Antibiotici e fertilità maschile

Dr. Giovanni BerettaData pubblicazione: 11 novembre 2016

 

Gli antibiotici sono farmaci comunemente prescritti e fondamentali per combattere molte infezioni che possano colpire il nostro organismo.

Tra questi la gentamicina, la neomicina e la streptomicina sono antibiotici aminoglicosidici che possono alterare però il numero, la motilità e la morfologia degli spermatozoi.

 

      

 

Un altro antibiotico, la nitrofurantoina, usato in alcune infezioni urinarie, può causare anche arresto della maturazione degli spermatozoi nei testicoli come pure diversi chinolonici, come l’ofloxacina, la perfloxacina e la ciprofloxacina, possono modificare in senso negativo il numero di spermatozoi prodotti ogni giorno e la loro motilità.

Anche i farmaci antimicotici possono alterare la motilità degli spermatozoi mentre il metronidazolo, farmaco di uso frequente nel trattamento di alcune infezioni parassitarie, può determinare alterazioni alla morfologia dello spermatozoo.

 

       giovanniberetta_blob_outCAOR0YGG      

 

Comunque si deve sempre ricordare che questi effetti negativi, dopo la sospensione della terapia, tendono con alcune tempistiche leggermente diverse, a seconda del farmaco in questione, a non essere più presenti; generalmente dopo settantacinque-novanta giorni possiamo considerare la loro azione negativa come nulla ma dobbiamo anche ricordare che, in numerose e particolari situazioni cliniche, si può fare o ripetere un esame del liquido seminale anche solo dopo venti-trenta giorni

  

   

 

dalla fine dell’antibioticoterapia; questo periodo può, in questi casi, essere già considerato sufficiente per non avere interferenze significative: ad esempio quando vengono utilizzati spermatozoi in alcune tecniche di riproduzione assistita e/o quando si è avuta una recente infezione delle vie uro-seminali.

 

Fonte:

Giovanni Beretta. Interpretation of Sperm Analysis. In Clinical Management of Male Infertility. G Cavallini, G. Beretta Editors. Springer Science International Publishing, 2015. http://www.springer.com/jp/book/9783319085029

Altre informazioni:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1446-antiossidanti-radicali-liberi-e-fertilita-maschile.html

http://www.slideshare.net/GiovanniBeretta1/terapia-medica

 

Autore

giovanniberetta
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1977 presso Università di Milano.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Firenze tesserino n° 12069.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche fertilità 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Andrologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test

Contenuti correlati