Anoressia Maschile in preoccupante aumento

Dr. Daniela BenedettoData pubblicazione: 23 aprile 2012

La NHS (National Heath Service) evidenzia un incremento di uomini maschi affetti da disturbi alimentari. Sarebbero infatti in particolare ragazzi di età inferiore ai 18 anni che risultano ricoverati per anoressia: triplicati negli ultimi dieci anni da 39 a 117.

Complessivamente sarebbero nel 2011, 228 gli uomini ricoverati per disordini alimentari contro i 108 nel 2001.

Ci troviamo evidentemente di fronte ad una sorta di tabù che spinge i ragazzi ma anche molti uomini più grandi a nascondere queste problemi e a non chiedere aiuto in quanto normalmente sono considerati aspetti di tipo femminile e soprattutto di età adolescenziale.

Per '"Men Get Eating Disorders Too" sono circa 1,6 milioni le persone che nel Regno Unito soffrirebbero di disturbi alimentari e fra questi uno su cinque sarebbero uomini.

Inutile dire che anche gli uomini si lasciano condizionare dagli stereotipi maschili dei media che vorrebbero un maschio palestrato con bicipiti gonfi e addominali scolpiti. Anche per loro giocherebbe il riconoscimento di se stessi, la ricerca della perfezione a fronte di modelli deboli, di vuoti affettivi, di condizionamenti mentali, della svalutazione del sè.

 

Autore

daniela.benedetto
Dr. Daniela Benedetto Psicologo, Psicoterapeuta

Laureata in Psicologia nel 1987 presso La Sapienza, Roma.
Iscritta all'Ordine degli Psicologi della Regione Lazio tesserino n° 4827.

1 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Psicologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa