Utente 749XXX
Buongiorno, da tempo ho problemi di nausea e enso di vomito dopo aver fatto uno sforzo es. sollevare cassette di acqua, fare le scale a piedi, ecc. Sono un camminatore e spesso anche in montagna. Se lo sforzo e ben diluito non ho omplicazioni se,invece,lo sforzo e' piu' concentrato e immediato scatta la nausea e senso di vomito associato a ml di testa. Ho gia' fatto, non molto tempo fa, eco, cardiogrammi, e prove da sforzo con anche la prova Holter sule 24 ore. Nulla di fatto e, sembra, tutto nella norma. Potrei avere un Vostro gentile parere in propsito ?
GRAZIE

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, i sintomi da lei riferiti sembrano legati più ad una esaltata attività vagale e/o ad un alterata attività gastrica che ad un reale problema cardiaco. Le consiglierei di indagare verso tale campo.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 749XXX

Iscritto dal 2008
GRAZIE per la risposta. In effetti (ho omesso questo dato) soffro di esofagite ed ernia jatale. Tuttavia, a suo tempo, il gastroenterologo mi disse che, secondo lui, la nausea e il senso di vomito - da sforzo - non proviene da li'. Esofagite ed ernia jatale sono, piu' o meno, sotto controllo con cure periodiche. Fatto sta che il disturbo e' sempre presente(a volte anche senza sforzo) Sono un "modesto" iperteso ma, anche questo disturbo, e' tenuto sotto controllo. (ho 59 anni)
Cosa intende per "esaltata attivita' vagale.."

GRAZIE e cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Il nervo vago è spesso chiamato in causa negli stati di alterata attività gastrica, perchè collega direttamente gli organi addominali al cervello e siccome una sua eccitazione può esser causa di nausea, vomito, bradicardia e sudorazione, sintomi che in parte lei ha indicato, è probabile che una temporanea "esaltata attività" di tale nervo sia corresponsabile dei suoi fastidi.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 749XXX

Iscritto dal 2008
GRAZIE per la risposta. Ammesso che sia il nervo vago la causa ( i sintomi sono proprio quelli da Lei elencati) e il responsabile di questi disturbi, cosa si puo' fare ? C'e' qualche rimedio, cura, oppure anche soltanto una "illusione" di contenere il disagio (andrebbe bene anche un effetto placebo) Putroppo ho altri problemi legati al sistema "neurologico" e convivo come meglio si puo'.
GRAZIE ancora per la Sua gentilezza.