Sciopero delle farmacie: niente più pillole dell’amore

Dr.ssa Valeria RandoneData pubblicazione: 30 marzo 2012

Il telegiornale di ieri sera, mostrava la protesta dei farmacisti italiani, che scesi in piazza, manifestavano contro le riforme del governo Monti .

Simpaticamente e polemicamente minacciano di sospendere la vendita delle pillole dell’amore, soprattutto del Viagra, da fine aprile in poi, se la riforma del governo Monti, si fosse realizzata. I farmacisti raccontano che la richiesta e la conseguente vendita di questi farmaci è tra le più elevate.
Hanno così di concerto stabilito, che non trattandosi di farmaci salva vita, ma “salva vita sessuale” e “salva coppia”, è la reale punizione attuabile per creare scompiglio tra il popolo italiano!


Da clinico che si occupa di sessualità, mi chiedo:

  • Quante prescrizioni vengono fatte a cuor leggero?
  • Quante prescrizioni, seguono una reale valutazione andrologica?
  • Quanti giovani le assumono, senza valutare i costi ed i benefici? 
  • Quante di queste prescrizioni, transitano poi in una forma di dipendenza psicologica da farmaco?
  • Quante ricette vengono poi riutilizzate, senza supervisione medica, per lenire ansie da prestazione?
  • Quanto questi farmaci correlano realmente ad un deficit erettivo con etiologia organica e mista?
  • Quante volte invece, assumono un significato di stampella emotiva e di nutrimento dell’autostima maschile?

 Un messaggio da dare agli utenti, giovani e non, è quello di chiedere aiuto ai clinici di riferimento, senza vergogna e senza pudore.

La caleidoscopica sfera della sessualità, è abitata da tantissimo altro dalla capacità erettiva, una sua disfunzionalità, va adeguatamente analizzata, diagnosticata e soprattutto curata. Le pillole dell’amore, rappresentano una reale rivoluzione epocale al deficit erettivo, il suo abuso o uso terapeutico, per altro dal deficit erettivo, è inutile e dannoso.

I giovani, adoperano in maniera massiccia questi farmaci, per nutrire la loro autostima, per fare bella figura sotto le lenzuola, in maniera preventiva rispetto ad un possibile fallimento sessuale, per non affrontare altro, per non modificare i loro stili di vita, spesso disfunzionali e non consoni al concetto di salute sessuale.


Per approfondimenti:
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/1593-mancanza-d-erezione-10-cose-da-sapere.html


https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/1261-sessualita-e-stili-di-vita.html

Autore

valeriarandone
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo

Laureata in Psicologia nel 1992 presso La Sapienza-Roma.
Iscritta all'Ordine degli Psicologi della Regione Sicilia tesserino n° 1048.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche pillole 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Psicologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio