Utente 175XXX
Consulto ipersensibilità
Gentili medici, due anni fa affetto da fimosi, sono stato circonciso. Il medico mi disse che avrei avuto un breve periodo di ipersensibilità ma poi questa sarebbe scemata e si avrebbe avuta una lenta ma costante perdita della sensibilità. Invece a due anni di distanza la sensibilità sembra crescere: lo strofinio con gli indumenti intimi produce una sensazione difficile da sopportare ed è difficile anche sopportare il tocco. Ora potete immaginare quali e quanti problemi possa creare questa situazione, infatti la mia vita sessuale sembra irrimediabilmente compromessa: un rapporto sessuale è per me fonte di dolore più che di piacere. C’è qualche cosa che posso fare per debellare questa ipersensibi-lità? Esiste qualche pomata con effetti per il caso illustrato?

Vi ringrazio anticipatamente per l’aiuto che mi vorrete dare.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
L'ipersensibilità della mucosa del glande è un evento possibile soprattutto per l'abitudine acquisita per motivi funzionali (fimosi) alla protezione prepuziale, la quale di colpo è venuta a mancare.

due anni però sono un tempo sufficiente ad un riadattamento dell'epitelio mucosale penieno, pertanto il mio consiglio è quello di valutare 2 cose:
- stabilire se vi sono cause precedenti questo sintomo (da quanti anni era affetto da fimosi?)
- stabilire se ci sono condizioni automantenenti il sintomo.
pertanto una visita dal dermatologo l'aiuterà non poco.
Cari Saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereolgo, ROMA
[#2] dopo  
Utente 175XXX

Iscritto dal 2006
stenterà a crederci ma ero affetto da fimosi da sempre...tuttavia è meglio una visita dal dermatologo o dall'andrologo?
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,

ci credo, senza stenti..! E' una situazione che capita sovente; questo comunque è fondamentale primo, per escludere patologie autoimmunitarie che hanno condotto a quel quadro e secondo, per confermare tutti i consigli che le ho già dato, nei quali troverà la risposta alla sua nuova domanda.
Cordialità.
Dott. Luigi LAINO