deve effettuare, questo ce lo dice LEI. Ci sta chiedendo come far risultare i testi negativi anzichè positivi. Questo lo chiede LEI.
Che lei non sia sotto effetto della droga dopo averla assunta durante una vacanza dipende molto, a volte gli effetti sono protratti. Ci sono tanti consulti in proposito. E comunque le ricordo il non-senso medico di una richiesta del genere. Dov'è la ragione medica per evitare che un test risulti positivo ? Si tratta di un test di medicina del lavoro, e quindi ? Perché deve farlo risultare negativo con probabilità maggiore ?

Lei non sta chiedendo come eliminare la cannabis più rapidamente perché dopo averla usata vuole evitare effetti collaterali prolungati. Lei sta pianificando di usarla (è irrilevante dove), il che è preoccupato di eliminare le tossine è privo di senso.
Ce lo chiedesse almeno in termini generali, avrebbe un senso medico: come si fa a eliminare la cannabis prima.

Ma la cosa incredibile è che lei scrive specificando apposta lo scopo a cui le serve.

Io non aggiungo altro e chiudo.

ma poi di quali tossine va parlando ? Il THC ?

I test sono tutti validi ma hanno soglia diversa, quindi può benissimo risultare negativo a uno e positivo. Mi pare poi che abbia ricevuto la risposta dal Dr. Vannucchi, che è correttissima.

Di persone che facendo quello che ha intenzione di far lei poi si sono trovate con test positivi e problemi di lavoro ne ho viste diverse.
Quindi queste critiche e questi chiarimenti li intenda in questa sede anche come un consiglio di non correre inutili rischi.
[#10] dopo  
108040

dal 2009
Io le sto chiedendondo di spiegarmi semplicemente un processo metabolico e Lei non lo vuole fare,non le sto chiedendo di darmi indicazioni su farmaci per smaltire prima tossine(questo sarebbe illecito),si parla di procesi metabolici,non vorrà certo dirmi ora che è illegale fare attività fisica prima di fare un test?!?
Voglio sapere come reagisce il mio corpo a ciò!!!

Detto questo credo che il nostro dibattito possa anche terminare qui vista la nostra netta divergenza di opinioni

Con ciò la saluto e le auguro buon lavoro e felice feste.


[#11] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No mi dispiace lei non ha chiesto questo.

Lei si preoccupa dell'azione delle tossine (come smaltire più velocemente) e però pianifica di assumerle apposta.

Terminiamo qui che la mia opinione sulla richiesta rimane sempre la stessa.
[#12] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
52% attività
20% attualità
20% socialità
SOLOFRA (AV)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Gentile utente, tolga pure il gentile


Lei ha fatto una richiesta che il collega ha argomentatamente commentato, in merito all'uso di sostanze da far sparire dal suo corpo casomai dovessero farle dei testi a sorpresa sul lavoro.

Ora, cio' implica che lei svolge un lavoro per cui se fosse positivo alle sostanze potrebbe mettere a repentaglio la propria vita o la vita altrui e che necessita assolutamente la negativita' alle sostanze.

Siccome, decide di andare ad Amsterdam e di fare uso di sostanze, se ne assume tutte le responsabilita' conseguenti, e, qualora, dovessero farle il test, le conseguenze derivanti dalla positivita' al test stesso.

La risposta tecnica le e' stata data ampiamente, 40 giorni.

Poi, puo' fare quello che le pare, le saune, come nella sua richiesta che ho eliminato, le docce, le bevande, tutto quello che vuole, sapendo in ogni caso che mette a repentaglio, non solo se stesso, ma anche altre persone.

Tra l'altro, questa sua insistenza di voler utilizzare sostanze stupefacenti quando andra' fuori mi fa riflettere sul fatto che lei non e' realmente uscito totalmente dal problema dell'uso di sostanze, e questo dovrebbe spingerla a chiedere un consulto specialistico appropriato.