Utente 117XXX
Salve a tutti... Vorrei gentilmente sapere una vostra opinione su questa visita cardiologica:
ANAMNESI PATOLOGICA REMOTA, FATTORI DI RISCHIO, COMORBIDITÀ
In età infantile riscontro di soffio cardiaco interpretato come innocente; nel 2004 ecocardiogramma (per svolgere attività sportiva) con evidenza di piccolo shunt interventricolare sottoaortico; 6 mesi fa episodio di cardiopalmo soggettivamente avvertito con eccesso in PS, non ulteriori accertamenti cardiologici; alcune settimane fa recidiva di cardiopalmo e nuovo controllo ecocardiografico con evidenza di ipertensione polmonare e insufficienza tricuspidalica. Il 25/05/2009 HOLTER con evidenza di ritmo sinusale normofrequente.
ESAME OBIETTIVO
Toni cardiaci validi e ritmici, primo tono sdoppiato; rinforzo secondo tono su polmonare; soffio da rigurgito tricuspidalico 2/6. PA 150/100
ELETTROCARDIOGRAMMA
Ritmo sinusale tachicardico con deviazione assiale sx

Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, l'innesco di una probabile tachicardia sopraventricolare associata ad un incremento delle sezioni destre del cuore, legate alla presenza di un difetto interventricolare (DIV), richiederebbero una corretta valutazione aritmologica ed interventistica per una eventuale chiusura del DIV. Si rivolga ad un centro qualificato come ad es. nella sua regione il Policlinico Universitario S.Orsola di Bologna.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
Nel caso in cui fosse necessario intervenire per chiudere il DIV, l'intervento chirurgico sará a cuore aperto?
Oppure esistono altre tecniche non invasive?
Cordiali saluti