Sildenafil citrato (Viagra) adesso anche orodispersibile

Dr. Giovanni BerettaData pubblicazione: 15 novembre 2013Ultimo aggiornamento: 05 gennaio 2018

Incredibile ma il tempo passa e sono già trascorsi 15 anni dalla comparsa sul mercato farmaceutico del Sildenafil Citrato, più noto con il nome di Viagra, e quindi il brevetto di esclusività del prodotto è stato perso ed è diventato quindi un farmaco generico che diverse ditte farmaceutiche potranno così produrre; questo dovrebbe teoricamente abbassare, almeno si spera, drasticamente i prezzi.

giovanniberetta_220px-Sildenafil-from-xtal-3D-balls
Molecola di Sildenafil Citrato

La ditta americana, prima produttrice della molecola che ha rivoluzionato la vita sessuale di milioni di uomini in tutto il nostro pianeta, cerca di rimanere sul mercato e quindi proprio ieri, a Milano, ha presentato, attraverso una mirata conferenza stampa, una nuova formulazione del Sildenafil, sempre in compresse ma orodispersibili; questa sarà facilmente reperibile nella nostre farmacie dal prossimo 18 novembre.

Il prodotto è orodispersibile perchè dovrebbe sciogliersi in bocca in pochi secondi ed iniziare la sua attività emodinamica entro 12 minuti, contro i 30 minuti della vecchia compressa che prima era in commercio.

giovanniberetta_311viagra

Infatti l’assorbimento avverrebbe con questa formulazione in area pre-gastrica, per essere più semplici a livello della bocca, della faringe e dell'esofago, liberando subito il principio attivo entrando così rapidamente in circolo; l’aroma che rilascia la compressa è al limone e l’effetto dovrebbe durare circa quattro-sei ore.

Le compresse orodispersibile hanno solo il dosaggio di 50 mg mentre le vecchie formulazioni prevedevano dosaggi anche di 25 e 100 mg.

La mobilitazione per la presentazione del prodotto ha ieri interessato farmacologi, andrologi e sessuologi italiani ben noti e tutti hanno sottolineato molte e diverse cose ma hanno messo in rilievo un dato importante e cioè che, quando si parla di Viagra, bisogna sempre fare molta attenzione alle vendite via internet, dove le truffe e le contraffazioni sono la regola e quindi bisogna stare molto attenti a questa via di acquisto!

giovanniberetta_1346071519_zagruzhennoe-2

Un dato curioso e significativo sui consumi ci pone, come paese, al secondo posto in Europa, dopo il Regno Unito; in 15 anni sono state vendute infatti in Italia 86 milioni di compresse “ufficiali” e la Lombardia è la prima Regione per acquisti in quest’ultimo anno; mentre la Regione, dove si consuma meno la “pillola dell’amore”, è la Basilicata, qui si acquistano solo 230 pillole ogni 1000 maschi ultraquarantenni; Roma invece è la città con 570mila compresse già vendute quest’anno (maggior numero in assoluto) mentre il maggior consumo pro capite lo si registra a Piacenza, Livorno e Rimini.

Che altro dire, che non si è già stato mille volte detto, se non ricordare che questi prodotti non sono caramelle ma sono farmaci che hanno una loro precisa e chiara indicazione, questa può essere formulata solo da medico esperto altrimenti gli effetti collaterali possono a volte esser anche molto "pesanti".

 

Altre informazioni:

 

Autore

giovanniberetta
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1977 presso Università di Milano.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Firenze tesserino n° 12069.

17 commenti

#1
Dr. Andrea Militello
Dr. Andrea Militello

Giovanni, come sempre attuale e interessante, molto carina l'immagine, usi sempre una iconografia particolare e accattivante, con un pizzico di humor che non guasta

#16
Utente 266XXX
Utente 266XXX

Dott. Beretta, grazie per questa nuova news.
Non so quale successo potrà avere questa ulteriore manovra commerciale di questa azienda, che dopo oltre 15 continua a vendere queste compresse (il cui principio attivo è ormai superato)a circa 15 euro l'una. Per fortuna, oggi, decaduto il brevetto, esistono aziende per i nostalgici della pillola blu che producono il farmaco a costi molto più competitivi. Peraltro nel frattempo sono presenti altre molecole più selettive e con meno effetti collaterali a costi più bassi (nonostante il brevetto) che già sono commercializzate per un più rapido assorbimento. che poi onestamente attendere 15 minuti o 30 non vedo cosa cambi.
Cordiali saluti.

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche disfunzione erettile 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Andrologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa

Contenuti correlati