Utente 111XXX
Salve a tutti i dottori

Ho 24 anni, sono in buona salute, non bevo, non fumo, non assumo alcun farmaco.
Non sono mai riuscito ad eiaculare, né ad avere un orgasmo, nè con la masturbazione, né con rapporti sessuali.
Avevo anche problemi a raggiungere e a mantenere l’erezione durante un rapporto sessuale. Sono da alcuni mesi in cura presso un buon andrologo, il quale dopo avermi fatto fare analisi del sangue per valutare i livelli ormonali, mi ha prescritto una cura con testosterone, visto che ho un livello medio-basso. E’ quasi un mese ormai che ho iniziato la cura, e i problemi di erezione non si sono più manifestati durante i rapporti ma resta il fatto che non riesco in alcun modo ad eiaculare. Le ho provate di tutte, compreso l’uso del famigerato vibratore, ma c’è solo una abbondantissima produzione del cosiddetto “liquido preseminale”, trasparente. Ultimamente la notte mi capita spesso di svegliarmi con il pene in erezione, provando un forte fastidio al pene (a volte dolore) e con l’intimo completamente bagnato dal solito liquido trasparente, ne esce veramente tanto; il fastidio (o dolore) che provo si attenua solo se riesco ad urinare, e a volte neppure ci riesco.
Anche prima di iniziare la cura a volte si verificava questo problema, ma ultimamente è più frequente.
Francamente mi sembra strano che il fatto che non riesca ad eiaculare sia un problema psicologico, come ritiene il medico presso cui sono in cura, quali potrebbero essere eventualmente altre cause?

Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
ho visto nei post precedenti i suoi esami e non mi pare (mi pare, a volte gli standard di lab. cambiano) di avevere visto grosse alterazioni del testosterone. In ogni caso sarebbe opportuna una rivalutazione dello stato suo che riportasse almeno una diagnosi: aneiaculazione psicogena? aneiaculazione su base ostruttiva?. Ne parli col collega che l' ha in cura.
[#2] dopo  


dal 2010
Gentili dottori

sto proseguendo ancora la cura prescrittami dall'andrologo: l'erezione è soddisfacente ma sempre e comunque c'è completa assenza di eiaculazione, e non ho neppure orgasmo, sia con masturbazione, sia con rapporti sessuali. Il medico mi dice di seguitare con fiducia la cura per altri due mesi e poi valutare nuovamente la situazione ed eventuali evoluzioni.
Nel frattempo vi vorrei rivolgere una domanda, mi si perdoni la schiettezza: perchè non esce mai sperma? è possibile che non ce l'abbia affatto? Insomma...esiste un modo per vedere se lo sperma c'è e non esce oppure proprio non c'è ?

Grazie infine al dott. Cavallini per la precedente risposta: cosa significa precisamente aneiaculazione su base ostruttiva?

Saluti
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la assenza di eiaculazione dipende o da ostruzione, o da forme psicologiche o da forme ormonali. Di qua non so come sia per lei. Chieda al collega. Che lei non abbia affatto sperma è una ipotesi irreale, non alleni la fantasia troppo e si fidi del collega. Aneiaculazione ostruttiva significa che c' è ostacolo.
[#4] dopo  


dal 2010
Gentili dottori

innanzi tutto grazie dott. Cavallini per le rapide risposte che fornisce.

Un rapido aggiornamento sulle mie condizioni, in attesa che con la prossima visita, che avrò in ottobre, possa riferire tutto al mio andrologo;

poco fa, mentre riposavo, in una situazione di dormiveglia, ho avuto una cosiddetta "polluzione". Mi sono subito svegliato e ho visto che dal pene era fuoriuscita una certa quantità di un liquido denso bianco tendente al giallino che penso proprio fosse sperma.
Ora potrò sembrarvi sciocco ma non immaginate per me che emozione...è la prima volta che vedo il mio sperma. (forse solo un'altra volta l'avevo visto, molti anni fa, ma il ricordo è lontano, non sono nemmeno più tanto sicuro)

Le assurde paure espresse nel precedente post sono venute meno: lo sperma c'è e finalmente in qualche modo esce!!!!!!!

Cosa può significare questo?

La cura che seguo da ormai più di due mesi consiste in due compresse di dromos 500 mg ogni mattina e una compressa di striant 30mg (testosterone) ogni giorno.

Vuol dire che la cura inizia a funzionare?
In futuro riuscirò finalmente ad eiaculare durante un rapporto?

distinti saluti
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Beh direi che funziona.