Una nuova indagine delinea almeno sei ragioni importanti che spingono le coppie dello stesso sesso a considerare il matrimonio un passo importante per la relazione: vivere insieme è importante in quanto solidifica (e simboleggia) l'impegno che entrambi dedicano al legame ed al benessere di coppia. omosessuali

Lo studio

Sono 263 le coppie intervistate dai ricercatori della University of Cincinnati, attraverso un questionario on-line, tutti conviventi da almeno 6 mesi. La ricerca, condotta da Stephen M. Haas e Sarah W. Whitton, è stata recentemente pubblicata sul Journal of Homosexuality. E' basata sull'analisi dei temi principali emersi dalle domande:

1) Quando pensi al rapporto con il tuo partner, che significato ha per te il vivere insieme?

2) Pechè pensi che il matrimonio legale possa/non possa essere importante per il vostro rapporto?

Per il 90% degli intervistati, l'opzione "matrimonio legale" rappresenta un fattore molto importante per la relazione. In particolare, dalle risposte alla seconda domanda sono stati rilevati sei temi principali:

  • benefici legali e protezione finanziaria (91%)
  • legittimità della relazione (36%)
  • impegno reciproco, come nelle coppie etero (34%)
  • riconoscimento della coppia (17%)
  • importanza personale (6%)
  • non abbiamo bisogno del matrimonio, conviviamo, ma vogliamo stessi diritti (21%)

Legittimazione e riconoscimento sociale

Secondo Haas "I commenti sui vantaggi finanziari e sulla tutela giuridica non ci stupiscono, sono dati raccolti da tempo in altre interviste simili. Piuttosto appare interessante il tema legato all'importanza del matrimonio in termini di legittimazione sociale". In un'ottica di desiderio di maggior riconoscimento sociale, alcuni intervistati hanno fornito risposte tipo "Il mio compagno non viene inviato in vacanza con la mia famiglia perche non siamo sposati, laddove se lo fossimo di certo verrebbe invitato".

Vivere insieme

omosessualità

Rispetto alla prima domanda, gli Autori hanno riscontrato la presenza di 4 temi principali legati all'importanza del vivere insieme:

  • simbolizza impegno (40%)
  • fornisce supporto emotivo (36%)
  • ci rende una famiglia (34%)
  • permette una condivisionie di vita (32%)

A questi temi, se ne aggiungono altri tre meno frequenti: massimizza il tempo passato insieme (10%), ci sentiamo come le coppie sposate (10%), è conveniente da un punto di vista economico (7%). Rispetto ad altri studi precedenti, dove l'accento era soprattutto su un duplice tema (ci permette di testare la qualità del rapporto, è vantaggioso perchè condividiamo le spese), in questa ricerca pare emerga soprattutto il legame tra convivenza ed impegno reciproco.

Negli Stati in cui il matrimonio tra persone dello stesso sesso è vietato, la convivenza viene vissuta come la forma relazionale più intensa ed importante di impegno reciproco. Scrive un partecipante allo studio "In Ohio vivere insieme è fondamentalmente la cosa più vicina al concetto di matrimonio che possiamo scegliere di fare".

Altri dati interessanti

I partecipanti allo studio rappresentano 47 Stati, esclusi Alaska, Idaho e South Dakota (attualmente il matrimonio tra persone omosessuali è legale in 36 stati). La durata della relazione di coppia varia, inoltre, da 1 a 30 anni. Tutti i dati sono stati raccolti nel 2012, attraverso l'intervista a persone appartenenti ad organizzazioni LGBT oppure a volontari raccolti durante i Midwestern Gay Pride Events. L'età media è pari a 41 anni (range 19-74).

Il sesso dei soggetti? Il 63% del campione è di sesso femminile, con un 2% che si autodefinisce "other", ed il restante di sesso maschile.

FONTE: Journal of Homosexuality