Utente 124XXX
Ho 50 anni, da circa un anno ho una relazione extraconiugale vissuta intensamente se non fosse per i problemi di erezione che periodicamente si presentano. Premetto che tutto funziona alla perfezione nei rapporti con mia moglie senza mai alcun problema di erezione. Sarà per la scarsa attitudine della mia compagna ai preliminari, sarà per motivi d'ansia nascosta, ma il problema cominciava a diventare un dramma. Ne ho parlato con un medico di mia conoscenza il quale mi ha consigliato cialis 10 mg all'occasione. Da circa 3 mesi assumo cialis, ho voluto provare dividendo in tre parti una compressa da 20 mg, per iniziare con basso dosaggio ed essendo più economico, e ne assumo mediamente una parte a settimana (quindi 6-7 mg a settimana). In tal modo ho superato veramente il problema, riesco ad avere anche più rapporti nella stessa serata e anche nei due giorni successivi, quando capita, il rapporto è soddisfacente. Desideravo sapere solo se ho affrontato male il problema, per quanto tempo posso continuare cialis considerato il basso dosaggio e soprattutto se c'è rischio di assuefazione o altri rischi collaterali. Gradirei anche un consiglio di uno specialista tenuto conto che recentemente il cardiologo mi ha trovato una lieve ipertensione e mi ha prescritto 1/2 compressa di cardicor 10 mg (non ancora assunta). Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,mi sembra di capire che il tadalafil Le sia stato consigliato da un medico e,quindi,visti anche i positivi risultati sulla resa sessuale,non vedo perché debba essere preoccupato di assuefazioni e/o rischi cardiologici...Magari,Le consiglierei di rivolgersi ad uno specialista che,sicuramente,adotterebbe una strategia meno confidenziale,facendo riferimento ad una rigorosa diagnosi e prognosi,prima di prescrivere acriticamente una terapia che,aldilà dell'aspetto ludico,ha creato non poche preoccupazioni.Il Suo caso mi sembra il festival del faidate.Cordialità.