Utente 231XXX
Buongiorno,

Ho 46 anni e 9 anni fa mi è stato diagnosticato un prolasso della mitrale con ecocardiogramma.
Ho eseguito l'esame ogni anno e l'ultimo di Aprile 2006 rileva, come negli altri:
VALVOLA MITRALE:
Modesto spostamento mesotelesistolico posteriore del lembo anteriore con lieve ridondanza cordale.
AORTA:
Valvola normalmente tricuspide. Aorta ascendente sinusale (3,75 cm), tubolare (3,65 cm) ed arco (2,65 cm)

con diametro nei limiti.
DOPPLER AORTICO:
Insufficienza aortica minima.
DOPPLER MITRALICO:
Insufficienza mitralica minima.
CONCLUSIONI:
Prolasso valvolare mitralico ed insufficienza mitralica associata entrambi di minima entità.

Insufficienza aortica minima.
ECG da sforzo effettuato più di un anno fa negativo.
Holter 24 ore un anno fa ha rilevato sporadici battiti ectopici sopraventricolari (n. 9) isolati.
Il precedente, del 1997, ne segnalava più di 40 anche a coppie, ma non tutti i giorni sono uguali, ci

sono periodi che le avverto poco.

Anche se i cardiologi consultati dicono di stare tranquillo e che non e' niente, il mio timore sono le

probabili complicazioni e degenerazione della valvola.
Questo in considerazione anche che ultimamente i sintomi sono peggiorati con numerose extrasistole,

sensazione di malessere e battiti irregolari cambiando posizione, negli ultimi mesi anche sensazione

sgradevole di mancanza di fiato (ansia?) e affanno, ogni tanto attacchi di panico e altro.
Per fortuna si alternano giorni che sto meglio.
Prendo ogni giorno 1/4 compressa di Tenormin.
Volevo qualche consiglio ed eventualmente sapere se c'e' qualche ulteriore esame da fare.

Grazie per la risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Scorretti
24% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Il lieve prolasso della mitrale che le è stato diagnosticato a quanto appare dai dati da lei comunicati non determina significativi problemi emodinamici. In poche parole il suo circolo sanguigno è ben compensato. Non ci dice se l'ecocardio-doppler cosa ha evidenziato sotto il profilo della cinetica delle pareti cardiache e quali sono i suoi valori di pressione arteriosa. L'ipertensione eventualmente potrebbe determinare problemi se non trattata adeguatamente. L'extrasistolia sopraventricolare (9 battiti in 24 ore) non rappresentano un problema. Continui a controllare le sue valvole nel tempo e si controlli i parametri fondamentali (Pressione, frequenza ecc.). Stia tranquillo
Un Saluto
M. Scorretti
[#2] dopo  
22440

Cancellato nel 2008
Come Le ha già scritto il dottor Scorretti nulla di cui preoccuparsi; controlli ecografici nel tempo.
[#3] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2006
Ho fatto un ecocardiogramma il 20/12/2006 anticipato per i sintomi che avevo e purtroppo è emerso che la situazione è decisamente peggiorata.

VALVOLA MITRALE:
Modesto spostamento mesotelesistolico posteriore del lembo anteriore con ridondanza cordale e tendenza a "S.A.M." cordale.
AORTA:
Valvola normalmente tricuspide. Aorta ascendente sinusale (4,00 cm), tubolare (3,5 cm) ed arco (2,75 cm).

Come è possibile un peggioramento così in 8 mesi?

Il mio medico mi ha subito cambiato il betabloccante che sembrava non avesse più effetto.
Sono decisamente preoccupato.
Il medico mi ha dato il nome di un cardiochirurgo per prendere un appuntamento.

Grazie ancora per la risposta
[#4] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2006
Volevo per completare il quadro, aggiungere gli altri dati dell'ecocardiogramma.

VENTRICOLO SX:
Normali diametri, spessori parietali ed indici di funzione sistolica globale.
ATRIO SX.
Normali dimensioni.
VALVOLA MITRALE:
Modesto spostamento mesotelesistolico posteriore del lembo anteriore con ridondanza cordale e tendenza a

"S.A.M." cordale.
AORTA:
Valvola normalmente tricuspide. Aorta ascendente sinusale (4,00 cm) lievemente dilatata, tubolare (3,5

cm) ed arco (2,75 cm) con diametro nei limiti.
VENTRICOLO DX:
Normali dimensioni.
ATRIO DX:
Normali dimensioni.
SPAZI LIBERI DA ECHI:
Assente versamento.
DOPPLER AORTICO:
Insufficienza aortica minima.
DOPPLER MITRALICO:
Insufficienza mitralica minima.
DOPPLER DELLA TRICUSPIDE:
Insufficienza tricuspidalica fisiologica.
DOPPLER DELLA POLMONARE:
Insufficienza polmonare fisiologica.

CONCLUSIONI:
Prolasso valvolare mitralico con ridondanza cordale ed insufficienza mitralica associata di minima

entità.
Dilatazione lieve dell'aorta ascendente sinusale.
Insufficienza aortica minima.

L'operatore è sempre lo stesso dell'esame precedente ma la macchina era un'altra.
Nell'ultimo mese i sintomi sono peggiorati e mi sento molto stressato.
Sono già ansioso di base.

Scusate, ma ora sono molto preoccupato, e saro' grato per ogni indicazione.

Grazie ancora.
[#5] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2006
Volevo per completare il quadro, aggiungere gli altri dati dell'ecocardiogramma.

VENTRICOLO SX:
Normali diametri, spessori parietali ed indici di funzione sistolica globale.
ATRIO SX.
Normali dimensioni.
VALVOLA MITRALE:
Modesto spostamento mesotelesistolico posteriore del lembo anteriore con ridondanza cordale e tendenza a

"S.A.M." cordale.
AORTA:
Valvola normalmente tricuspide. Aorta ascendente sinusale (4,00 cm) lievemente dilatata, tubolare (3,5

cm) ed arco (2,75 cm) con diametro nei limiti.
VENTRICOLO DX:
Normali dimensioni.
ATRIO DX:
Normali dimensioni.
SPAZI LIBERI DA ECHI:
Assente versamento.
DOPPLER AORTICO:
Insufficienza aortica minima.
DOPPLER MITRALICO:
Insufficienza mitralica minima.
DOPPLER DELLA TRICUSPIDE:
Insufficienza tricuspidalica fisiologica.
DOPPLER DELLA POLMONARE:
Insufficienza polmonare fisiologica.

CONCLUSIONI:
Prolasso valvolare mitralico con ridondanza cordale ed insufficienza mitralica associata di minima

entità.
Dilatazione lieve dell'aorta ascendente sinusale.
Insufficienza aortica minima.

L'operatore è sempre lo stesso dell'esame precedente ma la macchina era un'altra.
Nell'ultimo mese i sintomi sono peggiorati e mi sento molto stressato.
Sono già ansioso di base.

Scusate, ma ora sono molto preoccupato, e saro' grato per ogni indicazione.

Grazie ancora.
[#6] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2006
Volevo per completare il quadro, aggiungere gli altri dati dell'ecocardiogramma.

VENTRICOLO SX:
Normali diametri, spessori parietali ed indici di funzione sistolica globale.
ATRIO SX.
Normali dimensioni.
VALVOLA MITRALE:
Modesto spostamento mesotelesistolico posteriore del lembo anteriore con ridondanza cordale e tendenza a

"S.A.M." cordale.
AORTA:
Valvola normalmente tricuspide. Aorta ascendente sinusale (4,00 cm) lievemente dilatata, tubolare (3,5

cm) ed arco (2,75 cm) con diametro nei limiti.
VENTRICOLO DX:
Normali dimensioni.
ATRIO DX:
Normali dimensioni.
SPAZI LIBERI DA ECHI:
Assente versamento.
DOPPLER AORTICO:
Insufficienza aortica minima.
DOPPLER MITRALICO:
Insufficienza mitralica minima.
DOPPLER DELLA TRICUSPIDE:
Insufficienza tricuspidalica fisiologica.
DOPPLER DELLA POLMONARE:
Insufficienza polmonare fisiologica.

CONCLUSIONI:
Prolasso valvolare mitralico con ridondanza cordale ed insufficienza mitralica associata di minima

entità.
Dilatazione lieve dell'aorta ascendente sinusale.
Insufficienza aortica minima.

L'operatore è sempre lo stesso dell'esame precedente ma la macchina era un'altra.
Nell'ultimo mese i sintomi sono peggiorati e mi sento molto stressato.
Sono già ansioso di base.

Scusate, ma ora sono molto preoccupato, e saro' grato per ogni indicazione.

Grazie ancora.
[#7] dopo  
22440

Cancellato nel 2008
Mi scusi ma la risposta dell'eco così mi sembra incompleta; provi a riscriverla tutta. Inoltre entrambi gli eco descrivono un MODESTO spostamento mesotelesistolico posteriore del lembo anteriore con ridondanza cordale: non è uguale? Cosa la spaventa il S.A.M. cordale? Systolic Anterior Motion? E' una contraddizione con lo spostamento posteriore del Lembo anteriore... Mah!! Lei non parla di rigurgito valvolare od insufficienza mitralica !! Tranquillo prima di andare dal Cardiochirurgo riscriva il refero ecografico in modo completo così anche gli altri miei Colleghi in rete Le potranno dare un ulteriore contributo.
[#8] dopo  
22440

Cancellato nel 2008
mentre Le stavo rispondendo Lei ha inviato il referto completo: mi ha letto nel pensiero.... A me sembra un eco invariato. Dal referto mi sembra di capire che il SAM è da riferire alle corde tendinee e non al lembo anteriore mitralico. Il SAM, per quello che so, è del lembo anteriore non delle corde tendinee; e poi non c'è gradiente transvalvolare aortico! Senta il parere di un cardiologo prima che di un cardiochirurgo. Lei è di Rimini si rivolga all'Ospedale Civile dove troverà un ottimo reparto di Cardiologia. Senta il loro parere. Le dico questo perchè Lei si metta tranquillo non mi sembra che valga la pena agitarsi
[#9] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
8% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2004
Mi associo a quanto già consigliato dai colleghi cardiologi...
Lasci perdere per ora la chirurgia! Stia tranquillo, faccia un ecocardio ogni 2 anni, prenda antibiotici in caso di infezioni o di interventi odontoiatrici (anche la pulizia dei denti!) e viva sereno. La sua valvola potrà restare come è ora anche 20-30 anni! Poi si vedrà!
Auguri

Dr Actis Dato
[#10] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2006
Ringrazio tutti per le risposte

La mia preoccupazione deriva dal fatto che:
Aorta ascendente sinusale si è dilatata da 3,75 cm. a 4,00 cm.
Prima c'era lieve ridondanza cordale ora c'e' ridondanza cordale e tendenza a "S.A.M." cordale.
I sintomi sono peggiorati.
Quasto in soli 8 mesi.

Anche il cardiologo che ha effettuato l'ecocardiogramma ha detto che la situazione era oggettivamente peggiorata e che che voleva rifarmi un altro ecocardiogramma tra circa 6 mesi.
Ed infine anche il medico di base ha detto che la situazione non è da sottovalutare.

Grazie per l'interessamento
[#11] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
8% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2004
La dilatazione a livello dei seni di Valsalva di 40 mm non è per ora preoccupante. Deve giustamente controllarla periodicamente con un eco e se a livello ascendente supera i 45 mm fare una angio TAC.
Tuttavia mi sento di tranquillizzarla e di consigliarle di non vivere di paure...

nuovamente Auguri
[#12] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2006
Grazie ancora per la risposta e per avermi tranquilizzato.

Comunque Venerdì ho appuntamento con il cardiochirurgo di una famosa casa di cura.
Vedremo cosa dice e eventualmente vi farò sapere.
Ora prendo 1/2 compressa al giorno di Lobivon e mi sembra di stare un po meglio.

Auguri