Nuove frontiere della chirurgia estetica facciale: la MIVEL, intervento endoscopico miniinvasivo antigravitazionale.

Una recente filosofia della chirurgia estetica è la MIVEL iniziali in lingua inglese di Minimal Incision Vertical Endoscopic Lift, chirurgia endoscopica miniinvasiva che affronta gli interventi facciali in senso verticale.

I  presupposti fondamentali della tecnica nascono dal principio di ruga quale conseguenza della gravita' nel tempo e si sviluppano con correzioni antigravitazionali dopo scollamento dei tessuti molli facciali a tutto spessore con tecnica endoscopica tramite mini incisioni multiple.

La MIVEL consente una correzione pressoche' totale dei segni che la gravita' esercita nel tempo sui tratti facciali unitamente alle modificazioni strutturali muscolo-cutanee dell'eta'.

La nuova tecnica, diversamente da quella classica, prevede alcune piccole incisioni in regione frontale e temporale posteriormente alla linea dei capelli, due incisioni tra il labbro e la gengiva, una mini incisione alla radice del naso e volendo estendere l'intervento alla regione periorbitaria e al collo, in corrispondenza del sopracciglio e della regione sopraclavicolare.

Lo scollamento dei tessuti avviene tramite un piccolo endoscopio munito di minitelecamera e i tessuti vengono poi sollevati  pressoche' verticalmente e successivamente fissati con fili a coni riassorbibili in senso antigravitazionale.
Le zone critiche vengono trattate con lipofilling ossia riempimento con tessuto adiposo prelevato in aspirazione dallo stesso paziente.

I vantaggi rispetto alla chirurgia classica del viso appaiono evidenti per la minore invasivita' che non richiede lunghe incisioni, asportazione di cute e soprattutto corregge le imperfezioni lungo gli assi di formazione, ripristinando l'aspetto senza modificarlo con stiramenti orizzontali spesso poco naturali nel risultato.