Ipogonadismo tardivo (LOH): un concetto che diventa maggiorenne!!!

Dr. Andrea MilitelloData pubblicazione: 27 ottobre 2019

 

Il termine ipogonadismo a insorgenza tardiva (LOH) è stato coniato nel 2002 e definito come un'entità della malattia in ISA, ISSAM, EAU, EAA e ASA ha approvato le raccomandazioni per lo studio, il trattamento e il monitoraggio di LOH (2005 e 2008) come "un sindrome biochimica associata all'età avanzata, caratterizzata da sintomi e carenza di testosterone sierico (T)".

LOH è stato classificato come ipogonadismo primario e secondario combinato poiché la capacità endocrina dei testicoli e dell'ipofisi sono compromesse.

 

 

I sintomi di LOH includono perdita di libido, disfunzione erettile, perdita di massa muscolare, aumento del grasso corporeo, anemia, osteoporosi, umore depresso, riduzione della vitalità, sudorazione e vampate di calore. Poiché questi sintomi possono anche avere origini diverse da LOH, l'esclusione di altre entità patologiche e livelli di T sierici non normali sono considerati prerequisiti per la diagnosi e l'eventuale trattamento di LOH.

 

 

Tuttavia, negli anni seguenti queste linee guida sono state spesso trascurate e, soprattutto negli Stati Uniti, la prescrizione indiscriminata di T è stata ampiamente praticata in modo che la FDA statunitense abbia messo in guardia da un comportamento così irresponsabile.

In Europa la prescrizione di T è rimasta in gran parte limitata a LOH come sopra definito. Tuttavia, è iniziata una discussione sull'esistenza di LOH o sulla conseguenza di comorbilità legate all'età.

Numerosi studi hanno contribuito a chiarire la situazione, in particolare lo studio europeo sull'invecchiamento maschile (EMAS) e le prove T intraprese dagli Stati Uniti. Di conseguenza, la più recente linea guida per la pratica della società endocrina degli Stati Uniti sul trattamento della T (2018) include l'età avanzata come causa di ipogonadismo organico e raccomanda che

"...negli uomini> 65 anni che presentano sintomi o condizioni indicativi di carenza di T... e concentrazioni di T del mattino costantemente e inequivocabilmente basse suggeriamo che i clinici offrano la terapia T su base individualizzata dopo una discussione esplicita dei potenziali rischi e benefici".

Pertanto, il concetto di LOH, concepito due decenni fa, ha resistito alle critiche e è sopravvissuto ai tempi.

 

Fonte:

https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1111/andr.12719

 

Autore

andrea.militello
Dr. Andrea Militello Urologo, Andrologo, Sessuologo, Patologo della riproduzione

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1991 presso Università La Sapienza di Roma.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 43740.

3 commenti

#2
Dr. Andrea Militello
Dr. Andrea Militello

Buongiorno Carla Maria, grazie. Andrologo e psico sessuologo devono sempre interagire e collaborare. Leggo sempre con piacere i tuoi blog

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche andropausa 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Andrologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio

Contenuti correlati