La spalla congelata o capsulite adesiva è una patologia poco frequente, circa il 2% della popolazione, ma estremamente invalidante.

Caratteristiche principali di quest’affezione sono il dolore e la rigidità della spalla.

Incidenza

E’ una patologia non molto frequente, colpendo solo il 2-3% della popolazione. Predilige il sesso femminile ed un’età compresa tra la 4° e 6° decade di vita.

Cause

Molte cause sono responsabili nello scatenare tale angosciosa patologia. Attualmente è stato posto un criterio di classificazione che le distingue in primarie e secondarie.

Per Cause Primarie” si devono intendere tutte quelle contraddistinte da una condizione patologica caratterizzata dalla limitazione globale del movimento gleno-omerale senza una specifica causa individuata alla spalla. Sono definite anche di origine idiopatica.

Per “Cause Secondarie”, invece, si devono intendere tutte quelle condizioni di una “spalla rigida-spalla congelata” che si manifestano o come diretta conseguenza di altre malattie o a seguito di una lesione per intervento chirurgico in quell’area o, infine, a seguito di patologie a carico della spalla (vedi quadro sinottico).

Clinica

La storia clinica della spalla congelata è caratterizzata da 3 fasi che durano all’incirca 3 anni. Si distinguono in:

  1. I STADIO - congelamento: questo periodo dura circa 3 mesi  
  2. II STADIO - congelata questo periodo dura dai 3 ai 10 mesi  
  3. III STADIO - scongelamento questo periodo dura dai 9 ai 18 mesi fino a 3 anni  

Patologia

Il quadro anatomopatologico mette in risalto la compromissione di alcune strutture anatomiche come l’ispessimento della capsula anteriore ed in particolare il legamento coraco-omerale e parte del legamento gleno-omerale.

Vi è una netta riduzione del volume dell'articolazione gleno-omerale quale effetto dell’ispessimento capsulare e conseguente contrazione.              

Si possono classificare 4 stadi microscopici:

  • 1° stadio – infiammazione della sinoviale (capsula normale)
  • 2° stadio – ipertrofia sinoviale
  • 3° stadio – ispessimento capsulare
  • 4° stadio – fibrosi               

Terapia chirurgica con artroscopia

Una delle domande più frequenti che il chirurgo della spalla si pone, di fronte alla scelta del trattamento chirurgico della capsulite adesiva, è quando intervenire, in quale fase della malattia.

La chirurgia artroscopica può essere presa in considerazione quando:

  1. Rinuncia del paziente ad un trattamento incruento
  2. Patologia grave

 

Le tecnica chirurgica Artroscopica è da preferire!

Questo video mostra un caso clinico: