Utente 111XXX
Salve a tutti, vorrei esporre il mio problema, purtroppo tutto è successo qualche pomeriggio fa, girovagando per internet mi sono ritrovato a leggere delle pagine che parlavano di alcune cose riguardanti i testicoli tipo malattie e annessi. Dopo avere visto tutte queste cose, si potrebbe dire che mi sono impressionato al punto che stavo per sentirmi male (sono un tipo molto ansioso e suggestionabile). Dopo essermi calmato sono iniziati i "veri" problemi. Per tutto il prosieguo del pomeriggio e la sera ho iniziato a sentire solo un leggero fastidio (quasi impercettibile) al testicolo destro, tipo prurito. Il giorno dopo (cioè ieri) invece questo fastidio si è "evoluto" in una specie di dolorino (sempre impercettibile) che è comparso solo quando camminavo, mentre invece stamani mentre facevo un'autopalpazione, forse ho preso male il testicolo sinistro e tutto si è spostato proprio nella parte sinistra (sempre tipo fastidio o dolorino impercettibile) tanto che ora ho addirittura paura a toccarli e sto sempre con l'ansia che magari possa arrivare qualche dolore fortissimo oppure che io abbia qualche malattia grave.
Ricordo anche che da febbraio ho un problema di extrasistole che mi ha stressato molto e ne ho parlato qui http://www.medicitalia.it/02it/consulto.asp?idpost=81528 c'è anche la scuola di mezzo, inoltre ho parlato di un altro mio problema qui http://www.medicitalia.it/02it/consulto.asp?idpost=82072 non so se può essere utile. Vorrei dire in più, che alcune volte sembra che in realtà il dolore provenga dal basso fianco (ieri a destra, dopo l'episodio di stamane a sinistra) addirittura, delle volte, sembra che il fastidio venga in realtà dal basso ventre. Aspetto una vostra risposta, giusto per avere un parere e per avere un minimo di tranquillità, so che purtroppo non si possono fare visite per via telematica e non si possono dare tantomeno pareri e aiuti sicuri, però vorrei capire almeno se c'è davvero qualcosa oppure è solo frutto del mio cervello visto che ho già detto prima che soffro di ansia e tendo ad ingigantire qualsiasi cosa. Grazie e saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
di una cosa sono sicuro che lei si "ascolta molto", e a rischio di diventare irriverente direi troppo. In data 2 maggio alle 18.56 le dicevo per la terza volta di fare un salto da un collega, mi pare che tale andata sia stata rimandata. Ora i testicoli sono sede di tutti i dolorini, doloretti del mondo comnpresi quelli che partono dai reni. Laonde da un collega a gambe in spalla.
[#2] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Mi scusi dottor Cavallini, che ha voluto dire con questa frase: "Ora i testicoli sono sede di tutti i dolorini, doloretti del mondo compresi quelli che partono dai reni". Che in pratica appena mi viene qualcosa in qualche punto del corpo tutti i vari dolori si spostano in quella zona??? Aspetto una sua ulteriore risposta, comunque grazie della risposta data.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Che i testicoli oltre a dolori propri sono sede di dolori che vengono da reni, spina dorsale, muscoli lombari, prostata.
[#4] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Quindi mi vuol dire che potrebbe anche non essere un problema testicolare??? ma magari dovuto ad altri fattori??? ma potrebbe essere anche questo stress che ho dagli inizi di febbraio? come lei ben sa se ha letto gli altri miei post. Aspetto una risposta. Grazie e saluti.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Anche quello, ma meglio controllare. Ipotesi ne ha già abbastanza.
[#6] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Salve a tutti, riscrivo dopo oltre 2 mesi, in quest'ultimo periodo ho fatto una prima visita dal mio medico curante e ho spiegato un pò la mia situazione (che dal primo post del 6/5/2009 è leggermente cambiata), infatti ora nello scroto sento come una sensazione di un qualcosa che scende (tipo liquido che scende), senza dolori, il mio medico mi ha detto che non è necessario fare un eco doppler perchè potrebbe essere solamente un fatto di fluidità del sangue e di emotività mia (visto che ripeto, sono un tipo molto ansioso), dopo questa diagnosi mi ero "leggermente" tranquillizato, ma domenica (12/7/2009), dopo una leggerissima febbre (circa 37.5°/37.7°9) durata pure poco (fino solo al lunedi pomeriggio successivo), inizio a sentire un leggerissimo fastidio nella parte sinistra dello scroto, e ieri sera, dopo una palpazione, ho notato che nella zona sotto/dietro del testicolo sinistro si sente come quando si sfregano le dita su una mano che ci sono le ossa una dopo l'altra, e poi ho notato anche qualcosa tipo una specie di rigonfiamento rotondo (ma non mi pare fosse una pallina dura perchè non mi sembrava dura), preciso inoltre che non ho nessun tipo di dolore palpando testicoli e questa nuova "cosa" dentro lo scroto...cmq molto probabilmente venerdì prenoterò FINALMENTE la visita dall'urologo/andrologo (non me ne voglia il mio medico, ma io voglio stare tranquillo al 100%), ora vorrei chiedervi, ma questa nuova "entità" che ho palpato, potrebbe essere qualcosa di tumorale? qualcosa che riguarda il varicocele o l'idrocele? oppure qualche piccola cisti? o altro tipo un residuo di liquido?, se qualche dottore potesse darmi qualche indicazione in più (e possibilmente precisa), ve ne sarei molto grato. Aspetto una risposta (possibilmente celere) e ringrazio tutti quelli che vorranno darmi retta visto che sono un paziente un pò difficile. Grazie, ciao.
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Celermente rispondo che aspettiamo tutti l' esito della visita. Tutte le ipotesi sono valide: già detto.
[#8] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Potreste togliermi solo un dubbio? E' possibile che delle vene si trovino anche sotto il testicolo? O dietro? Perchè sembra che siano tipo tubicini (ma sono sempre delle impressioni che ho io). Aspetto un'ulteriore risposta. Grazie.
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Avvolgono tutto il testicolo, ma più si palpa più robaq sente.-
[#10] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Ma questo è riferito a quella "entità" a cui mi riferivo nel post di prima, sembrano tipo tubicini (o non so che cosa, visto che non so cosa possano essere) e sembra che siano nella zona sotto il testicolo ma un pò dietro...ma non credo che sia una cosa del testicolo, perchè poi quando li palpo (i testicoli), questi "tubicini" (chiamiamoli così) mi sembra di non sentirli...se qualcuno volesse dare un'ulteriore risposta ne sarei grato. Grazie.
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Cavallini che mi ha preceduto, se desidera poi altre notizie più dettagliate su eventuali problemi di natura andrologica che interessano i giovani uomini le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=35780.

Qui potrà trovare anche tutte le raccomandazioni date dal National Cancer Institute statunitense su come fare correttamente l'autopalpazione del testicolo.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#12] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Salve, oggi sono andato a fare la visita urologica, il medico che mi ha visitato (solo palpazione) mi ha detto che ho un varicocele di 2° grado (ma mi ha detto di stare tranquillo che non è assolutamente grave), solo che ora mi ha detto che molto probabilmente dovrò fare un piccolo intervento, ora vorrei chiedervi, quando è di 2° grado l'intervento va fatto obbligatoriamente? oppure c'è qualche cura che potrebbe evitarlo? Aspetto una risposta, grazie.
[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

dopo una diagnosi di varicocele bisogna fare un ecocolordoppler delle vene spermatiche ed un esame del liquido seminale.

Di solito, dopo avere fatto queste indagini di base, poi si decide cosa fare.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#14] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Si infatti il dottore mi ha detto che questi esami vanno fatti, solo che ha aggiunto già da ora che il varicocele dovrà essere operato, infatti io vorrei chiedere, ma anche se c'è il varicocele, e lo spermiogramma e l'eco doppler danno risultati, diciamo, incoraggianti, l'operazione si potrebbe evitare???...cioè diciamolo una volta per tutte, a me non interessa se divento sterile (esiste l'adozione) sarò egoista ma io vorrei sapere solamente se potrebbero esserci problemi più gravi sulla mia salute (tipo malattie e altro)...altrimenti perchè operare??? Aspetto risposte. Grazie.
[#15] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,ù
l' operazione di varticocele ha sensos solo se è presente alterazione dello spermiogramma, dolore o alterazioni del testicolo. Vediamo esami e non si allarmi più di tanto.
[#16] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Dolori non ne ho, anche quando ha palpato non ho sentito nulla, al massimo qualche dolorino ogni tanto così sporadico...per quanto riguarda le alterazioni, se lei intende l'ingrossamento non credo ci sia anche perchè al tatto lui me lo avrebbe detto...solo che mi viene un dubbio, se non dovesse esserci nulla di anomalo e lui mi continuerà a dire che bisogna operare, in quel caso, come dovrei comportarmi??? Aspetto risposte. Grazie.
[#17] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

allora bisogna risentire il suo medico curante e poi comunque, prima di prendere una decisione chirurgica, potrebbe essere utile sentire anche un altro parere specialistico.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#18] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,ùle ho detto quali sono le linee guida internazionali sulla chirurgia di varicocele. Faccia esami poi se ne parla.
[#19] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Salve a tutti, ho eseguito lo spermiogramma e ho già ritirato il referto, copio qui testualmente quello che c'è scritto:

ESAME LIQUIDO SEMINALE
ESAME FISICO
Colore Bianco Perlaceo
Odore Sui Generis
Torbidità Quasi Limpido
Volume 3,5ml
Viscosità Normale

ESAME CHIMICO
pH 8,0

ATTIVITA' CINETICA
GRADO ATTIVITA' CINETICA
NUMERO E MORFOLOGIA
Nemaspermi/ml AZOOSPERMIA 20 - 250 milioni
Cellule Epiteliali PRESENTI
Leucociti ALCUNI
Emazie PRESENTI
FORMULA NEMASPERMICA
FORME ANORMALI

questo è quanto, solo che non sono molto convinto perchè su questo foglio che mi hanno dato non ci sono valori di riferimento e sembra fatto abbastanza male, cmq credo che l'esito sia molto disastroso perchè c'è quel AZOOSPERMIA che vuol dire che non ci sono spermatozoi vero?...però io sarei tentato a fare un'ulteriore spermiogramma ad un altro ambulatorio, voi cosa mi consigliate?
Aspetto una celere risposta su tutto quello che ho scritto, bello o brutto che sia. Grazie.
[#20] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
brutto è brutto un bel po. E assolutamente indispensabile consultare il suo andrologo: non si reoertano spermatozi.
[#21] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

certo , ripetere l'esame è il primo passo da fare in un laboratorio dedicato e che segue le indicazioni date dall'OMS.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare problema riproduttivo, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=19850.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemedra.com

[#22] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Ma è possibile che nel campione di sperma portato in laboratorio non c'erano spermatozoi però in realtà nel liquido spermatico ci sono???...perchè sono convinto di averne portato pochissimo liquido ad analizzare. Aspetto risposte, grazie.
[#23] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Se ha perso parte del campione rifaccia subito esame.
[#24] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
In che senso se ho perso parte del campione? mi faccia capire...io intendevo per il fatto che dopo la masturbazione è uscito poco liquido e quel poco l'ho portato in laboratorio perchè lo analizzassero, non vorrei che era troppo poco e magari in quel campione non hanno trovato spermatozoi ma in realtà ci sono. Aspetto risposte. Grazie.
[#25] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

in sintesi deve ripetere l'esame in una situazione "ambientale" la più "confortevole".

Deve dare tutto il liquido seminale eiaculato facendo attenzione a non perdere parte del campione, soprattutto la prima parte, e poi potremo dirle qualcosa di più preciso.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemedra.com