Esiste un menù di lunga vita per la prevenzione dei tumori?

Dr. Salvo Catania Data pubblicazione: 05 dicembre 2010
La valutazione complessiva dell'insieme dei dati epidemiologici e sperimentali disponibili ha condotto un gruppo di lavoro internazionale (WCRF) a concludere che il 30 % dei tumori maligni che affliggono l'umanità sarebbe prevenibile mettendo in pratica i comportamenti alimentari di cui è dimostrata la potenzialità preventiva.

Per un approfondimento vedi
http://www.senosalvo.com/menu_di_lunga_vita.htm

L'analisi nutrizionale degli studi epidemiologici su dieta e cancro non ha identificato in tutti i casi e con chiarezza la responsabilità dei singoli alimenti, quali grassi totali o saturi, sospettati per i tumori mammari, endometriali, intestinali o polmonari; zuccheri semplici o proteine animali, entrambi sospettati per i tumori del colon ; il consumo elevato di sale e di cibi conservati sotto sale, associati al cancro dello stomaco; il consumo elevato di calcio, probabilmente associato al cancro della prostata; il consumo di bevande alcoliche , associato ai tumori del cavo orale, della faringe, della laringe, dell'intestino, del fegato e della mammella; il consumo delle carni rosse, soprattutto delle carni conservate, associato soprattutto al cancro dell'intestino, ma probabilmente anche a quelli dello stomaco, dell'esofago. pncreas, prostata.
Probabilmente nella maggior parte dei casi non si tratta della responsabilità
del consumo eccessivo di un singola sostanza, bensì di un pattern globale, in cui ad esempio un eccesso di grassi animali coopera con un eccesso di carboidrati raffinati.

Autore

salvocatania
Dr. Salvo Catania Oncologo, Chirurgo generale, Senologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1974 presso Università Catania.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Milano tesserino n° 3860.

1 commenti

#1
Dr.ssa Angela Pileci
Dr.ssa Angela Pileci

Interessantissimo contributo. Ne approfitto per chiedere una cosa: molti medici oggi si raccomandano di leggere attentamente gli ingredienti dei cibi che compriamo, ma per un profano diventa difficile orientarsi (nel senso di sapere leggere correttamente la composizione), nonostante la tabella allegata a questo articolo.

Commenti degli utenti: chiusi!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Oncologia medica?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test