Il consulto medico online e gli sciamani 3.0

Dr. Marco BacosiData pubblicazione: 23 gennaio 2018

Da qualche anno, oramai, sono attivo su Medicitalia e mi sono reso conto che la nostra era ha molto modificato la percezione della figura medica da parte del potenziale o reale malato che chiede un consulto on-line

In primo luogo, solo in virtù del fatto di essersi “ampiamente documentati sul web” molti utenti inviano il messaggio, in modo più o meno surrettizio, di saperne quanto o più di chi risponderà.

L’avere a disposizione tante informazioni attraverso i più disparati siti web (la cui veridicità è spesso opinabile) non è corrispondente ad una cultura tecnica costruita in anni di studio teorico e rafforzata da attività clinica di reparto ed ambulatoriale (per non parlare dell’aggiornamento continuo, ECM a parte).

Non mi è mai capitato, nella realtà o nel web, un paziente che mi abbia detto: “Dottore mi sono informato tramite MEDLINE... ” (se accadesse farei sinceri complimenti alla persona in questione).

Vorrei poi far notare che anche accedere alle informazioni “giuste” senza avere gli strumenti per interpretarle è una mezza verità: purtroppo la medicina pur basandosi su scienze esatte (fisica e chimica) risulta essere una scienza assai inesatta che richiede la conoscenza e la padronanza di molti fattori che ruotano intorno alla singola patologia.

Ma c’è un’altra cosa che mi stupisce molto riguardo le richieste di consulto on-line: molto spesso il richiedente esige una risposta precisa, possibilmente una risposta che gli faccia piacere.

Ovviamente gradisce, anche di più, una diagnosi e se questa non viene fornita è ben pronto all’offesa e all’insulto.

Ora, a parte il fatto che le linee guida del sito delimitano in modo molto preciso cosa ci si può aspettare da una risposta on-line, si dovrebbe facilmente comprendere come sia rischioso (in primis per lo stesso richiedente) fare diagnosi e prescrivere terapie via web.

Ma tant’è: oggi siamo nel mondo della risposta precisa ed immediata!

La medicina non risponde a questi criteri, è fatta di passaggi graduali e logici che rispondono a necessità precise.

Senza contare che lo stesso sintomo, anche se descritto in modo corretto e particolareggiato nella richiesta, può essere la spia di numerose malattie anche molto differenti tra loro.

Per rimanere alla mia specializzazione, un vecchio detto dell’ambiente recita: “L’addome è la tomba del medico”.

Con la saggezza dei detti antichi si voleva significare (ciò che è la realtà) che moltissime patologie addominali si manifestano con lo stesso corteo sintomatologico. Nonostante questo, se si fornisce una risposta di tipo generale, ti tacciano di ignoranza.

A volte leggo delle richieste di consulto e penso mi abbiano scambiato per un moderno sciamano...

Autore

marcobacosi
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1995 presso Università di Roma .
Iscritto all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 46696.

19 commenti

#2
Dr. Marco Bacosi
Dr. Marco Bacosi

Caro Giuseppe, oggi mi sono concesso alcuni minuti per farmi un "giro" sulle valutazioni negative dei pazienti nei nostri confronti.
Se hai qualche momento da dedicare vedrai che c'è molto da imparare.....
Un caro saluto!

#4
Dr. Salvo Catania
Dr. Salvo Catania

Mi dispiace essere fuori dal coro dei 'concordo", e mi piacerebbe sapere se a queste conclusioni ci sei arrivato per 'sensazioni" , che potrebbero essere corrette senz'altro, o con dati che mi piacerebbe conoscere e che mi sarei aspettato che l'autore li avesse allegati a queste conclusioni.

Fuori dal coro perche' io invece ritengo che non si possa svilire il ruolo del consulto online in questa maniera per una serie di ragioni documentate da dati da me raccolti con il contributo dello staff di medicitalia e spulciate rigorosamente da una rivista online internazionale di impatto devastante.

https://www.medicitalia.it/salute/senologia/6-consulti-online-in-senologia.html

(ACCEPTATED da rivista internazionale online tra le piu' prestigiose)

Ovviamente non c'e' alcun intento polemico, ci mancherebbe, anche perche' il tema e' piu' complesso di come qui lo si vuole fare apparire ma dopo avere replicato a quasi 30.000 consulti una semplificazione del genere del consulto online non e' certo un bel colpo al livello di autostima di ciascuno di noi consulenti virtuali.

#5
Dr. Salvo Catania
Dr. Salvo Catania

Chiaramente su
https://www.medicitalia.it/salute/senologia/6-consulti-online-in-senologia.html

ci sono i dati di una singola AREA SPECIALISTICA.

Ma mi sono creata su questa base l'opinione che i dati possano essere replicati in tutte le altre aree. Purtroppo non posso neanche essere smentito perche' non mi risulta che esistano altri esempi di studi analoghi al mio al mondo.
Se invece le conclusioni di questo blog riconoscono fonti a me sconosciute sarei grato di venirne a conoscenza.
Ed e' questa ;a ragione per la quale sono intervenuto.
Grazie

#6
Dr. Marco Bacosi
Dr. Marco Bacosi

Caro Salvo sono ben contento di sentire voci diverse dalla mia. Era proprio nelle mie intenzioni aprire una discussione.
Quanto detto non è il risultato di una analisi scientifica ma il riscontro quotidiano (almeno per quanto mi riguarda) delle modalità con cui gli utenti chiedono i consulti e delle loro reazioni alle mie risposte.
Voleva essere una riflessione personale dopo qualche migliaio di consulti.
Lungi da me voler minare la nostra autostima o voler semplificare troppo, volevo solo esternare le mie sensazioni.
Come sempre, nella vita e nella professione, sono spinto dal dubbio e sono pronto a riconoscere i miei errori: magari sbaglio io l'approccio ai pazienti virtuali.....
In ogni caso grazie del tuo intervento.
Ti auguro una buona giornata e ti abbraccio cordialmente.

#7
Dr. Salvo Catania
Dr. Salvo Catania

Grazie a te per avermi risposto perche' ero curioso di sapere se fossero frutto di sensazioni a posteriori o fondate su dati che non conoscevo.
Sarebbe interessante fare uno studio osservazionale anche nella tua area perche' I dati possono essere richiesti allo staff di Medicitalia che si e' mostrato sempre sensibile a iniziative di questo tipo.
E Medicitalia nell'e-consulting e' prima in Italia ed e' un peccato che con I suoi dati disponibili nessuno cerchi di sfruttarli cercando di approfondire i fenomeni che si potrebbero osservare nelle rispettive aree specialistiche.
Grazie quindi di avere gettato un utile sasso nello stagno.

#11
Utente 497XXX
Utente 497XXX

Salve dottore stamattina appena sono andato in bagno ho notato che c’era un cerchietto rosso la settimana scorsa sono andato dal gastroenerologo mi ha visitato e non ha trovato nulla poiché soffro di panico da premettere ho mangiato altro ieri pasta a pomodoro fresco ho paura che sia sangue

#12
Utente 497XXX
Utente 497XXX

Sono andato anche dal medico di base mi ha palpato la pancia e mi dice che molla mi devo procurare mi scusi la mia invadenza ma sto nel panico

#13
Utente 497XXX
Utente 497XXX

Salve dottore stamattina appena sono andato in bagno ho notato che c’era un cerchietto rosso la settimana scorsa sono andato dal gastroenerologo mi ha visitato e non ha trovato nulla poiché soffro di panico da premettere ho mangiato altro ieri pasta a pomodoro fresco ho paura che sia sangue

#14
Dr. Marco Bacosi
Dr. Marco Bacosi

Gentile utente 497972 i consulti vanno richiesti nella apposita specifica sezione di questo sito.

#15
Utente 496XXX
Utente 496XXX

Io invio spesso richieste di consulto qua sopra perché spesso i medici di base o ci azzeccano poco, oppure sono poco informati sulle novità medico scientifiche. Qui devo dire che ho trovato medici specialisti molto preparati, come ad esempio il dott. Bacosi in persona, che dispensa buoni consigli e non spara amenità a vanvera

#16
Utente 525XXX
Utente 525XXX

Ma come si può avere un consulto on line?

#17
Utente 496XXX
Utente 496XXX

Gentili Dottori

Ho letto attentamente il Suo articolo e per molti versi concordo che voi specialisti avete una pressione non indifferente addosso, visto che il nuovo specialista onnisciente Dr. Google e' il più' grande concorrente in campo medico per chiunque. Però mi lasci descriver il punto di vista del paziente.
Se sono arrivato io come utente 496034 (quindi sono diventato un numero) a chiedere un consulto con lei, è perché' prima di arrivare qua sicuramente ho fatto delle visite reali, consulti dal vivo con il medico curante e magari anche aver fatto mesi o anni di terapia di qualche tipo e probabilmente se sono qui ' a scriverle è perché' Le cure non hanno funzionato, o perché' magari ci si sente esausti di avere un dolore, fastidio, o qualunque altra cosa oppure semplicemente perché' abbiamo paura.
Mi creda non e' facile mettersi nelle mani (o parole) di una persona che non si conosce, ma nonostante questo cerchiamo di salvare il salvabile. Ovviamente c'è sempre anche il cafone e chi non sa esprimersi ma nel mondo della rete (è un po' il mio lavoro), tutto prende una forma più immediata e brutale.
Io mi reputo fortunato di poter anche condividere questo mio commento assolutamente benevolo con Lei, anche perché' vedo mio padre rompersi la testa e cercare di trovare uno specialista che lo aiuti per i suoi problemi ma non essendo un asso del PC va in giro come una trottola. Per esperienze personali online, posso ringraziare solo la rete per avermi dissuaso a continuare una terapia per mio figlio di 6 mesi, che poi risultò errata e pericolosa, e aver trovato uno specialista che lo guarisse del tutto con tutt'altro approccio praticamente in un lampo.

Scusi la mia lunga riflessione, ma è anche per esortarla a non cedere alle critiche gratuite di persone che forse hanno solo paura per sé o per un proprio caro.

Grazie ancora per il mio di consulto, cordialmente

#18
Dr. Marco Bacosi
Dr. Marco Bacosi

Caro utente 496034:
Viene identificato da un numero solo per motivi (facilmente intuibili) di privacy!
Si figuri se cedo alle critiche di qualche "leone da tastiera", dopo tanti anni di professione ne ho viste di tutti i colori.
La mia era solo una riflessione/constatazione su come cambia il rapporto medico-paziente attraverso la rete rispetto al contatto diretto.

#19
Utente 580XXX
Utente 580XXX

Mi sento di concordare pienamente con il dott. Salvo Catania.
Sebbene consapevole dei limiti dettati proprio dalla modalità del consulto (appunto on-line) ho trovato il vostro lavoro davvero molto utile.
In merito alla formazione che riceviamo dal web è quasi un paradosso: se ci informiamo e chiediamo, diventiamo saccenti ;
Se non lo facciamo, siamo ignoranti e pertanto sovrastimiamo o sottostiamo i pericoli...
Così ci ritroviamo tutti sul web a leggere gli stessi siti e bene che ci vada usciamo dalla ricerca sentendoci un morto che cammina
Quindi dottore ci rivolgiamo a voi proprio perché CONSAPEVOLI dei limiti dettati dalla nostra pseudo preparazione sul web che serve a volte anche solo per trovare i termini un po’ più calzanti alla situazione per renderci comprensibili.
Io non vedo saccenteria negli utenti, ma molta paura di cio che non si comprende mentre le domande degli utenti più competenti diventano espressioni di chi non è così preparato ma si riconosce nel caso trattato.
Concludo dicendo che mi spiace se le è capitato di sentirsi trattato come uno sciamano 3.0
Io invece considero che i vostri consulti siano proprio il contraltare della generalizzazione del web oltre che riempire quei vuoti lasciati da alcuni (per fortuna non tutti) vostri colleghi che per fretta o arroganza o impazienza o stanchezza o... o... o... ci lasciano svegli tutta la notte.
Spero tanto di aver fatto comprendere quello che per me è il valore del vostro impegno.
Grazie

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche consulto medico 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Gastroenterologia e endoscopia digestiva?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio