Utente 119XXX
gentili dottori
sono un ragazzo di 22 anni e ho un problema di ansia da prestazione.

è così palese la cosa che non mi pongo nemmeno il dubbio che il problema sia di natura fisica perchè apparte le erezioni mattutine, spontanee e in masturbazione, riesco prprio a percepire e a isolare l ansia ogni qual volta un ragazzo (sono gay) viene a contatto con le mie parrti intime.

esco da una relazione di 4 anni nella quale inzialmente si è presentato lo stesso problema, superato perfettaemnte con tempo e confideza.

ho frequentato diversi ragazzi in questo periodo, anche molto belli e per cui sentivo una fortissima attrazione , ma al momento clou, anzi anche prima , non risucivo a mantenere e spesso a raggiungere un'erezione , e sono entrato nel famoso circolo vizioso dell ansia.

prova ne è il fatto che più una persona mi interessa più il problema si acuisce.

pensavo a questo proposito di provare con il viagra, magari per riacquistare sicurezza , e mi chiedevo se in una situazione del gere potesse funzioonare a dovere

credo di soffrire di una fortissima ansia di prestazione. so che son problemi che si superano e si affrontano e sono pronto e volenteroso di farlo, perchè sta diventando un problema molto fastidioso , ma non ho francamente a chi rivogermi (sessuologi/andorlogi) in quanto non ho amici con questo problema e non ho un rapporto di confidenza con i miei genitori tale da potergli cheidere aiuto . anche a questo proposito mi chiedevo se poteste darmi delle indicazioni, su roma, per dei centri pubblici o cmq non troppo costosi.


grazie !

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
non neghi ai suoi il piacere di esserle di aiuto e si faccia visitare. Eviti autodiagnosi ed autoterapia.