Utente 111XXX
Salve ho 23 anni, e l'anno scorso ho scoperto di essere allergica al nickel, è di primo livello quindi leggera, infatti non ho dermatiti, o almeno credo, visto ke nell'ultimo periodo mi capita di avere prurito, comunque, i miei sintomi sono gonfiore, stitichezza, dolore addominale, malessere continuo, brufoli al viso....dopo averlo scoperto, ho fatto ricerche sugli alimenti proibiti e non, e subito ho iniziato a mangiare molto meno, si sa il nickel è dappertutto, ma mi rendo conto ke c'è qualcosa ke non va, sarà la stagione estiva alle porte, non lo so, ho letto ke anke nei kiwi c'è ne a sufficienza, vero? e nelle pesche e albicocche? io non so a ki kiedere, lo so ke è impossibile avere una lista perfetta, però sia in quella dell'ospedale ke su internet, ci sono delle piccole variazioni, quindi posso mangiare i kiwi, fragole pesche e albicocche?queste ultime c'è ki dice che derivano da mandorle e di conseguenza non posso mangiarle...
Io soffro di intestino irritabile, troppo, troppissimo, colite cistiti etc...è legato tanto al nickel?se così devo di nuovo mettermi a dieta severa..
vi prego di rispondere perchè peggioro giorno dopo giorno..
grazie già da ora

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Se lei ha coliti molte e gravi ma la positivita' al nickel (con che test?) e' solo marginale, allora secondo me il poco nickel non spiega il molto mal di pancia.

vada da un gastroenterologo o da un proctologo, escludiamo virus, batteri, parassiti, coliti ulcerose, morbo di crohn e banali emorroidi, e se tutto e' negativo, allora torneremo a guardare il nickel.




[#2] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
ho fatto il pach test o come si kiama?comunque il test apposito per questo tipo di allergia, ho tenuto nn ricordo quanti gg dei cerotti......
[#3] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Il patch test misura una allergia cellulomediata e si riferisce alle dermtatiti da contatto cutaneo, gancetti, bigiotteria ecc.


[#4] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
si capisco, ma allora cm faccio a sapere? una mia amica ha fatto la stessa cs e le hanno detto uguale..e poi ho seguito quella dieta evitando quei cibi sconsigliati, ed ecco inizio a stare meglio, molto meglio e sento la differenza se nn sono regolare cn l'alimentazione ho tanti disturbi..comunque andrò dal gastroenterologo, anke il medico da base me la consigliato..grazie di cuore
[#5] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Se lei fa una dieta di un certo tipo non evita solo il nickel (presente oltretutto in tracce) ma 1) evita anche tante altre sostanze presenti negli alimenti, una delle quali potrebbe essere la vera colpevole della sua supposta intolleranza, e 2) segue un regime alimentare piu' igienico e disciplinato che non con l'alimentazione libera.

In queste condizioni il beneficio puo' derivare da cause altre che non il nickel.