Gli occhi malati di Lubitz

Dr. Massimo NicolòData pubblicazione: 30 marzo 2015

Al momento non e' ancora noto se il pilota Andreas Lubitz fosse realmente affetto da una malattia agli occhi ma molte fonti sembrano non avere dubbi. E allora quale potrebbe essere la malattia oculare più probabile?

Tenendo conto della giovane età scarterei la cataratta, il glaucoma e la degenerazione maculare legata all'età che sono tipiche dell'anziano. Lo stesso dicasi per le trombosi venose retiniche che colpiscono piu' frequentemente i soggetti anziani. Poteva essere diabetico e avere la retinopatia diabetica ma a 27 anni e' difficile che il diabete provochi danni importanti.

Forse di tutte le malattie oculari, quella che più probabilmente lo avrebbe potuto colpire si chiama corioretinopatia sierosa centrale. La chiamano la malattia dello stress e colpisce tipicamente i giovani maschi. Non è infrequente in soggetti che svolgono una professione particolarmente "stressante" o che abbiano una personalità di tipo A. Persone ansiose, perfezioniste, un po' maniacali...

Occupandomi molto di questa malattia mi è capitato di curare diversi piloti di aereo, così come forze dell'ordine e vigili del fuoco. Si tratta di una malattia che si può curare molto bene e che per questo motivo non deve essere trascurata.

Per maggiori imformazioni www.corioretinopatiasierosacentrale.it

Autore

massimonicolo
Dr. Massimo Nicolò Oculista

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1994 presso Università di Genova.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Genova tesserino n° 13216.

3 commenti

#1
Utente 402XXX
Utente 402XXX

Mi permetto di osservare che questa "News" ha ben poco significato. Quel "poveretto" aveva FORSE una QUALCHE patologia oculare che FORSE ha avuto un ruolo in quella che SEMBRA essere stata una sua tragica scelta. Avventurarsi a elucubrare "quale potesse essere" la EVENTUALE patologia specifica, sulla base di soli criteri statistici, non è chiaro a chi serva se non ad alimentare chiacchiere di sottofondo attorno a quella tragedia.
Gli inquirenti hanno trovato documenti e certificati medici, quindi la patologia è nota a coloro ai quali serve.
Cui prodest, da qui, fare ipotesi? Cosa aggiunge sapere il possibile nome della patologia oculatre specifica? Ma soprattutto: quale è il valore medico divulgativo/educativo di questo articolo?
Scusate la franchezza. Grazie per il servizio che fate.

#2
Dr. Massimo Nicolò
Dr. Massimo Nicolò

Osservazione più che legittima. In realtà il mio commento voleva essere un modo per sensibilizzare l'opinione pubblica su una patologia spesso trascurata e sottovalutata che colpisce i giovani maschi particolarmente stressati.
la ringrazio per il commento

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche corioretinopatia 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Oculistica?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa

Contenuti correlati