x

x

Un Pap test "molecolare" per donne con ASCUS o L-SIL

Dr. Nicola Blasi Data pubblicazione: 06 settembre 2013

E' importante una  premessa  fondamentale sulle infezioni da HPV (human papilloma virus ) : l'infezione da HPV è comunissima mentre le lesioni pre-tumorali e il tumore sono un evento raro; infatti, la maggior parte delle infezioni da HPV sono transitorie  e non causano alterazioni precancerose.Per questo sono stati sviluppati biomarcatori di infezione persistente o displasia che permettono di identificare quelle infezioni che hanno caratteristiche trasformanti (pericolose).

Tra questi biomarcatori c'è la PROTEINA p 16 ( INK4a ) normalmente espressa in quantità molto basse , quasi impercettibili alla immunoistochimica, ma che viene iperespressa in cellule displastiche a causa del virus HPV ad alto rischio.

Noi ginecologi abbiamo molto chiara la sfida clinica rappresentata dal riscontro di un esito citologico SIL di basso grado oppure ASC- US ( a volte ASC-H) . Mentre  l' HPV-TEST  può essere utilizzato nei casi di ASC-US , vi sono ancora difficoltà nella gestione ottimale  delle SIL di basso grado e degli esiti borderline nelle donne giovani.

La novità è che ora c'è un test  che usa questo biomarcatore (proteina p16) , che ha dimostrato di essere estremamente preciso nell'identificare neoplasie cervicali intraepiteliali di alto grado (CIN2+) nelle donne con risultati del PAPtest ASC-US o SIL di basso grado .

Numerosi studi hanno dimostrato l'accuratezza del test. Il più importante è stato pubblicato in Cancer Cytopathology.

   Questa tecnologia rappresenta un importante progresso per la gestione della paziente con ASC-US e Low SIL persistenti.

 

Autore

blasinicola
Dr. Nicola Blasi Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976 presso Università di BARI.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Bari tesserino n° 4485.

3 commenti

#1
Utente 317XXX
Utente 317XXX

Lo posso già richiedere questo test della proteina p al mio medico curante,perché per vedere il mio ginecologo devo aspettare 2messi più o meno,grazie per la informazione ,e gradirei se qualcuno mi risponde

#2
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Deve essere richiesta dal Collega che la segue , in accordo con il CITOPATOLOGO (responsabile della diagnosi citologica ,cioè del PAPtest)
SALUTI

#3
Utente 317XXX
Utente 317XXX

La ringrazio molto per la sua risposta,sa sono mamma di 1 bambina nata nel 14/09/2007 con taglio Cesario per mancato impegno alla 38sett. Premetto che la mia gravidanza lo fatto lontano dal marito per via di lavoro ,dopo la 12sett.sono stata con i mie parenti e sono tornata a casa alla 32sett.,premerò che prima di questa gravidanza ho avuto 2aborti 1a 11sett.el'altro a6sett.che era già morto,in tutti e 2 casi mi è stato praticato il raschiamento,poi dopo nata la mia prima figlia tra virgolette,sono rimasta incinta a luglio del 2008 però mi sono fatta seguire dal ospedale e quando dovevano visitarmi per il 22genaio fino ad allora sembrava tutto regolare però il 31dicembre di quel anno mi sono venuti dolore fortissimo alla pancia dolore che non potevo sopportare e così sono andata al ospedale che pur troppo c'era solo 1medico di turno sono entrata alle 18:30 e mi hanno visitato alle 21 i dolori nel frattempo sono diventati più forti,quando il dottore mi ha visitato ho perso tanto sangue loro mi hanno diagnosticato distacco della placenta che però con il seno di poi si è rivelato non vero già che mi hanno praticato il taglio Cesario alla 25.3sett alle 01:30 del 01/01/2009 in 1altro ospedale già che quello di prima non poteva accogliere mia figlia perché troppo piccola,il tc fatto perché podalica ero arrivata a 10 di dilatazione dalle 21fino alla operazione con tutti y dolori di parto,pur troppo mia figlia e morta il 2/01/2009,ero distrutta credevo di nn riuscire a sopportare il dolore ma piano piano celò fatta,al 11genaio del 2011 ero di nuovo incinta sono partita a casa dei miei e sono tornata quando avevo 19sett.solo dopo 5giorni tornata a casa stesa situazione si è dilatato tutto il utero arrivando a 10in ospedale alle21mi hanno fatto i prelievi e la visita che subito dopo sono entrata in Travaglio con dolori fortissimi ,mia figlia era viva e credevo che ci fosse 1modo per salvarsi Visto che c'era il battito mi hanno delle supposte per il dolore andato via io stavo bene però gli esami di sangue dicevano che io avevo una infezione in atto perché i globuli bianchi erano a 14 così il giorno dopo mi hanno fatto abortire con il battito di mia figlia presente il dottore mi ha bucato il asco ed è uscito il liquido e poi ha tolto mia figlia,non può immaginare quanto dolore provo tutt'oggi per quello che ho passato,ad aprile di quest'anno ero di nuovo in cinta credevo che i medici mi avrebbero seguita meglio ho cominciato 1terapia di lentoges 1volta a. Sett ho fatto2 punture avevo la visita per martedì 23/07/2013 fatto i tamponi e gli altre test tutti negativi tranne la candida glabrata che ho già da 4anni ho provato con diverse cure topiche a base di ovuli o creme interne ma niente da fare,premerò che il 16/07ho fatto i tampone vaginale e cervicale mi avevano detto che avevo un polipo al collo del utero ho avuto 1minaccia al 06/06con utero lievemente svasato però avevo 4cm e nn mi hanno fatto cerchi aggio per che credevano nn necessario già che mi hanno detto si rischia la infezione,sta di fatto che il 21/07verso la sera ho avuto perdite di liquido amniotico che io nn me lo sognavo ne meno perché credevo nella mia ignoranza che solo si vedevo sangue sarei triste,però al ospedale mi hanno detto che ero una prom ero alla 15.5sett utero sempre a 4cm e mi chiedevo come era possibile che mi succede se di nuovo però questa volta utero nn aperto però prom mi hanno detto che avevo 1infezione a livello vaginale ,tutti tamponi solo la candida glabrata sono stata in ospedale per 1 mese con antibiotici dal primo momento di ricovero,dopo 2sett.ho avuto la diarrea fino al giorno di uscita e ho proseguito anche a casa in più con fortissimo prurito al anno che ho tutt'oggi ,sono triste perché credevo che mio figlio sarebbe vissuto invece mi hanno fatto abortire alla 19.5sett.adesso per me e molto dura ,nn dormo quasi mai è piango sempre,la mia domanda e: se i medici avevano individuato che si trattava di infezione già dalla mia gravidanza che è finita male perché aspettare che mi succedese ancora senza avermi protteta per il secondo trimestre con qualche cura per prevenire la infezione,così ancora oggi mi trovo solo con una figlia e sono molto triste,c'è la possibilità ti avere 1 altro figlio perché io lo vorrei tanto ma credo che avere un altra perdita non lo sopporterei più,ho la visita di controllo a ottobre cosa dovrei chiedere al dottore, ancora oggi ho la candida perché ho le perdite gialle e in più qualche volta vedo tipo muco trasparente o muco giallo, mi fa male la parte sinistra delle
Ovaie almeno penso anche perché quando avevo rapporti con mio marito prima di essere incinta avevo delle perdite e a avvolte in certe posse sentivo il su pene come se fosse la mia vagina un dente cariato che quando
Mangia gli entra qualcosa è sento un forte dolore come il dente rotto in più ho avuto delle perdite ogni volta che lo facciamo al di fuori delle mestruazioni per adesso non lo facciamo fino a dopo 40 giorni,quanto devo aspettare e cosa devo fare sia per 1gravidanza sia per il polipo che mi hanno trovato sia per le perdite sangue,muco gialle biancastre nn maleodoranti,sia per la candida glabrata con tante colonie,mi perdoni per tutto il mio sfogo,se mi può aiutare con il suo consiglio gli sarò molto gratta e nn si immagina quanto

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Ginecologia e ostetricia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio