L’aumento del seno migliora la qualità della vita

Dr. Ezio Nicola GangemiData pubblicazione: 24 febbraio 2013

Un recente studio del gruppo universitario di Chirurgia Plastica statunitense dell’Ohio rivela che le donne sottoposte a mastoplastica additiva, oltre a una maggiore soddisfazione per l’aspetto estetico del seno, migliorano l’autostima, la propria attività psico-sociale e il proprio benessere sessuale.

Nonostante ci sia una diminuzione significativa del benessere fisico subito dopo l'intervento chirurgico, le donne operate manifestano molta soddisfazione per i risultati complessivi.

Attraverso un questionario (BREAST-Q) convalidato e autorizzato dalla Società Americana di Chirurgia Plastica (ASAPS) proposto a 155 pazienti, i ricercatori hanno concluso che le donne sottoposte ad aumento del seno rivelano un miglioramento sostanziale e profondamente positivo in diversi aspetti della propria qualità di vita.

Questa osservazione permette al chirurgo plastico di proporre alla paziente un'aspettativa realistica con impatto significativo sulla vitalità e benessere generale oltre che con un miglioramento della forma e del volume mammario.

Negli ultimi due decenni la chirurgia plastica ha fatto enormi progressi nelle tecniche chirurgiche e nella sicurezza degli interventi: attualmente servono strumenti in grado di misurare i desideri e le aspettative del paziente tenendo conto degli aspetti ritenuti importanti del trattamento. Un semplice confronto fotografico del prima e del dopo non riesce a cogliere tutti gli aspetti del risultato e tantomeno l'efficacia della mastoplastica additiva.

La valutazione formale dei risultati riportati dal paziente offre quindi spunti importanti che completano il punto di vista prettamente medico. Il BREAST-Q potrebbe fornire ai chirurghi plastici informazioni rilevanti per la valutazione clinica e il miglioramento delle proprie prestazioni.

Essendo l'aumento del seno il secondo intervento di chirurgia estetica più praticato al mondo dopo la liposuzione questo studio assume un valore particolarmente importante perché:

• Il miglioramento dell’autostima, del benessere psicosociale e sessuale dopo l'intervento chirurgico dimostra chiaramente che una mastoplastica additiva ha effetti positivi che si estendono oltre al semplice miglioramento dell’aspetto generale del seno;

• Il feedback ottenuto dalle pazienti mediante strumenti di indagine è estremamente utile mentre ci muoviamo verso una maggiore applicazione della medicina basata sulle evidenze anche in chirurgia plastica.

 

Fonti:

 

Autore

egangemi
Dr. Ezio Nicola Gangemi Chirurgo plastico

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 2006 presso Università di Torino.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Torino tesserino n° 20945.

6 commenti

#1
Dr. Mario Corcelli
Dr. Mario Corcelli

La letteratura scientifica, finora, non ha dimostrato "miglioramenti in termini di soddisfazione e qualità della vita", ciononostante, con un questionario rivolto a "sole 155 pazienti" si pretenderebbe di dare questa volta un valore scientifico a questo studio?
Sento molto odore di promozione commerciale a favore della mastoplastica additiva.

#3
Dr. Ezio Nicola Gangemi
Dr. Ezio Nicola Gangemi

Gentile dott.Corcelli, concordo sul fatto che a tuttoggi la letteratura non ha dimostrato in modo scentifico miglioramenti della qualità della vita legati alla mastoplastica additiva, essendo un settore in cui spesso ci si affida alla valutazione soggettiva della paziente o del chirurgo, il che rende difficile ottenere risultati con valore oggettivo.
Proprio per questo motivo ritengo che vada valorizzato un lavoro, sia pure su poche pazienti, che utilizza dei parametri validati (BREAST-Q, utilizzato anche per valutare i risultati nella ricostruzione mammaria postoncologica) e un approccio corretto (studio prospettico, intervento effettuato dallo stesso operatore in un arco di tempo limitato); naturalmente sono necessari numeri decisamente maggiori per rendere il risultato più significativo.

#5
Utente 379XXX
Utente 379XXX

Io mi sottoporrei volentieri alla mastoplastica additiva per essere studiata

#6
Utente 384XXX
Utente 384XXX

Io l'ho fatto, a 40a, scegliendo un dottore più "costoso" di altri, con un'ottima reputazione e ottimi risultati...che però sono diversi per ogni paziente! Un lavoro perfetto può risultare mediocre su una paziente che cicatrizza male, sviluppando vistose quanto fastidiose aderenze ecc.
Però, x quanto riguarda l'aumento di autostima e benessere psicosociale e sessuale, condivido pienamente il pensiero del dr Gangemi

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Chirurgia plastica e ricostruttiva?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio