Utente 119XXX
Salve con la presente chiedo a voi dottori un parere. Sono un ragazzo di 29 anni ex fumatore da qualche mese (circa 4), carattere ansioso su tutto ciò che riguarda la salute, nel 2004 ho avuto un episodio di pericardite con interessamento dell'epimiocardio che ha richiesto ricovero ospedaliero ma tutto si è risolto perfettamente. ecg, ecografie e prova da sforzo successive tutte perfette. Quello che vi chiedo è che da circa 1 mesetto e mezzo ho ripreso dopo circa 5 anni di inattività, lo sport con jogging nel parco e partita di calcio per un massimo di 3 volte alla settimana. Durante la pratica e soprattuto durante la corsa mi capita spesso di accusare dolori al torace in vari punti ogni volta con intensità e frequenza diverse, talvolta al pettorale o ai lati della gabbia toracica o nella parte centrale del petto o posteriore dello sterno che mi condizionano mettendomi apprensione. Ho notato che facendo alcuni movimenti di stretching alcuni di essi si acutizzano, e spesso durano anche dopo l'attività fisica, magari anche il giorno dopo a riposo.
Ho contattato il cardiologo che mi ha tenuto in cura dopo la pericardite, spiegandogli i sintomi e chiedendo se era necessario qualche controllo o un'altra prova da sforzo (la prima eseguita nel 2004 dopo qualche mese dalla guarigione della pericardite) ma mi ha detto chiaramente che non è il caso e che si tratta di semplici dolori intercostali e muscolari. Non contento ne ho parlato anche col medico di famiglia che mi ha detto la stessa cosa ma per sicurezza mi ha prescritto un ecg ed eco.
Chiedo a voi, gentilmente, un parere sulla questione e ne approfitto inoltre per ringraziarvi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
a distanza di ben 4 anni dall'evento infiammatorio a carico del pericardio, a meno che il processo patologico non sia recidivato, l'ipotesi cardiaca del suo dolore va sicuramente esclusa. Giusta l'indicazione agli esami strumentali da parte del suo curante per una sua maggiore sicurezza.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
no nessuna recidiva anche perchè il dolore lo ricordo bene era molto forte quello associato al pericardio nulla a che vedere con questi che accuso e di cui ho descritto.Secondo lei si tratta di dolori muscolo-sheletrici?Mi consiglia anche un ecg da sforzo o non è necessaria?
grazie per la tempestiva risposta.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
L'ipotesi più probabile è che siano dolori osteomuscolari. Va bene l'ecocardiogramma e l'ecg come esami di controllo. Saluti